CureVac crolla del 45% dopo la deludente sperimentazione del vaccino COVID-19

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 17, 2021
  • Il vaccino COVID-19 candidato di CureVac si è rivelato efficace solo per il 47%.
  • Il vaccino è efficace nei partecipanti più giovani, ma non in quelli di età superiore ai 60 anni.
  • Il dottor Amesh Adalja afferma che il vaccino di CureVac potrebbe comunque essere una risorsa.

CureVac NV (NASDAQ: CVAC) è scesa di circa il 45% nel mercato azionario giovedì mattina poiché la società ha affermato che la sperimentazione in fase avanzata ha mostrato che il suo vaccino candidato COVID-19 ha un’efficacia di solo il 47%, sollevando dubbi sull’accordo dell’azienda tedesca di biotecnologia con l’Unione Europea secondo il quale avrebbe dovuto consegnare centinaia di milioni di dosi del suo vaccino (CVnCoV).

Il vaccino di CureVac è efficace nei partecipanti più giovani

Secondo CureVac, l’efficacia del suo vaccino nei volontari più giovani è significativa. Quelli di età superiore ai 60 anni (il gruppo più a rischio), tuttavia, non ne hanno dimostrato l’efficacia, secondo i risultati intermedi. Il CEO, Franz-Werner Haas, ha dichiarato:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Mentre speravamo in un risultato intermedio più forte, riconosciamo che dimostrare un’elevata efficacia in questa ampia diversità di varianti senza precedenti è una sfida. Mentre procediamo verso l’analisi finale con un minimo di 80 casi aggiuntivi, l’efficacia complessiva del vaccino potrebbe cambiare”.

Lo studio di CureVac ha coinvolto circa 40.000 partecipanti dall’America Latina e dall’Europa. I risultati provvisori si basavano su 134 casi del nuovo virus simil-influenzale. Lo studio, secondo l’azienda di Tubinga, ha identificato almeno 13 varianti del Coronavirus.

Le prospettive per il vaccino di CureVac erano migliorate di recente dopo che i vaccini COVID-19 di AstraZeneca e J&J hanno incontrato restrizioni di età a causa di un rischio molto raro ma potenzialmente fatale di problemi di coagulazione. Il vaccino della società tedesca di biotecnologia avrebbe anche aiutato i Paesi a basso e medio reddito ad aumentare le loro iniziative di vaccinazione.

Il vaccino di CureVac potrebbe comunque essere utile

Il dottor Amesh Adalja del Johns Hopkins Center for Health Security, tuttavia, afferma che l’iniezione di CureVac sarebbe ancora una risorsa con un’efficacia del 47% se almeno aiutasse a ridurre al minimo i sintomi gravi, il ricovero in ospedale e la morte.

Il dott. Peter Hotez del Baylor College of Medicine sottolinea inoltre che è ancora da valutare se il vaccino di CureVac non è riuscito a produrre i livelli richiesti di anticorpi neutralizzanti o se l’efficacia inferiore era specifica per la variante.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) punta ad almeno il 70% di efficacia per i vaccini candidati COVID-19, mentre la FDA statunitense cerca un minimo di efficacia del 50%, una pietra miliare che CureVac non è riuscita a raggiungere.

CureVac è ora scambiato a $53 per azione. Ciò si confronta con un massimo da inizio anno di $127 per azione nell’ultima settimana di aprile e $85 per azione all’inizio del 2021. Al momento, la società quotata al Nasdaq ha una capitalizzazione di mercato di 9,20 miliardi di dollari.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro