EUR/USD fallisce a 1,10$ e crolla più in basso

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Mag 22, 2020
  • I dati PMI sono migliori del previsto e segnalano la ripresa dell'attività commerciale.
  • La BCE ribadisce la disponibilità ad aumentare le dimensioni e ad estendere la durata del suo PEPP.
  • I rialzisti EUR falliscono ancora una volta a 1,10 dollari, aprendo la strada a un cambiamento di tendenza.

La coppia EUR/USD non è riuscita a superare il livello di 1,10 dollari per la seconda volta questo mese, segnalando una potenziale inversione di tendenza. In una notizia a parte, JP Morgan ha avvertito che il declino della valuta sta arrivando anche sui mercati.

Analisi fondamentale: PMI positivi

Gli ultimi dati PMI provenienti dall’Europa hanno dimostrato che i valori stanno migliorando, pur rimanendo all’interno della zona di contrazione. Il PMI manifatturiero è arrivato a 39,5, molto meglio del 33,4 di aprile e del 38,0 previsto dagli analisti. Inoltre, il PMI servizi è salito al picco massimo degli ultimi tre mesi pari a 28,7 rispetto al precedente 12,0.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“L’Eurozona ha visto un ulteriore crollo dell’attività commerciale a maggio, ma i dati dell’indagine hanno almeno fornito segnali rassicuranti che la flessione ha probabilmente toccato il fondo in aprile”, ha detto Chris Wiliamson di IHS Markit.

A parte questo, Philip Lane, membro del consiglio di amministrazione della BCE, ha detto che sembra chiaro ora che il trimestre in corso rappresenta la depressione della crisi. Tuttavia, tutti i possibili scenari sviluppati dalla BCE puntano verso una profonda recessione.

“In termini di performance trimestrale, si prevede una significativa ripresa nel corso dell’estate, in linea con l’eliminazione delle più severe misure di lockdown. Tuttavia, gli scenari differiscono in termini di durata e gravità delle restrizioni legate al virus sull’attività economica e sul comportamento delle famiglie e delle imprese nel resto del 2020 e per tutto il 2021”, ha scritto Lane.

Data la portata della crisi, Lane ha ribadito che la BCE è pronta ad aumentare le dimensioni e ad estendere la durata del suo “Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (PEPP)”.

Analisi tecnica: I rialzisti EUR falliscono a 1,10$

Dopo tre giorni di rialzi, gli acquirenti dell’EUR non sono riusciti a sostenere lo slancio positivo dopo aver testato la soglia di 1,10 dollari per la seconda volta questo mese. L’azione di prezzo si è chiusa ieri sopra la 100-DMA, che ha lanciato l’EUR verso la 200-DMA sopra il livello di 1,10 dollari.

Grafico giornaliero EUR/USD (TradingView)

“Parte del declino è la debolezza della propensione al rischio sulle preoccupazioni USA-Cina, ma si tratta in gran parte di una mossa tecnica. Per il secondo giorno, la coppia EUR/USD non è riuscita a mantenere i guadagni al di sopra della gamma di resistenza 1.1000/20 e ora i venditori hanno preso il sopravvento”, ha scritto l’analista Adam Button.

Una chiusura giornaliera al di sotto di 1,0965 dollari sarebbe molto negativa per gli acquirenti, in quanto la ripresa di oggi sarebbe classificata come un fallimento. Questo probabilmente inviterà più vendite nel fine settimana con i venditori che cercano di spingere il prezzo a ribasso, alla cifra di 1,08 dollari.

In sintesi

La coppia EUR/USD non è riuscita ancora una volta a superare il livello di 1,10 dollari, il che segna il secondo fallimento di questo mese. Di conseguenza, i venditori possono forzare l’azione di prezzo al di sotto di 1,09 dollari ancora una volta.