Il settore immobiliare del Regno Unito non è più influenzato dall’instabilità economica

By: Damian Wood
Damian Wood
Essendo un operatore di borsa esperto, gestisco da solo il mio piccolo portafoglio di azioni e investo in diversi… read more.
on Gen 9, 2020
Updated: Feb 11, 2020
  • Un fondo di investimento immobiliare ha riferito ieri che, nonostante l'instabilità economica e politica della regione, le tariffe degli affitti nel Regno Unito sono aumentate nell'ultimo anno.
  • Real Estate Investors PLC ha dichiarato che gli affitti contratti sono aumentati di 17,7 milioni di sterline, cioè del 3,9% nel 2019.
  • La società d'investimento è fiduciosa che quest'anno ci saranno sviluppi migliori per il settore immobiliare britannico.

Un fondo di investimento immobiliare ha riferito ieri che, nonostante l’instabilità economica e politica della regione, le tariffe degli affitti nel Regno Unito sono aumentate nell’ultimo anno. RealeEstate Investors PLC ha dichiarato che i contratti d’affitto hanno registrato un aumento di 17,7 milioni di sterline, pari al 3,9% nel 2019.

Il trust, che vanta un portafoglio di circa 1,4 milioni metri quadri di immobili commerciali, ha rinnovato nove contratti di locazione nell’ultimo anno e ha siglato 44 nuovi contratti.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Nonostante gli alti livelli di incertezza economica e politica che hanno creato un mercato relativamente statico nel 2019, abbiamo aumentato le nostre entrate e questo ha coperto il pagamento dei nostri dividendi”, ha dichiarato Paul Bass, CEO dell’azienda.

La Real Estate Investor si concentra anche sul mantenere un portafoglio altamente diversificato per evitare di dipendere eccessivamente da un singolo inquilino o da un singolo settore.

Nel settore del commercio al dettaglio, l’impresa di investimento si concentra sui negozi di quartiere e di convenienza, invece che sulle unità commerciali al coperto e nei grandi magazzini. Lo scorso anno, solo lo 0,6% del reddito della Real Estate Investor (rappresentato da due unità) ha risentito di problemi di insolvenza.

L’anno scorso, gli accordi volontari dell’azienda hanno interessato alcuni proprietari di immobili al dettaglio. Tali contratti hanno lo scopo di garantire che gli inquilini paghino solo piccole somme per estinguere i loro debiti di locazione. Intorno al novembre dello scorso anno, Intu Properties, proprietaria di un centro commerciale, ha rivendicato che tali accordi stipulati presso l’Arcadia Group Ltd, proprietaria di Topshop, e della Monsoon Accessorize, con sede nel Regno Unito, hanno avuto un impatto negativo sulla società.

Sempre lo scorso anno, la società Real Estate Investors ha aggiunto al proprio portafoglio diversi investimenti immobiliari polifunzionali a Leamington Spa, nel Warwickshire, per un costo di circa 9,3 milioni di sterline. Oggi, le unità sono occupate da aziende rinomate come McDonald’s Corp, Telefonica SA’s 02 e la catena di saloni Toni & Guy, tra le tante.

Il futuro sembra luminoso per il trust immobiliare, che sembra annunciare un aumento dei dividendi periodici. L’acconto sui dividendi dell’anno scorso è stato di 1,875 pence per ogni azione detenuta nella società, mentre il dividendo del terzo trimestre è stato di 0,9375 pence per azione.

L’amministratore delegato dell’azienda è fiducioso che questo nuovo anno sia migliore per il settore immobiliare del Regno Unito.

“Guardando al 2020, ci aspettiamo che il desiderio di investire che si è accumulato negli ultimi 12 mesi venga liberato, il che probabilmente stimolerà i nostri mercati e creerà ulteriori opportunità per la Real Estate Investors”, ha osservato Bassi.

Da questa mattina, le azioni dell’azienda sono state scambiate a 53,50 sterline al London Securities Exchange, dopo un guadagno dello 0,9% all’inizio di questa settimana.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro