Artisti ungheresi progettano di erigere una statua di Satoshi Nakamoto a Budapest

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Giu 3, 2021
Updated: Giu 4, 2021
  • La statua sarà eretta vicino a quella del co-fondatore di Apple, Steve Jobs, a Graphisoft Park.
  • L'artista che ha avuto questa idea cerca di sottolineare i vantaggi di BTC e della blockchain.
  • L'Ungheria è a favore delle criptovalute, con i legislatori che pianificano di ridurre le tasse commerciali.

Due scultori ungheresi stanno lavorando a una scultura a grandezza naturale di Satoshi Nakamoto. Un rapporto ha rivelato questa notizia il 3 giugno, notando che cercano di erigere la scultura nel Graphisoft Park nel 3° distretto di Budapest, che ospita già la statua del co-fondatore di Apple, Steve Jobs. Gli scultori, di nome Réka Gergely e Tamás Gilly, hanno condiviso i piani iniziali del design della statua, che mostra una figura con un volto anonimo.

Secondo il rapporto, la statua sarà realizzata in bronzo e indosserà una felpa con cappuccio di Bitcoin (BTC) sopra la testa. Il suo volto sarà costituito da una superficie riflettente per consentire alle persone di vedere il proprio riflesso guardando in quella direzione. In tal modo, gli artisti intendono affermare che siamo tutti Satoshi. Il progetto è finanziato da quattro organizzazioni: Mr. Coin, Crypto Academy, Blockchain Hungary Association e Blockchain Budapest.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Secondo quanto riferito, questo progetto è nato da un’idea di András Györfi, un pittore ungherese e appassionato di criptovalute, che cerca di sottolineare i vantaggi che Bitcoin e la blockchain possono offrire. Secondo lui, la blockchain è un database efficiente, equo e trasparente che elimina la sfiducia tra le persone. Ha continuato commentando che ha il potenziale per migliorare più settori per rendere il mondo un posto migliore.

L’Ungheria abbraccia le criptovalute nonostante le crescenti preoccupazioni globali

Questa notizia arriva dopo che il ministro delle finanze ungherese, Mihály Varga, ha condiviso il programma di stimolo del governo per aiutare a rilanciare l’economia del Paese. Per aiutare ad alleviare le difficoltà economiche causate dalla pandemia di COVID-19, i legislatori ungheresi stanno pianificando di ridurre le tasse sul trading di criptovalute dal 30,5% al 15%. Secondo quanto riferito, questi cambiamenti potrebbero entrare in vigore già nel 2022.

Al momento, le normative sulle criptovalute a livello nazionale non sono rigide. Combinando questo con la riduzione delle tasse sulle criptovalute, l’Ungheria non solo offrirebbe agli investitori di criptovalute una grande agevolazione fiscale, ma attirerebbe anche società e investitori crypto stranieri. Con la maggior parte dei Paesi come la Cina che ribadiscono la loro posizione anti-crypto e addirittura introducono nuove misure restrittive, gli appassionati di criptovalute si stanno gradualmente spostando verso giurisdizioni che hanno regolamenti più aperti.

Sebbene l’atmosfera cripto-friendly dell’Ungheria abbia favorito la creazione della statua di Satoshi, non è la prima a consentire l’erezione di una scultura a tema crypto. Nel 2018, l’exchange Bitstamp ha finanziato la creazione di un monumento Bitcoin largo sette metri nella città slovena di Kranj.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro