Sotheby’s inizia ad accettare criptovalute per le opere d’arte fisiche

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed trovare gioia… read more.
on Mag 5, 2021
  • Secondo il CEO di Sotheby's, sarà il primo accordo di arte fisica che accetta criptovalute come pagamento.
  • La casa d'aste ha collaborato con Coinbase per integrare la funzionalità di pagamento crypto.
  • Sotheby's desidera continuare a supportare i pagamenti crypto, ma la decisione dipende da questa vendita.

La casa d’aste newyorkese Sotheby’s inizierà ad accettare valute digitali come pagamento per opere d’arte fisiche. Charles F.Stewart, CEO di Sotheby’s, ha svelato questa notizia durante un’intervista il 5 maggio, osservando che la casa d’aste accetterebbe Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) per “Love is in the Air”, l’opera d’arte più famosa dell’artista di strada inglese conosciuto come Banksy. Secondo quanto riferito, Sotheby’s ha collaborato con l’exchange Coinbase per raggiungere questa impresa.

Nell’intervista, Stewart ha riferito che questa sarebbe la prima volta che sia BTC che ETH vengono accettati come pagamento per un’opera d’arte fisica e che Sotheby’s è entusiasta della cosa. Ha aggiunto che la casa d’aste ha rimuginato per organizzare un’asta regolata in criptovalute già da tempo. Spiegando il cambiamento nel sentimento, ha citato il successo nella prima vendita NFT di Sotheby poche settimane fa.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo lui l’asta è andata bene, visto che ha attirato più di 3.000 offerenti. Sullo sfondo del successo della vendita NFT, la casa d’aste ha deciso di cementare il suo ingresso nel nascente spazio accettando le criptovalute anche per l’arte fisica.

Attingere a un nuovo pubblico più ampio

Rispondendo al fatto che Sotheby’s manterrà l’ETH o BTC che riceve dalla vendita del dipinto “Love is in the Air”, Stewart ha detto che la casa d’aste ha un accordo con il mittente dell’opera d’arte e la decisione di mantenere la criptovaluta o convertirla in fiat valute dipende in ultima analisi da Banksy. Tuttavia, la partnership con Coinbase non solo offre alla casa d’aste la possibilità di elaborare il pagamento, ma anche la possibilità di detenere criptovalute.

Dal punto di vista di Sotheby, un vasto e nuovo pubblico si sta interessando all’industria artistica dopo l’introduzione degli NFT. In quanto tale, la casa d’aste sta cercando di vedere se la vendita di opere d’arte fisiche per criptovalute otterrà la stessa accoglienza. Sotheby’s intende continuare a supportare i pagamenti crypto. Tuttavia, la decisione finale della casa d’aste si baserà su come si svolgerà l’imminente vendita di “Love is in the Air”.

Sebbene la partnership con Coinbase cerchi di esporre più utenti crypto al settore dell’arte, Stewart ha notato che le criptovalute non sono l’unico metodo di pagamento. Ha sottolineato che gli acquirenti possono anche pagare il dipinto in contanti, che ha un valore di circa dai 2,17 ai 3,61 milioni di sterline.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro