Azioni ProSieben in calo del 6% dopo che il CEO respinge le voci sulla fusione

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Giu 11, 2020
  • Il CEO di ProSiebenSat.1 Media respinge le voci di fusione, un atto che può portare a un'offerta ostile.
  • Mediaset di Berlusconi e Media Invest Ceca di Kretinsky potrebbero tentare un'acquisizione ostile.
  • Le azioni crollano di oltre il 6% dopo il raddoppio del loro valore dal minimo di 10 anni di marzo.

Le azioni di ProSiebenSat.1 Media (ETR: PSM) sono scese oggi di oltre il 6% dopo che l’amministratore delegato della società di broadcasting con sede in Germania ha respinto le voci riguardo la fusione con varie TV europee, cosa che alla fine potrebbe portare a un tentativo di acquisizione ostile da parte della nostrana Mediaset TV.

Analisi fondamentale: “Poche sinergie” nelle fusioni, dice il CEO

Rainer Beaujean, il neo-assunto CEO di ProSiebenSat.1 Media, ha respinto le voci sulle possibili fusioni con le emittenti TV europee.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Una fusione transeuropea porterebbe poche sinergie”, ha detto Beaujean.

In questo modo, Beaujean ha respinto le voci secondo cui ProSiebenSat.1 Media fosse in trattative con la Mediaset di Berlusconi o con la ceca Media Invest di Daniel Kretinsky per un’eventuale fusione. Entrambe le società possiedono una partecipazione a due cifre in ProSiebenSat, con una quota di Mediaset che si ritiene si aggiri intorno al 24,2% e una quota del 10% di Czech Media.

Mediaset ha fatto pressione su Beaujean per elaborare una strategia di crescita credibile, il che ha portato a voci che il gigante italiano potrebbe lanciare un’offerta ostile. Beaujean ha anche respinto le richieste di fusione tra la società monacense ProSiebenSat.1 Media e RTL Group, due delle maggiori emittenti televisive tedesche.

Il CEO si è invece impegnato a portare aventi la creazione dei “principali contenuti di intrattenimento e infotainment in Germania, Austria e Svizzera”. Ha anche detto che la società prevede di tornare ad un payout del 50% degli utili netti rettificati il prossimo anno.

Beaujean, che in precedenza aveva ricoperto il ruolo di CFO presso ProSiebenSat.1 Media, è diventato il nuovo CEO a marzo dopo la brusca uscita dell’allora CEO Max Conze.

“[ProSieben] tornerà a concentrarsi maggiormente sul nostro segmento principale dell’intrattenimento e sul business sostenibile e redditizio”, ha dichiarato Beaujean a marzo.

ProSiebenSat.1 Media è la seconda società televisiva privata tedesca per grandezza, dopo RTL Group.

Analisi tecnica: azioni in declino

Dopo il minimo storico degli ultimi 10 anni raggiunto a marzo, le azioni di ProSiebenSat.1 Media hanno fatto un salto di circa il 100% raddoppiando di valore nelle ultime settimane. Ancora più importante è il fatto che il prezzo del titolo è riuscito a superare nuovamente 10,70, un livello importante per il titolo.

Grafico settimanale delle azioni PSM (TradingView)

Come si vede nel grafico sopra, i compratori si sono fermati alla linea di tendenza discendente che collega i massimi inferiori. Affinché i compratori possano rompere questa linea, è necessaria una rottura netta sopra il prezzo di 13,00 per far uscire il titolo dall’area ribassista. Tuttavia, i buyer stanno lottando per rimanere sopra 11,50, che è un livello importante a breve termine, quindi potremmo vedere un calo più esteso nei prossimi giorni.

In sintesi

Le azioni di ProSiebenSat.1 Media hanno subito un calo di oltre il 6%, dopo che il CEO Rainer Beaujean ha respinto le voci riguardo la possibile fusione con alcune delle più grandi aziende televisive europee. La sua posizione potrebbe alla fine portare a un’offerta ostile da parte della Mediaset di Berlusconi, che possiede una quota del 24,2% della società tedesca.