La chiusura di Colonial Pipeline potrebbe far aumentare i prezzi del gas

By: Ajay Pal Singh
Ajay Pal Singh
Ajay ha lavorato alla Tata Motors nella pianificazione dei progetti prima di scoprire la sua passione per le azioni.… leggi di piú.
on Mag 12, 2021
  • Colonial Pipeline provvede a quasi la metà della fornitura di carburante della East Coast degli USA.
  • Ieri, la media nazionale dei prezzi del gas era di $2.985 per gallone.
  • L'impatto sarà potenzialmente esponenziale tra circa 5 giorni o giù di lì.

Colonial Pipeline, il più grande operatore di oleodotti negli Stati Uniti, è stato oggetto di un attacco informatico che ha coinvolto il ransomware venerdì, costringendo la società a chiudere temporaneamente tutte le operazioni.

La società ha detto in una dichiarazione lunedì che stava lavorando per ripristinare sostanzialmente le sue operazioni entro il fine settimana.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Siamo in procinto di ripristinare il servizio ad altri laterali e riporteremo il nostro sistema completo online solo quando riteniamo che sia sicuro farlo, e nel pieno rispetto dell’approvazione di tutte le normative federali”, ha affermato Colonial Pipeline in una dichiarazione.

Perché Colonial Pipeline è così importante

Colonial Pipeline si estende su una rete di condutture di oltre 5.500 miglia e fornisce quasi la metà della fornitura di carburante della costa orientale degli Stati Uniti mentre trasporta 2,5 milioni di barili al giorno di carburante tra cui benzina, gasolio, gasolio da riscaldamento e carburante per aerei.

L’azienda raggiunge circa 50 milioni di americani in 14 stati e fornisce anche rifornimenti di carburante ad alcuni dei principali aeroporti, basi aeree e all’esercito.

Quindi, il gasdotto è una parte fondamentale dell’infrastruttura energetica degli Stati Uniti e qualsiasi arresto prolungato potrebbe causare carenze di carburante portando a prezzi spot più elevati per i vari combustibili e, a sua volta, avere un impatto su aziende e persone.

Cosa dicono gli analisti

“Senza questo, non ci sono trasporti nella regione, quindi è fondamentale che il gasdotto torni in servizio il prima possibile”, ha affermato Patrick De Haan, responsabile dell’analisi del petrolio presso GasBuddy. “Gli impatti aumenteranno potenzialmente in modo esponenziale dopo circa il quinto giorno”, ha aggiunto.

“Penso che sia solo una questione di tempo”, ha riferito Robert Thummel, amministratore delegato di TortoiseEcofin. “Se si risolve entro un paio di giorni, torni alla normalità, i prezzi si normalizzano e tornano a correlarsi maggiormente con ciò che fanno i prezzi del petrolio greggio”.

I prezzi medi nazionali per il gas si sono attestati a $2.985 al gallone martedì, in aumento di 6 centesimi rispetto all’ultima settimana e solo 3 centesimi in meno rispetto ai livelli più alti da novembre 2014.

Quello che sappiamo e quello che non sappiamo

Le operazioni dell’azienda sono state influenzate da un attacco ransomware che è stato abbastanza grave da costringere la società a chiudere tutte le sue operazioni durante il fine settimana. Anche se alcuni servizi sono stati ripristinati, la maggior parte delle operazioni è ancora inattiva.

Al momento, non sappiamo quanti soldi sono stati richiesti o quale potere potrebbero avere gli hacker sull’operatore del gasdotto poiché la società non ha ancora rivelato il motivo per cui ha scelto di chiudere completamente le sue operazioni la scorsa settimana. Gli investitori devono adottare un approccio di attesa e osservazione per comprendere l’impatto completo e vedere se i servizi vengono ripristinati entro la fine della settimana, come affermato dalla società in una recente dichiarazione.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money