Prezzi del greggio in calo mentre gli USA rilevano un aumento delle scorte

Scritto da: Faith Maina
Dicembre 23, 2020
  • I future sul WTI sono scesi dell'1,11% a 46,25$ mentre i future sul Brent sono scesi dello 0,16% a 49,29$.
  • Trump ha minacciato di rifiutare l'accordo di stimolo da $892 miliardi approvato dal Congresso.
  • API ha indicato un aumento delle scorte di petrolio, ma il nuovo ceppo COVID-19 potrebbe essere negli USA.

I prezzi del petrolio greggio sono scesi all’inizio del trading di mercoledì mentre gli Stati Uniti hanno registrato un aumento delle scorte di questa commodity. Il tweet di Trump sul suo possibile rifiuto dell’accordo di stimolo ha anche avuto un impatto sui prezzi del petrolio. Il mercato sta reagendo anche alle notizie sulla nuova variante del COVID-19 e alla probabilità che sia già negli Stati Uniti. Su un grafico a 4 ore, i futures WTI sono scesi dell’1,11% a 46,25$. Anche i future sul Brent sono in ribasso, dopo essere scesi dello 0,16% a 49,29$.

Prezzi del greggio

Gli Stati Uniti registrano una crescita nelle scorte di petrolio greggio USA

Mercoledì, l’American Petroleum Institute (API) ha rilasciato dati ribassisti sulle scorte; spingendo al ribasso i prezzi del petrolio. La scorsa settimana, le scorte sono aumentate di 2,7 milioni di barili. Il dato è una sorpresa per gli analisti che avevano previsto un calo di 3,25 milioni.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Da metà novembre, le scorte di petrolio greggio sono aumentate oltre le aspettative. Nel precedente comunicato stampa, la lettura di API era di 1,973 milioni di barili rispetto ai -3,5 ìprevisti.

Nel corso della giornata, i prezzi del greggio risponderanno ai dati dell’Energy Information Administration sugli inventari statunitensi. Nella settimana precedente, la quantità di petrolio in giacenza si era ridotta di 3,135 milioni di barili. Questo numero è stato migliore del previsto -1,937 milioni di barili e del precedente aumento di 15,189 milioni.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Le misure restrittive sui viaggi incidono sui prezzi del greggio

Lunedì, il Regno Unito ha avvertito di una nuova variante del COVID-19. Il nuovo ceppo, che si dice sia più contagioso della versione iniziale della malattia, ha portato circa 40 nazioni in tutto il mondo a vietare i viaggi nella regione. Successivamente, i viaggi limitati durante le vacanze di Natale hanno avuto un impatto sui prezzi del petrolio greggio.

Inoltre, i medici negli Stati Uniti avvertono che la variante potrebbe già essere nel paese. Parlando con la CBSN, un pediatra di New York City, il dottor Dyan Hes ha dichiarato: “Abbiamo avuto persone provenienti dal Regno Unito nelle ultime settimane, quindi perché questo virus non dovrebbe saltare sul posto con tutti nel sangue e nelle vie respiratorie secrezioni?”

La minaccia del presidente Trump sull’accordo di stimolo

I prezzi del petrolio stanno reagendo alla riluttanza di Trump a firmare l’accordo di stimolo degli Stati Uniti. In un video inviato tramite Twitter, il presidente ha definito il pacchetto una “vergogna”. Secondo lui, l’accordo prevede una spesa estera consistente mentre gli assegni da 600$ destinati agli individui sono troppo bassi.

Il disegno di legge COVID-19 da 892$ è stato approvato lunedì dopo mesi di avanti e indietro alla Camera. Certo, l’importo è inferiore al previsto. Per una piena ripresa economica, gli Stati Uniti hanno bisogno di una parte. Tuttavia, gli investitori interessati al trading di petrolio erano pronti ad accogliere un accordo di minor valore.

Il tweet di Trump ha ulteriormente smorzato il sentiment positivo del mercato, alimentato dalla notizia di un possibile accordo commerciale sulla Brexit. Martedì sera, Robert Peston, un redattore politico di ITV ha twittato: “Una fonte britannica ora afferma che domani un accordo su un accordo commerciale UK/UE è di nuovo probabile”. Prima della notizia, la possibilità di un accordo prima del Natale sembrava improbabile.