USD/JPY sale mentre il surplus commerciale del Giappone crolla del 90% a marzo

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Apr 20, 2020
Updated: Apr 28, 2020
  • La coppia USD/JPY è cresciuta dopo che il Ministero delle Finanze ha pubblicato i deludenti numeri di marzo.
  • Le esportazioni giapponesi sono diminuite dell'11,7% a marzo, la peggiore performance dal 2018.
  • Il volume del commercio peggiorerà ad aprile a causa dell'attuale pandemia di Coronavirus.

La coppia USD/JPY è cresciuta nelle prime fasi di trading in quanto il mercato ha reagito all’aumento dei casi di Coronavirus in Giappone, alle crescenti tensioni tra Cina e Stati Uniti e al forte declino del commercio.

USD/JPY
USD/JPY in salita dopo che il Giappone ha rilasciato un debole volume di scambi commerciali

I casi di Coronavirus aumentano in Giappone

Il numero di casi di Coronavirus è aumentato in Giappone durante il fine settimana. Secondo Worldometer, il numero di casi di Coronavirus confermati in Giappone è salito da circa 2.300 casi il 1° gennaio a più di 10.000. Il numero di decessi è aumentato da meno di 100 a più di 220, domenica scorsa.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La situazione sta peggiorando a Tokyo, dove gli ospedali stanno allontanando sempre più persone, secondo Bloomberg. Un altro rapporto della BBC dice che le cose peggioreranno nei prossimi giorni, a meno che il governo non aumenti gli investimenti nel settore.

Queste notizie sono arrivate pochi giorni dopo che Shinzo Abe ha annunciato lo stato di emergenza in tutto il Paese. La dichiarazione significa che i governatori di tutti gli stati del Paese saranno liberi di ordinare la chiusura di imprese e scuole.

La settimana precedente, Abe aveva annunciato un enorme stimolo di 1 trilione di dollari che aiuterà i cittadini e le imprese a superare la tempesta. Secondo la Reuters, la maggior parte delle aziende del Paese ritiene che il pacchetto di stimoli è arrivato troppo tardi.

Il volume del commercio giapponese delude

I dati rilasciati oggi dal Ministero delle Finanze hanno mostrato quanto le cose vadano male. A marzo, le esportazioni giapponesi sono diminuite di oltre l’11,7%, scendendo a 6,3 trilioni di yen. Questo è stato il peggior calo delle esportazioni dall’agosto 2016. In realtà, le esportazioni del Paese sono in rosso dal dicembre 2018.

Secondo il ministero, a marzo le importazioni sono diminuite del 5%. Questo risultato è stato migliore del precedente calo del 13,9%. Le importazioni del Giappone sono in calo dal giugno dello scorso anno, quando il Paese ha iniziato una guerra commerciale con la Corea del Sud. Come risultato di tutto ciò, la bilancia commerciale è scesa da oltre 1,1 trilioni di yen a meno di 4,9 miliardi di yen.

Secondo gli analisti, queste dinamiche rischiano di spingere il Paese in una profonda recessione. Gli analisti di UBS prevedono un calo dell’economia di oltre il 18% nel secondo trimestre. Quelli di Citigroup (NYSE: C) prevedono una contrazione dell’economia di quasi il 20%. L’economia ha subito una contrazione del 6,3% nel quarto trimestre dello scorso anno.

Le tensioni tra Stati Uniti e Cina

La coppia USD/JPY ha anche reagito alle nuove tensioni tra Stati Uniti e Cina. Sabato, Donald Trump ha detto che la Cina avrebbe affrontato le conseguenze se fosse risultata “consapevolmente responsabile” dell’attuale epidemia.

Il presidente ha quindi reagito alla notizia che il Coronavirus è stato prodotto in un laboratorio di Wuhan. La Cina e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno negato con veemenza le accuse.

Le discussioni tra Washington e Pechino rischia di diventare un’altra questione geopolitica pochi mesi dopo che i due Paesi EMA a 100 e 50 giorni sul grafico a quattro ore. Inoltre, la volatilità della coppia, misurata dall’Average True Range, è in calo. Nella maggior parte dei casi, si tratta di solito della calma prima della tempesta, il che significa che la coppia potrebbe vedere presto un significativo breakout in entrambe le direzioni.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro