Corte d’appello USA ripristina la sentenza da £182 milioni GSK vs. Teva Pharmaceutical

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Ott 4, 2020
  • La corte d'appello federale degli Stati Uniti ripristina la sentenza di GSK contro Teva Pharmaceutical.
  • Teva esprime delusione e ribadisce di non essere stata coinvolta nella violazione.
  • GlaxoSmithKline ha investito £130 milioni per una partecipazione del 10% nella società CureVac.

La Corte d’Appello Federale degli Stati Uniti ha dichiarato venerdì scorso che Teva Pharmaceutical Industries Ltd (TLV: TEVA) è tenuta a rimborsare GlaxoSmithKline plc (LON: GSK) con un pagamento di £182,09 milioni, un verdetto originariamente emesso da una giuria nel 2017.

A £704,50 per azione, Teva Pharmaceutical è ora in calo di circa l’8% da inizio anno nel mercato azionario. A marzo, le azioni della società erano scese fino a £571 per azione a causa dei problemi legati al COVID-19. Teva ha attualmente una capitalizzazione di mercato di £7,75 miliardi e un rapporto prezzo/utili di 3.516.

Teva ha venduto un’alternativa generica del farmaco per il cuore brevettato da GSK

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Teva Pharmaceutical rischia la sanzione per la vendita di un’alternativa generica del farmaco per il cuore brevettato da GSK Coreg. GSK aveva un elenco di condizioni da rispettare coperte dal suo brevetto. Ma la decisione di venerdì scorso ha affermato che ci sono prove sostanziali che Teva Pharmaceutical fosse coinvolta nella violazione di brevetto poiché ha spinto i medici a raccomandare la sua alternativa generica.

Nella dichiarazione di venerdì, GSK si è detta soddisfatta della sentenza. Teva, d’altra parte, ha dimostrato delusione esprimendo piani di appello contro la decisione. L’azienda con sede in Israele ha ribadito la sua posizione di non aver commesso violazioni di brevetto. L’unità statunitense di Teva è stata sotto indagine per fissazione dei prezzi qualche mese fa, ad agosto.

Il farmaco Coreg di GSK ha attualmente una licenza dalla FDA degli Stati Uniti per essere commercializzato per condizioni cardiache come ipertensione, insufficienza cardiaca congestizia e disfunzione ventricolare sinistra a seguito di un infarto del miocardio (infarto).

Teva Pharmaceutical aveva iniziato a vendere un’alternativa generica al posto del Coreg, dal 2007. GlaxoSmithKline aveva citato in giudizio Teva nel 2014 e una giuria del Delaware ha reputato Teva Pharmaceutical colpevole condannandola a pagare £181 milioni a GSK in perdita di profitto e royalties aggiuntive, valutate a £1,08 milioni.

GSK ha investito £130 milioni per una partecipazione del 10% in CureVac

Nel 2019, il giudice Leonard Stark della Corte distrettuale degli Stati Uniti aveva ribaltato la decisione della giuria, commentando che i medici avrebbero potuto raccomandare le compresse generiche di Teva a causa di una serie di altri fattori.

In un precedente annuncio fatto lo scorso luglio, GSK ha dichiarato che investirà £130 milioni per ottenere una partecipazione del 10% in CureVac.

GSK ha chiuso venerdì scorso con un calo dell’1%. Su base annuale, le azioni della società sono attualmente in calo di circa il 20% nel mercato azionario. Al momento, GlaxoSmithKline ha un valore di £144,50 miliardi e ha un rapporto prezzo/utili di 10,87.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro