Il crollo di FTX è ironico e triste

Di:
su Nov 9, 2022
Listen to this article
  • Il CEO Bankman-Fried rassicura su Twitter che FTX aveva riserve sufficienti, tweet che sono stati cancellati
  • Il nostro analista scrive che è un'ironia-amara in questo caso
  • Da allora Binance ha annunciato che implementerà riserve on-chain per una maggiore trasparenza

FTX, il secondo exchange di criptovaluta più grande del mondo, nelle ultime 48 ore è stato sommerso da un’ondata di richieste di prelievo.

Questa è stata la reazione ai timori sulla solvibilità di FTX poiché è stato rivelato che il token nativo di FTX, FTT, veniva utilizzato come garanzia nonostante stessero creando lo stesso token.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

I rapporti hanno quindi rivelato che il token FTT era una grande parte delle attività della società di trading gemella Alameda, mettendo in dubbio le sue capacità di monetizzare gran parte del suo bilancio, nel caso in cui le sue passività fossero chiamate.

Andiamo avanti di alcune ore, che sono una vita in termini di criptovaluta, FTX ha disattivato i prelievi. Ora la preoccupazione principale è diventata il panico diffuso che si è generato e il leader del settore Binance è stato costretto a intervenire e sostenere FTX, annunciando che era stato raggiunto un accordo per acquisire FTX in mezzo a questa “crisi di liquidità” (ho pubblicato questa mattina un’analisi approfondita in merito che trovi qui).

E questa è una cosa un po’ ironica.

Proof of Reserves

Tutto questo panico è stato scatenato quando le persone hanno iniziato a temere che FTX fosse insolvente. Sam Bankman-Fried ha insistito su Twitter dicendo che erano irremovibili, e gli asset dei clienti erano al sicuro con un tweet che da allora è stato cancellato.

Il giorno successivo i prelievi sono stati sospesi. E poi SBF ha cancellato il tweet.

Ma perché stiamo tutti aspettando un tweet da un miliardario per assicurarci che i nostri asset sono al sicuro? Che ne dici invece… e sentimi bene… di usare la blockchain per risolverlo? L’ho twittato lunedì: non è ironico che in un settore basato sulla blockchain, uno dei più grandi casi d’uso per esso sia stato ignorato?

Alla fine, FTX non andava bene per questo. Non ho idea di cosa stessero facendo con gli asset dei clienti, ma non erano dove avrebbero dovuto essere. Il che è orribile, perché i clienti hanno depositato fondi nel loro exchange per acquistare criptovalute, non per mandare FTX altrove.

Il che, ancora una volta, avrebbe potuto essere mostrato se avessero accettato di pubblicizzare un portafoglio on-chain. Ma invece, il loro CEO ha assicurato a tutti che i fondi erano al sicuro e che gli asset dei clienti non erano stati utilizzati altrove, mentre i prelievi avrebbero continuato a essere elaborati. E poi ha interrotto i prelievi. E poi ha cancellato il tweet.

Binance accetta di essere on-chain

A quanto pare, CZ ha visto che mi lamentavo su Twitter. O magari, che dici, si è accordo che tutto il mondo rideva delle criptovalute, mentre l’intera faccenda andava nel caos più totale.

“Tutti gli exchange di criptovalute dovrebbero eseguire proofs of reserve del merkle tree”, ha detto la scorsa notte. “Presto le banche inizieranno a fare la proof-of-reserve”.

Ironico. Ironico e triste.