Ecco perché oggi il prezzo delle azioni Intercept è crollato del 40%

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Giu 29, 2020
  • La FDA ha respinto la domanda di Intercept per l'approvazione di un farmaco per le malattie epatiche.
  • Secondo Intercept la decisione è stata presa prematura e presa basandosi su dati incompleti.
  • Il prezzo di Intercept crolla del 40% a seguito della dichiarazione e raggiunge i livelli più bassi dal 2013.

Le azioni di Intercept Pharmaceuticals, Inc (Nasdaq: ICPT) sono precipitate di oltre il 40% dopo che la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha rifiutato di approvare il farmaco dell’azienda contro le malattie del fegato. Di conseguenza, il prezzo delle azioni Intercept è sceso a un minimo storico degli ultimi 7 anni.

Analisi fondamentale: “Decisione prematura” dice il CEO

Intercept, la società biofarmaceutica con sede negli Stati Uniti che sviluppa nuove terapie per il trattamento delle malattie del fegato, ha detto oggi che la FDA ha rifiutato di approvare il suo farmaco per le malattie croniche del fegato.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La società farmaceutica ha presentato una domanda per un nuovo farmaco (NDA) per l’acido obetilcolico (OCA). Questa terapia è usata per trattare la fibrosi, una malattia cronica legata all’obesità, causata dalla steatoepatite non alcolica (NASH).

“L’Agenzia [FDA] ha stabilito che il beneficio previsto dell’OCA basato su un endpoint istopatologico surrogato rimane incerto e non supera sufficientemente i rischi potenziali per sostenere l’approvazione accelerata per il trattamento dei pazienti con fibrosi epatica”, ha spiegato Mark Pruzanski, M.D., Presidente e CEO di Intercept.

La FDA ha richiesto ad Intercept ulteriori dati e informazioni, compresi i dati di analisi post-interinale di uno studio in fase avanzata. In risposta, Intercept sostiene che la decisione è stata presa prematuramente e “sulla base di una revisione apparentemente incompleta”.

“A nome della comunità epatologica, siamo molto preoccupati che le aspettative dell’Agenzia, apparentemente ancora in evoluzione, renderanno estremamente impegnativo portare terapie innovative ai pazienti della NASH con elevate esigenze mediche non soddisfatte”, ha aggiunto Pruzanski.

La FDA deve ancora approvare il trattamento per la NASH, una malattia che colpisce circa il 25% degli americani.

Analisi tecnica: il minimo degli ultimi 7 anni

In seguito al comunicato di oggi, il prezzo del titolo Intercept è sceso del 40%. Il prezzo delle azioni ha toccato un minimo di 7 anni, arrivando per la prima volta dal 2013 al di sotto della soglia dei 45 dollari. I venditori mireranno ora al livello di 42 dollari.

Grafico giornaliero delle azioni Intercept (TradingView)

Fino a venerdì scorso, le azioni di Intercept erano scambiate in un triangolo simmetrico. L’azione di prezzo ha testato il sostegno del triangolo prima che la decisione della FDA la spingesse molto più in basso. Il minimo di marzo, circa 47,50 dollari, è ora probabile che agisca come nuovo livello di resistenza.

In sintesi

Oggi, il prezzo delle azioni Intercept è sceso del 40% a seguito della decisione della U.S. Food and Drug Administration di respingere la sua richiesta di approvazione del suo farmaco per le malattie croniche del fegato. Di conseguenza, le azioni sono quotate al minimo storico degli ultimi 7 anni al di sotto della soglia di 45 dollari.