Le azioni bancarie “vanno a gonfie vele” afferma un’analista

Scritto da: Jayson Derrick
Dicembre 1, 2020
  • L'analista bancario della Morgan Stanley ha ribassato due volte Bank of America e le azioni JP Morgan.
  • L'analista è ottimista sui titoli di credito al consumo.
  • Alcune delle scelte migliori della società di ricerca includono American Express, Capital One, tra le altre.

Secondo l’analista della Morgan Stanley Betsy Graseck, le azioni bancarie sono “vanno a gonfie vele”, ma non tutte le banche ne trarranno gli stessi identici benefici.

Rialzista sul settore

L’analista bancaria della Morgan Stanley è ora più positiva sul settore in vista di molteplici vaccini contro il coronavirus che si fanno strada al grande pubblico, ha riferito Bloomberg. Una prospettiva positiva sull’economia si tradurrà in una “ondata” di rilascio di riserve e rendimenti di capitale per un periodo di due anni.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Pertanto, secondo Bloomberg, l’analista ha rivisto il suo rating sul settore delle banche a grande capitalizzazione e del credito al consumo da “normale” ad “attraente”. Il tono più rialzista si basa sulle aspettative che gli Stati Uniti saranno già tornati a un certo grado di “normalità” in questo periodo nel prossimo anno.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Non tanto su tutte le azioni

Ma questo non vuol dire che tutte le azioni bancarie del settore debbano essere acquistate. È vero il contrario, poiché la Morgan Stanley è ora ribassista su azioni come Bank of America Corp (NYSE: BAC) e JPMorgan Chase & Co. (NYSE: JPM) .

In effetti, l’analista ha affibbiato sia a Bank of America che alla JPMorgan un doppio downgrade, ciascuna a un rating “underweight”.

La ragione di una posizione ribassista sui due titoli si basa sugli standard di sottoscrizione più rigorosi di Bank of America, secondo Bloomberg. Il downgrade della JPMorgan si basa sulle aspettative di un attento limite di estensione del credito per limitare qualsiasi slancio al rialzo derivante dai problemi economici indotti dalla pandemia.

Alla Goldman Sachs Group Inc (NYSE: GS) è stato risparmiato un doppio downgrade. Piuttosto, il titolo è stato declassato da Equal-Weight a Underweight. L’analista prevede che i ricavi della Goldman Sachs diminuiranno con la “volatilità del mercato e l’urgenza intorno all’attività di raccolta di capitali (sia azioni che debito) diminuiranno” il prossimo anno.

Perché i titoli di credito al consumo?

I titoli di credito al consumo sono meglio posizionati in futuro poiché il gruppo è in una posizione migliore per trarre vantaggio dal calo dei livelli di disoccupazione. Nel frattempo, il consumatore statunitense è in una forma migliore ora rispetto all’ultima recessione con un debito inferiore e prezzi delle case più elevati.

L’aggiunta di stimoli fiscali rende i titoli di credito al consumo “tra i pochi che non riflettono ancora una ripresa a forma di V”, ha affermato l’analista citando Bloomberg.

I migliori titoli azionari

Secondo il riepilogo di Bloomberg della nota dell’analista, tre delle prime scelte della società di ricerca nel settore bancario sono:

  1. Ally Financial Inc (NYSE: ALLY): rimane interessante in mezzo alla ripresa automatica in corso ed è “una delle migliori” per il margine di interesse netto.
  2. American Express Company (NYSE: AXP): la normalizzazione offre un “richiamo” per il settore dei viaggi e delle spese.
  3. Capital One Financial Corp. (NYSE: COF): nella posizione migliore per premiare gli azionisti con grandi acquisti di azioni proprie.