Gennaio è un buon mese per acquistare azioni American Express?

By: Stanko Iliev
Stanko Iliev
Stanko si dedica a fornire agli investitori informazioni rilevanti che possono utilizzare per prendere decisioni di investimento. Ama la… read more.
on Dic 22, 2020
  • La crescita delle commissioni sulle carte American Express non tornerà a due cifre fino al 2022.
  • Se il prezzo scende sotto i 100$, sarebbe un forte segnale di vendita e forse segno di inversione di tendenza.
  • American Express ha registrato un calo dei ricavi del 20,4% su base annua nel Q3.

Il mercato azionario è crollato all’inizio di questa settimana di trading per il timore che questa nuova variante di COVID-19 sia più contagiosa e più pericolosa. American Express (NYSE: AXP) è una società stabile, ma forse ora non è il momento giusto per investire in queste azioni perché il prezzo potrebbe indebolirsi ancora di più a gennaio.

Analisi fondamentale: American Express subirà gli effetti della pandemia COVID-19 per i prossimi due anni

Le preoccupazioni per la pandemia di Covid-19 continuano a dominare i mercati finanziari nonostante il fatto che i legislatori statunitensi abbiano raggiunto un compromesso e un pacchetto di aiuti per il coronavirus da $900 miliardi sia in arrivo. Anche le azioni di American Express Company sono sotto pressione, ma finché il prezzo è superiore al livello di supporto di 100$, non vi è alcun rischio di mercato ribassista.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Lo stimolo fiscale sta chiaramente svanendo come catalizzatore, con le tendenze COVID che dettano la direzione dei mercati. Gli asset di rischio si sono scrollati di dosso il peggioramento delle tendenze dei virus, ma ora mostrano alcuni segni di vulnerabilità, anche con il sostegno di stimoli aggiuntivi”, ha affermato Emily Roland , co-chief investment strategist presso John Hancock Investment Management.

American Express è una multinazionale americana di servizi finanziari che opera in attività di carte di credito e assegni di viaggio. La società ha registrato una diminuzione del 20,4% su base annua dei ricavi nel terzo trimestre e l’utile per azione GAAP del Q3 è stato di 1,30$. I ricavi sono diminuiti principalmente a causa della pandemia Covid-19 e la società ha recentemente annunciato che la crescita delle commissioni sulle carte non tornerà a due cifre fino al 2022.

“Sebbene il credito rimanga forte, con insolvenze e svalutazioni nette ai livelli più bassi che abbiamo visto in pochi anni, rimaniamo cauti sulla direzione della pandemia e sui suoi impatti sull’economia, che si riflettono nei nostri livelli di riserva”, ha affermato il presidente e CEO di AXP, Stephen J. Squeri.

Facendo trading con questo titolo, gli investitori dovrebbero tenere presente che si tratta di una società stabile, ma ora non è il momento giusto per investire in American Express perché potrebbe indebolirsi ulteriormente nel prossimo periodo. L’attività di American Express sarà sicuramente influenzata dalla pandemia COVID-19 nei prossimi due anni e ci sono alcuni rischi evidenti quando si tratta di acquistare questo titolo.

Analisi tecnica: finché il prezzo è superiore a 100$ di supporto, non vi è alcun rischio di mercato ribassista

Fonte dei dati: tradingview.com

I livelli di supporto importanti sono 100$ e 90$, mentre invece 120$ e 130$ rappresentano i livelli di resistenza. Se il prezzo supera la resistenza di 120$, il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno al livello di 130$, ma se il prezzo scende al di sotto di 100$, sarebbe un segnale di “vendita” fermo e forse un segno di inversione di tendenza.

In sintesi

Le preoccupazioni per la pandemia di Covid-19 continuano a dominare i mercati finanziari e anche le azioni di American Express sono sotto pressione. American Express è una società stabile, ma ora non è il momento giusto per investire in azioni American Express perché il prezzo potrebbe indebolirsi ancora di più entro la fine di gennaio. Se il prezzo scende al di sotto del supporto di 100$, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e forse un segno di inversione di tendenza.