Fatturazione in criptovaluta – Q&A di Request Finance

Di:
su Ott 25, 2022
Listen to this article
  • Request Finance è un sistema di pagamento decentralizzato basato su Ethereum
  • Ha subito un'estrema volatilità ed è sceso di oltre il 90% dai suoi massimi, come maggior parte delle altcoin
  • Li intervistiamo, chiedendogli dei pagamenti in criptovalute, della volatilità e del bear market

Per i mercati delle criptovalute, è stato un anno torrido.

Bitcoin ed Ethereum sono in calo di oltre il 70%. Tuttavia, nel mondo delle altcoin, è andata molto peggio, con molte monete che sono scese di oltre il 90% quando l’isteria del bull market si è interrotta bruscamente.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Request Finance è uno di quelli, il sistema di pagamento decentralizzato il cui token nativo è in calo di oltre il 90% dal suo picco. Fornendo servizi di fatturazione e altre soluzioni di gestione stipendi, recentemente ha mostrato una volatilità ancora maggiore del normale. Ho intervistato Ivan Hong, Content Lead di Request Finance, per avere un’idea di come è stata la vita per le altcoin che lottano contro l’ondata di vendite in tutto il settore e quale piano di Request sta andando avanti.

Invezz (IZ): il token Request è aumentato di oltre l’80%, prima di crollare del 40% all’inizio di questa settimana, e ora è tornato più o meno da dove era partito. Rispetto ai massimi precedenti, è ancora in calo di oltre il 90%. Pensi che l’estrema volatilità della moneta e la liquidità relativamente bassa siano una cosa negativa?

Ivan Hong (IH): La volatilità può essere solo negativa quando si parla di una stablecoin destinata a facilitare il flusso di valore in un’economia.

Al contrario, per tutti gli altri tipi di investitori, la volatilità non può che essere una buona cosa. Agli investitori con una visione a lungo termine, la volatilità consente di accumulare il token che desiderano ai loro prezzi target. Per gli investitori a breve termine, la volatilità è davvero la vera fonte di profitto.

La volatilità di $REQ è, infatti, positiva per la consapevolezza e la crescita. Suggerisce inoltre che gli investitori con diverse convinzioni stanno cominciando a prendere atto di ciò che stiamo facendo.

È importante ricordare che Request Finance è un’app basata sul protocollo Request Network. Se Request Finance ha esito positivo, anche $REQ avrà successo.

L’economia dei token è progettata in modo che un maggiore utilizzo della rete di richiesta riduca la fornitura di token. A parità di condizioni, questo dovrebbe aumentare il valore del token $REQ a lungo termine.

Request Finance contribuisce alla diminuzione dell’offerta di $REQ, accelerando le Richieste di pagamento sulla rete. Ha raggiunto quasi 250 milioni di dollari di volume totale dei pagamenti dal lancio nel gennaio 2021.

Ci auguriamo che la crescita mensile costante, spesso a due cifre, di Request Finance dimostri ad altri costruttori il valore della creazione di altre applicazioni in aggiunta a Request Network.

Il team migliora costantemente l’app e la rende più user-friendly. Di recente, Request Finance ha lanciato una funzione di deposito a garanzia che utilizza contratti intelligenti per i pagamenti in criptovaluta per rendere più sicuri i fondi degli utenti.

IZ: Essendo una persona che fattura ogni mese per il proprio lavoro, ho molta familiarità con il processo di fatturazione. In che modo Request lo renderebbe più semplice e quali vantaggi avrebbe rispetto a processi simili domiciliati al di fuori della blockchain? In cosa aiuta esattamente la blockchain?

IH: La differenza è come quella tra il giorno e la notte, specialmente se fai affari a livello mondiale. Comprendo che Invezz.com è un’azienda globale e ha anche molti liberi professionisti che fatturano alla tua azienda in criptovalute.

Come vengono gestite oggi quelle fatture in criptovaluta? In genere, sono file PDF inviati tramite e-mail. Questo crea ogni tipo di grattacapo amministrativo immaginabile.

Innanzitutto, c’è la questione dei pagamenti. La maggior parte delle aziende ha un foglio di calcolo contenente elenchi di indirizzi di wallet su una colonna e nomi sull’altra. Devono copiare manualmente le informazioni di pagamento dalle fatture PDF o da questo foglio di calcolo durante il pagamento delle fatture. Questo richiede tempo e incredibilmente soggetto a errori umani.

In Request Finance, tutti gli indirizzi del wallet sono collegati a nomi ed e-mail. Non c’è possibilità di pagare l’importo sbagliato o alla persona sbagliata. Con la nostra funzione di pagamento in batch, puoi anche rivedere, approvare e pagare centinaia di wallet diversi, con token diversi in soli tre clic.

In secondo luogo, c’è anche la questione delle operazioni finanziarie. Con Request Finance, puoi risparmiarti l’infinito avanti e indietro di comunicazioni inutili tra i liberi professionisti e il dipartimento finanziario della tua azienda.

È possibile pianificare fatture ricorrenti per la contabilità mensile. Oppure automatizzare i promemoria via e-mail per inseguire pagamenti imminenti o in ritardo. Puoi anche abilitare le notifiche e-mail per far sapere a tutti quando le loro fatture sono state inviate, rifiutate, accettate o pagate on-chain.

Ma aspetta – c’è di più. Un problema comune che le aziende riscontrano con le fatture è che a volte si verificano errori con le informazioni di fatturazione errate come il nome dell’azienda, il codice fiscale o l’indirizzo. Ciò può causare inutili ritardi nell’elaborazione dei pagamenti.

La nostra funzione “InvoiceMe” ti consente di inviare ai tuoi liberi professionisti o appaltatori un codice QR o un link. Questo creerà automaticamente una fattura che è già precompilata con le informazioni della azienda. I professionisti dovranno solo compilare il resto della fattura. Ora chiunque può fatturarti correttamente in pochi clic.

In terzo luogo, c’è la questione della contabilità. I file PDF sono tutti disponibili in formati diversi, che devono essere scaricati manualmente, nominati correttamente e archiviati in file. I loro dati devono essere estratti, compilati e caricati in alcuni software di contabilità o contabilità come Xero. Ma come si spiegano i tassi di cambio storici delle fatture denominate in criptovalute volatili o addirittura tassi di cambio fiat? E le tariffe del gas?

Tutto questo è automatizzato in Request Finance. Hai un’unica dashboard pulita in cui puoi vedere tutte le tue fatture in ordine cronologico, filtrare per nome, indirizzo o stato del pagamento. Tutti questi dati, compresi i tassi di cambio storici e le tariffe del gas, possono essere facilmente esportati in software fiscali o contabili in pochi clic.

IZ: Sono stato pagato in criptovalute in precedenza, il che è stata un’esperienza senza interruzioni effettuata inviando l’indirizzo del mio wallet al mio datore di lavoro. Dove si inserisce la richiesta in questo processo?

IH: Request Finance è progettato per soddisfare le esigenze operative e di conformità delle imprese. Più è facile per loro gestire centinaia di liberi professionisti come te, meno è probabile che commettano errori o subiscano ritardi quando ti pagano.

Ma ci sono anche vantaggi per te come libero professionista o appaltatore che viene pagato in criptovaluta.

Ti aiuta a semplificare il processo di fatturazione. Puoi automatizzare le fatture ricorrenti per fatturare ai tuoi clienti mensilmente, settimanalmente o anche in streaming. Oppure programma promemoria via e-mail per inseguire fatture in arrivo o persino pagamenti in ritardo scaduti.

Ti fa anche sapere quando sei stato pagato. Puoi anche abilitare le notifiche e-mail per far sapere a te e ai tuoi clienti quando le fatture sono state inviate, rifiutate, accettate o pagate in catena.

Infine, serve come prova deterministica del reddito. Supponiamo che tu riceva una chiamata da parte delle forze dell’ordine, sospettando che tu stia riciclando denaro per un giro di truffa internazionale. O le autorità fiscali che ti accusano di evasione fiscale illecita. Inviare loro la cronologia del tuo portafoglio Etherscan fa poco bene.

Questo è già successo a molti dei miei colleghi che lavorano nelle criptovalute. Sfortunatamente, hanno dovuto sopportare il disagio e la paura delle ore di interrogatorio e del congelamento dei loro beni prima di essere finalmente dichiarati innocenti dopo diverse settimane.

La natura pseudonimizzata degli indirizzi dei wallet per le criptovalute e le lunghe stringhe alfanumeriche degli hash delle transazioni non sono adatte per la rendicontazione finanziaria o per il calcolo delle passività fiscali.

Ma con Request Finance, tutto questo è documentato facilmente e in un formato leggibile dall’uomo. Tutti gli indirizzi dei wallet sono anche collegati alle identità del mondo reale in modo deterministico. Non c’è quasi nessuna possibilità che un portafoglio o un pagamento siano etichettati erroneamente per errore.

IZ: Qual è il pensiero alla base del token nativo Request? Il servizio potrebbe esistere senza questo?

IH: Il token $REQ è stato progettato per facilitare le transazioni nell’ecosistema Request Network in diverse funzioni:

  • Anti-spam: la commissione di transazione addebitata su ogni richiesta scoraggia l’utilizzo illecito della rete, mitigando lo spam. Senza transazioni di spam, le prestazioni della rete sono migliori, migliorando l’esperienza utente (UX).
  • Governance: The Request Network è un protocollo decentralizzato che utilizza una struttura di governance off-chain. I partecipanti possono votare le decisioni critiche che influiscono sul successo a lungo termine della rete attraverso questo meccanismo. Il team di progetto prevede di introdurre una struttura di governance on-chain parallela allo sviluppo di un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO). In base alla struttura di governance rivista, per votare sarà necessario il token di utilità $REQ.
  • Deflazione: le commissioni di transazione addebitate agli utenti si accumulano in uno smart contract di Ethereum che costituisce la base di un meccanismo deflattivo per la fornitura di criptovalute $REQ. Questo meccanismo aiuta a stabilizzare il valore del token $REQ riducendo l’offerta circolante.
  • Staking: gli utenti possono puntare i token $REQ su Bancor in un pool di liquidità a token singolo che fornisce una protezione da perdite temporanee. Inoltre, Request prevede di introdurre un concetto di staking interno per la distribuzione dei nodi. In altre parole, puntando $REQ, gli utenti possono utilizzare un nodo che offre ai propri utenti finali un’esperienza più snella.
  • Sconti: i possessori di criptovalute $REQ possono ricevere sconti sui prodotti quando diventano disponibili.
  • Indipendenza: il token $REQ consente alla rete di richiesta di operare contemporaneamente su più blockchain o sulla propria blockchain dedicata. $REQ è progettato per essere un token di utilità interoperabile che migra senza influire negativamente sulle prestazioni della rete. Di conseguenza, le prestazioni della rete sono indipendenti sia dal token che dall’infrastruttura tecnica dei suoi fornitori di servizi.

IZ: Ci sono molte startup crypto che lavorano in aree simili. Quanto è competitiva quest’area e quanti pensi che alla fine sopravviveranno a questo bear market?

La concorrenza è un buon segno. Indica che molte persone pensano che valga la pena perseguire un’opportunità. Le new entry sono sempre libere di accedere allo spazio e anche i legacy player possono decidere di competere in questa arena acquisendo startup crypto come noi.

Ma penso che guadagnare la fiducia degli utenti sia forse una delle cose più difficili da fare per le aziende SaaS aziendali. Il CFO di una grande azienda di criptovalute che elabora milioni di dollari ogni mese difficilmente sarà convinto a provare un progetto collaterale, senza alcuna garanzia di assistenza clienti quando le cose vanno male, o la capacità di supportare nuove richieste di funzionalità, integrazioni o miglioramenti continui.

Request Finance è molto ben capitalizzato, con utenti grandi e noti come The Sandbox, Decentraland, Aave e altri, molti dei quali sono anche nostri sostenitori.

La realtà di qualsiasi libero mercato è che la maggior parte non sopravviverà al bear market. Basta guardare tutte le aspiranti dotcom fallite degli anni ’90. Ma penso anche che quelli come noi che continuano a crescere nel bear market e possono dimostrare una crescita continua nonostante le condizioni macroeconomiche avverse siano ben posizionati.

IZ: Il bear market è stato ovviamente brutale, con i prezzi che sono crollati su tutta la linea. Pensi che monete come Request possano rimbalzare mentre l’ambiente macro continua a peggiorare, o questa sarà una ricostruzione a lungo termine subordinata alla ripresa dell’economia (e delle criptovalute) in generale, così come Request continua ad evolversi?

IH: Se potessi dirti con certezza dove è diretto il prezzo di qualsiasi token sarei un genio, un imbroglione o uno sciocco! Non ho alcuna pretesa sulla prima e e certamente non sulla seconda.

Ci sono molti elementi che determinano il prezzo dei token, così numerosi e complessi nelle loro interazioni che i movimenti dei prezzi potrebbero anche essere caratterizzati come in gran parte stocastici.

Coloro che cercano di trarre profitto da posizioni a breve termine devono farlo con estrema cautela, assicurandosi di non impiegare mai più capitale di quello che possono permettersi di perdere. Non è certamente impossibile negoziare in modo redditizio le altcoin in questo modo. Ma la stragrande maggioranza degli investitori occasionali perderà denaro nell’illusione di poterlo fare.

In generale, la maggior parte delle persone dovrebbe avere una visione a lungo termine dei progetti e valutarne i meriti sulla base dei fondamenti nel modo più rigoroso possibile. Esistono molti modelli di valutazione che vanno dal tradizionale all’esoterico. Riteniamo che questo sia il motivo per cui attualmente disponiamo di un buon numero di fondi globali di capitale di rischio Tier 1 che ci lanciano offerte.