I prezzi dell’oro scendono dell’1% sulle prese di profitto, testano il supporto chiave a breve termine

Scritto da: Michael Harris
Giugno 4, 2020
  • I prezzi dell'oro sono scesi dell'1,2% sulle prese di profitto, testando il supporto chiave a breve termine.
  • I prezzi del metallo giallo si stanno avvicinando al supporto chiave a breve termine.
  • Gli analisti avvertono che l'oro è probabile che rimanga basso per le tensioni tra Stati Uniti e Cina.

I prezzi dell’oro sono scesi di oltre l’1% nel giorno in cui l’azione di prezzo si avvicina al supporto chiave a breve termine intorno ai 1.700 dollari. Due settimane fa, il prezzo del metallo giallo aveva raggiunto i livelli più alti dal 2012.

Analisi fondamentale: la presa di profitto spinge i prezzi verso il basso

Il prezzo dell’oro ha perso circa il 2% negli ultimi due giorni, molto probabilmente a causa di alcune attività di presa di profitto da parte dei primi investitori. Prima di questo ripiegamento, i prezzi dell’oro avevano raggiunto un massimo di 7 anni a maggio, sopra i 1.760 dollari.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Ogni segnale fondamentale per l’oro è stato rialzista in precedenza [martedì]. L’improvvisa inversione di tendenza è contrariata e porta profitto. L’oro è stato costante grazie alle proteste che si sono trasformate in rivolte in tutto il Paese, le tensioni tra Stati Uniti e Cina sono ancora in aumento e non stanno migliorando”, ha detto Jeff Wright, vice presidente esecutivo di GoldMining Inc.

Tuttavia, gli investitori sembrano essere cauti riguardo a un ritiro più profondo, data la situazione negli Stati Uniti, con disordini e tensioni con la Cina.

“Ci sono crescenti preoccupazioni sul fatto che l’accordo tra Stati Uniti-Cina Fase Uno stia per essere annullato”, ha detto Edward Moya, un analista di mercato senior presso il broker OANDA.

È stato riferito in precedenza che la Cina ha ordinato alle sue aziende statali di fermare gli acquisti di carne di maiale dalle principali aziende agricole statunitensi per ripicca, dopo che Trump ha detto che avrebbe annullato il trattamento speciale che ha sempre riservato per Hong Kong.

Analisi tecnica: i prezzi dell’oro si avvicinano al supporto a breve termine

Il calo sta proseguendo, dato che i prezzi dell’oro si stanno avvicinando al sostegno fondamentale a breve termine. Questa linea di tendenza sta collegando i minimi più profondi con le vendite che ora minacciano di porre fine a questa serie e di spingere i prezzi più in basso.

“Il metallo giallo vede il supporto vicino ai 1.725 dollari per oncia, anche se i compratori perdono l’appetito avvicinandosi alla soglia dei 1.750 dollari a causa dell’incertezza per quanto riguarda una nuova cessione del rischio, nonostante le notizie poco promettenti dal fronte USA-Cina”, ha detto Ipek Ozkardeskaya, analista senior di Swissquote Bank.

Un altro importante supporto orizzontale si trova a 1.700 dollari, il che rende questo livello estremamente importante nel breve termine. Potremmo anche vedere nuovi acquirenti di oro che arrivano a difesa di questo livello. Una pausa al di sotto di questa confluenza di supporto potrebbe aprire la porta ad un movimento verso i 1.645 dollari.

In sintesi

I prezzi dell’oro sono scesi di oltre l’1% nel corso della giornata, poiché gli investitori a breve termine e i primi investitori stanno raccogliendo i loro profitti. È probabile che l’oro rimanga basso a causa delle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina, e ai disordini in corso negli Stati Uniti.