Il prezzo del greggio non riesce a superare i $42 dopo che IEA e OPEC tagliano le prospettive della domanda

Scritto da: Michael Harris
Novembre 12, 2020
  • AIE e OPEC hanno tagliato le prospettive della domanda globale di petrolio per il 2020.
  • I prezzi del greggio sono scambiati di circa l'1,4% in più oggi per tornare a $42,00.
  • Il rischio è ancora inclinato al ribasso poiché i venditori intendono passare a $40,40.

L’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) e l’OPEC hanno entrambe tagliato la domanda globale di prodotti petroliferi a causa del numero crescente di nuove infezioni da COVID-19.

Analisi fondamentale: il rialzo che si attenua

L’IEA ha tagliato le sue previsioni sulla domanda globale di petrolio per quest’anno poiché è altamente improbabile che il COVID-19 avrà un impatto significativo, così come all’inizio del prossimo anno. L’Agenzia ora prevede che la domanda globale di petrolio diminuirà di 8,8 milioni di barili al giorno (bpd), che è inferiore ai 9,2 bpd previsti il mese scorso.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Nel 2021, l’AIE prevede che la domanda di petrolio aumenterà date le prospettive depresse per quest’anno.

“È troppo presto per sapere come e quando i vaccini consentiranno di riprendere una vita normale. Per ora, le nostre previsioni non prevedono un impatto significativo nella prima metà del 2021,” ha affermato l’AIE nel loro rapporto mensile.

In modo simile, anche l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) ha tagliato le sue stime per la domanda globale di petrolio sia per il 2020 che per il 2021, citando sia le infezioni da COVID-19 che le deboli prospettive economiche.

L’OPEC prevede ora un calo di circa 9,8 milioni di barili al giorno rispetto allo stesso periodo di un anno fa, ancora una volta inferiore di 0,3 milioni di barili al giorno. Le prospettive per il 2021 dovrebbero migliorare, ma l’OPEC prevede ora una correzione al ribasso di 0,3 milioni di barili rispetto alle previsioni emesse il mese scorso.

“Queste revisioni al ribasso tengono conto principalmente degli aggiustamenti al ribasso delle prospettive economiche nelle economie dell’OCSE a causa delle misure di contenimento del COVID-19, con i relativi impatti negativi sui trasporti e sulla domanda di combustibili industriali fino alla metà del 2021,” ha affermato l’ OPEC in una dichiarazione.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Analisi tecnica: i rialzisti non riescono a mantenere i guadagni

I prezzi del greggio sono scambiati in rialzo di circa l’1,4% oggi, a 42,00 dollari poiché gli acquirenti costringono un ritorno sulla “scena del crimine,” dato che il prezzo del WTI ieri non è riuscito a chiudere sopra i 42 dollari, nonostante un andamento verso i 43 dollari a un certo punto.

Grafico giornaliero delle azioni del greggio (TradingView)

Due prospettive modificate per il 2020 e il 2021 di IEA e OPEC hanno danneggiato le prospettive del prezzo del greggio a breve termine, invitando a una maggiore pressione di vendita per i trader di petrolio. Sebbene il massimo di ieri rappresenti un massimo di 2 mesi per il prezzo del greggio, il rischio è ancora inclinato al ribasso mentre i venditori vedono una mossa a 40,40 dollari.

In sintesi

Sia l’AIE che l’OPEC hanno tagliato le loro prospettive di domanda globale di petrolio per il 2020 sulla scia dell’aumento dei casi di coronavirus in Europa e negli Stati Uniti. I prezzi del petrolio greggio sono scambiati al di sotto di 42 dollari per il momento mentre i rialzisti lottano per chiudere sopra questo punto di svolta.