Cos’è successo a FTX? Un’analisi approfondita

Di:
su Nov 9, 2022
Listen to this article
  • Una cronologia dall'inizio alla fine della caduta di FTX e dell'acquisizione da parte di Binance
  • FTX ha sospeso i prelievi dopo la "crisi di liquidità" e SBF sta ora eliminando i tweet sugli asset garantiti
  • Perché una corsa agli ATM fa crollare FTX? Non è una banca, quindi c'è qualcosa di più sinistro dietro

Oh Sam, cosa hai fatto?

Sam Bankman-Fried ha compiuto 30 anni quest’anno, avendo già accumulato una fortuna di oltre 20 miliardi di dollari. Alla guida di una fidata Toyota, però, ha seguito un “altruismo efficace”, con l’intenzione di regalare la stragrande maggioranza della sua fortuna.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Questa settimana ha mantenuto la parola data. Solo non nel modo in cui aveva pianificato.

Come è coinvolta Binance?

FTX, una delle tre grandi criptovalute insieme a Binance e Coinbase, è stata lanciata solo nel 2019. La loro ascesa è stata sbalorditiva e all’inizio di quest’anno hanno superato Coinbase in termini di volume, piazzandosi come il secondo exchange di criptovalute più grande del mondo.

Binance ha aiutato a incubarli. L’anno scorso, hanno incassato il loro capitale per un importo di 2,1 miliardi di dollari. L’unica cosa era che non l’hanno preso in contanti perché, sai, questa è criptovaluta e avrebbe avuto troppo senso. Invece, l’hanno presa come una divisione tra stablecoin e FTT.

Che cos’è FTT? Bene, FTT è il token nativo di FTX ed è anche qui che iniziano tutti i problemi.

Se sei curioso di sapere perché Binance detenga il token nativo del suo più grande rivale, FTX, dovresti esserlo. Non ha molto senso, dato che FTT sarà così intrinsecamente legato alle prestazioni di FTX.

È tipico della scarsa diversificazione e della finanza incestuosa che spesso vediamo nelle criptovalute. Durante l’estate, quando Luna è implosa (trovi un’analisi approfondita di quel macello qui), ha portato con sé un certo numero di società, perché così tante sono state esposte al token Luna. Tutte sovraindebitate e con investimenti le une nelle altre, quando il polverone si è posato è venuto tutto a galla.

Le cose sono andate bene per un po’ con FTX e le partecipazioni di Binance in FTT. E poi la scorsa settimana, CoinDesk ha pubblicato una storia su Alameda Research.

Chi è Alameda? È una società di trading fondata da Sam Bankman-Fried (SBF). Sì, lo stesso SBF che dirige FTX. Ancora una volta, probabilmente vedrai molte di queste parole nei prossimi giorni: circolare, correlato, aggrovigliato, incestuoso.

La storia diceva che il bilancio di Alameda era pieno di token FTT. In effetti, ho tracciato la composizione di seguito degli asset di 14,6 miliardi di dollari all’epoca. Come puoi vedere, FTT costituisce almeno il 40%, inclusi 3,7 miliardi di dollari di FTT sbloccato. Ah, a proposito, la capitalizzazione di mercato di FTT all’epoca era di 3 miliardi di dollari, con una capitalizzazione di mercato completamente diluita di 7,9 miliardi di dollari. Non bene.

Questi grandi numeri significavano che il bilancio di Alameda era grossolanamente sopravvalutato. FTT è un token stampato dal nulla e SBF gestiva entrambe le società. Parliamo di un conflitto di interessi…

Sebbene SBF insista sul fatto che Alameda non riceva un trattamento preferenziale, il fatto che abbiano inviato la propria liquidità a FTX in primo luogo è un fattore importante per il modo in cui FTX ha accumulato liquidità così rapidamente ed è diventata un attore così importante, avendo lanciato solo tre anni fa.

Ma le rivelazioni sul bilancio di Alameda pieno di FTT hanno spaventato il CEO di Binance Changpeng Zhao (CZ). Tanto che ha annunciato che stava scaricando tutto, rifiutando l’importo detenuto da Alameda, quanto fosse illiquido e il fatto che fosse usato come garanzia contro così tanti prestiti.

Cos’è successo a FTX?

È qui che le cose si fanno cupe. Una marea di prelievi ha iniziato a uscire da FTX, il che ha senso poiché le persone sono preoccupate per la solvibilità dell’exchange. Come ho detto, quest’anno i poveri investitori in criptovalute sono finiti in un ciclone, e questa volta sembrano esserci andati nuovamente molto vicini.

Ci sono state a lungo domande sulla relazione tra Alameda e FTX e guardare gli 8 miliardi di dollari di passività di Alameda rispetto al registro degli asset di cui sopra ha preoccupato le persone. Non era chiaro in cosa fossero denominati gli 8 miliardi di dollari di passività, ma se fossero stati in valuta fiat come USD, allora si sarebbero attivati campanelli d’allarme.

Questo token FTT era un token a bassa liquidità, scambiato con volumi giornalieri in media di 25 milioni di dollari negli ultimi sei mesi. Non era nemmeno elencato nella maggior parte degli exchange. Non c’è modo che possa essere monetizzato rapidamente (se non del tutto) se le passività venissero improvvisamente richiamate da Alameda.

E poi, il colpo di scena. FTX ha sospeso i prelievi.

Questo ha immediatamente generato un disturbo da stress post-traumatico per gli investitori in criptovalute, per i quali i prelievi sospesi di società come Celsius e Voyager Digital all’inizio di quest’anno erano fin troppo recenti: l’ultimo passo sul biglietto di sola andata per la città fallita (trovi un’analisi approfondita di quel tracollo qui).

Binance che acquisisce FTX

E poi è diventato ancora più pazzo.

CZ è uscito e ha fatto saltare in aria l’intera faccenda, annunciando che Binance stava acquisendo FTX.

Meno di 48 ore dopo aver annunciato che stavano cedendo la loro esposizione FTT, hanno deciso comprare baracca e burattini. CZ è intervenuta mentre le richieste di prelievo continuavano a essere respinte da FTX, salvando l’exchange assediato dall’insolvenza.

Simile a Google che ha rilevato Facebook, l’exchange di criptovalute numero uno aveva divorato l’exchange di criptovalute numero due. Mentre molti indicheranno questa come una grande vittoria per Binance, io la considero una perdita per l’intero settore. Che colpo incredibilmente dannoso per l’intero spazio, vedere il secondo exchange più grande andare in fiamme e così tanti altri che perdono tutto.

Perché FTX non può onorare i prelievi?

Ma aspetta.

La gente parla di una corsa in banca che causa questo pasticcio. SBF ha twittato che si trattava di una “crisi di liquidità”.

Ma cosa significa questo? FTX non è una banca, e quindi una corsa in banca non dovrebbe innescare nulla. I clienti depositano contanti in FTX e acquistano criptovalute. La cripto è lì: FTX è un custode. Dovrebbe essere abbastanza semplice.

FTX non è una banca a riserva frazionaria che presta fondi. Se una banca vedesse questo livello di prelievi – con stime ovunque ma probabilmente nell’ordine di miliardi – probabilmente sarebbe anche illiquida. È così che funziona la riserva frazionaria.

Ma ancora una volta, FTX non è una banca. Non dovrebbe prestare asset, né guadagnare un ritorno su di essi. E se non mi credi, guarda il tweet qui sotto dello stesso SBF che lo descrive.

Quello era lunedì. Ah, ieri il tweet è stato cancellato da SBF. Ops. E già che ci siamo, anche il tweet qui sotto è stato cancellato.

Capisci come tutto questo sta diventando preoccupante?

Il che ci porta a oggi. La domanda più grande è: cosa stava facendo esattamente SBF con gli asset dei clienti? Non sono un avvocato, le mie conoscenze in materia legale sono limitate alle prime due stagioni della serie tv Suits, ma se SBF inviava i fondi dei clienti ad Alameda dove li usava per guadagnare un ritorno, a me suona come una frode.

Le persone stanno comprensibilmente puntando il dito contro Luna e, di conseguenza, contro Do Kwon. Ma quella era una faccenda completamente diversa. Luna (e Terra / UST) era un ecosistema DeFi con un modello che è fallito su tutti i fronti.

FTX non è DeFi. FTX è un exchange centralizzato che sembra aver giocato sporco con gli asset dei clienti. Questa dovrebbe essere un’equazione semplice. I clienti devono depositare fondi in FTX e acquistare criptovalute. Quelle criptovalute dovrebbero restare lì. Non dovrebbero essere spostato altrove, prestate o utilizzate come capitale per qualsiasi tipo di attività – da Alameda o chiunque altro.

Cosa viene dopo?

Il token, FTT, è sceso a spirale e deve affrontare una battaglia per sopravvivere.

Di conseguenza, è probabile che Alameda festeggi, anche se sopravvive. Il token è sceso di quasi il 75% durante la notte e a marzo veniva scambiato a 45$. Alameda ha garantito prestiti con FTT (di nuovo, vedi aboe bilancio), che stava creando (per procura) dal nulla. E ora l’economia circolare è crollata.

Per quanto riguarda gli asset dei clienti in FTX, questa è la parte inquietante. Spero davvero che i clienti ottengano indietro i loro soldi, ma è difficile da dire in questo momento. Probabilmente questo finirà per passare attraverso un lungo processo giudiziario, e si spera che ottengano il più possibile indietro, ma al momento non sappiamo quale sia la dimensione del buco.

C’è anche incertezza su CZ e Binance. Se l’acquisizione di FTX andrà a buon fine – e questo è un grande se – allora potrebbe avere un ruolo da svolgere in tutto questo.

Non sappiamo cosa abbia fatto FTX con i fondi dei clienti. Seguirò questo pezzo con un’analisi dei flussi sulla catena per cercare di accertare se FTX stesse inviando qualcosa ad Alameda. Onestamente, è l’unica teoria che ho.

Come continuo a dire, FTX non è una banca. Non dovrebbe essere soggetta a una crisi di liquidità. Gli asset non dovrebbero nemmeno essere supportati 1:1, gli asset dovrebbero semplicemente… restare lì.

Ma in questo caso le cose sono andate molto male. Ancora una volta, è un altro giorno molto buio per le criptovalute in un anno che continua a maltrattarle.

E ancora una volta, sono gli investitori al dettaglio che potrebbero pagare il prezzo più alto.