Le azioni Carlsberg crollano dopo che Britvic ha rifiutato un’offerta pubblica di acquisto da 3,9 miliardi di dollari

Di:
su Jun 21, 2024
Listen
  • Le azioni Carlsberg sono scese dell'8,0%, il più grande calo in un solo giorno in oltre quattro anni.
  • Britvic ha rifiutato l'offerta pubblica di acquisto migliorata di Carlsberg da 3,11 miliardi di sterline, citando la sottovalutazione.
  • Le azioni di Britvic sono aumentate del 10,8% dopo la notizia del rifiuto.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Venerdì le azioni di Carlsberg hanno registrato il calo giornaliero più significativo in più di quattro anni, in seguito all’annuncio che il produttore britannico di bevande analcoliche Britvic aveva rifiutato la proposta di acquisizione da 3,11 miliardi di sterline (3,9 miliardi di dollari) del produttore di birra danese.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Il rifiuto ha fatto crollare le azioni Carlsberg dell’8,0% alle 10:21 BST, secondo i dati LSEG, segnando il più grande calo delle azioni in un giorno della società dal 12 marzo 2020, quando le azioni crollarono dell’8,77%.

L’impennata di Britvic e la proposta respinta

Copy link to section

Al contrario, le azioni di Britvic sono aumentate del 10,8% dopo la notizia del rifiuto. All’inizio della sessione, Britvic ha rivelato di aver rifiutato un’offerta pubblica di acquisto in contanti migliorata da parte di Carlsberg il 17 giugno, che offriva 1.250 pence per azione.

Il produttore britannico di bevande analcoliche ha affermato che la proposta “sottovaluta significativamente Britvic e le sue prospettive attuali e future”. Questo è stato il secondo tentativo di Carlsberg, dopo che anche una precedente offerta di 1.200 pence per azione del 6 giugno era stata rifiutata.

La risposta di Carlsberg e considerazioni strategiche

Copy link to section

Carlsberg ha confermato il rifiuto della sua seconda proposta, descrivendola come “un’opportunità irresistibile per gli azionisti di Britvic di realizzare il proprio investimento interamente in contanti a una valutazione interessante”.

Il produttore di birra danese ha fatto sapere che valuterà la sua posizione, fissando la scadenza del 19 luglio per presentare un’offerta definitiva o recedere dalla transazione.

La potenziale acquisizione è in linea con la strategia di crescita a lungo termine di Carlsberg, delineata all’inizio di quest’anno. La strategia enfatizza l’espansione oltre il suo portafoglio principale di birre, lager e birre.

Attualmente, i prodotti “oltre la birra” dell’azienda, compresi i marchi di sidro di mele Somersby e Garage hard seltzer, rappresentano solo il 2% dei suoi volumi totali.

Al contrario, Tuborg, il marchio più grande di Carlsberg, rappresenta circa il 15% dei volumi totali, mentre la birra di punta Carlsberg costituisce il 10%.

Posizione strategica di Britvic e impatto sul mercato

Copy link to section

Britvic, nota per i suoi marchi di base britannici come Robinson Squash e la bevanda analcolica Tango, detiene i diritti esclusivi di imbottigliamento in franchising ventennale in Gran Bretagna per i marchi gassati del colosso statunitense di alimenti e bevande PepsiCo, in base a un accordo stipulato nell’ottobre 2020.

Carlsberg ha un rapporto simile con PepsiCo in Norvegia, Svezia, Svizzera, Cambogia e Laos, e imbottiglia anche prodotti Coca-Cola in Danimarca e Finlandia.

Il rifiuto della proposta di Carlsberg riflette la fiducia di Britvic nelle sue prospettive di mercato attuali e future.

L’offerta pubblica di acquisto ha evidenziato la natura competitiva e dinamica del settore delle bevande, dove le acquisizioni strategiche rappresentano un percorso di crescita ed espansione del mercato.

Reazioni del mercato e implicazioni future

Copy link to section

La reazione del mercato al rifiuto da parte di Britvic della proposta di Carlsberg sottolinea l’impatto significativo che tali manovre aziendali possono avere sulla performance del titolo.

Il notevole calo delle azioni di Carlsberg riflette le preoccupazioni degli investitori circa le implicazioni della fallita acquisizione, mentre l’impennata di Britvic indica la fiducia del mercato nel suo potenziale di crescita autonomo.

Mentre Carlsberg rivaluta la propria posizione, le prossime settimane saranno cruciali per determinare la linea d’azione futura. La scadenza del 19 luglio manterrà gli investitori e gli osservatori del settore in allerta per eventuali sviluppi.

Questo periodo consentirà inoltre ad entrambe le società di definire strategie ed eventualmente riconsiderare i propri approcci alla luce della risposta del mercato.

Lo scenario che si delinea tra Carlsberg e Britvic evidenzia le complessità e i calcoli strategici coinvolti nelle principali acquisizioni aziendali.

Con il crollo delle azioni di Carlsberg e l’impennata di Britvic, le dinamiche del mercato sono destinate ad evolversi con l’avvicinarsi della scadenza del 19 luglio.

Entrambe le società devono affrontare questo periodo con un’attenta considerazione dei propri obiettivi strategici a lungo termine e del posizionamento sul mercato.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Mondo