I prezzi del greggio scendono perché l’OPEC non riesce a concordare i tagli alla produzione

Scritto da: Michael Harris
Dicembre 2, 2020
  • L'OPEC non è riuscita a raggiungere un accordo sull'estensione delle riduzioni di produzione.
  • Ha avvertito che è probabile che le gravi sfide indotte dal Coronavirus si estendano fino al 2021.
  • I prezzi del greggio hanno chiuso in rialzo di oltre il 26% a novembre.

I prezzi del greggio sono scesi dell’1,5% martedì dopo che sono emerse notizie secondo cui l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) non è riuscita a raggiungere un accordo sui tagli alla produzione di petrolio per il 2021.

Analisi fondamentale: colloqui da riprendere

L’OPEC non è riuscita a raggiungere un accordo sull’estensione delle riduzioni della produzione e ha espresso la sua preoccupazione che le gravi sfide indotte dal coronavirus possano estendersi fino al 2021.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Lo shock per l’industria petrolifera è enorme e il suo grave impatto probabilmente si riverbererà negli anni a venire,” ha detto Abdelmadjid Attar, presidente dell’OPEC e ministro dell’energia algerino.

“La pandemia continua a imperversare con casi in aumento in molte regioni del mondo. Continua a influenzare negativamente l’economia globale e, di conseguenza, i mercati energetici mondiali, in un modo senza precedenti.”

Il gruppo ha accettato di riprendere i colloqui giovedì, poiché i negoziatori stavano lottando per concordare la quantità di petrolio che il gruppo dovrebbe pompare a fronte della domanda debole, secondo Reuters.

Inizialmente l’OPEC avrebbe dovuto introdurre un piano sulla prossima fase della politica di introduzione martedì.

L’ultimo accordo OPEC suggerisce che i freni collettivi dovrebbero diminuire di nuovo a 5,8 milioni di barili al giorno da gennaio, tuttavia, fattori come la domanda moderata nel mercato asiatico, un secondo blocco nazionale in Gran Bretagna e altri Paesi europei hanno esortato i funzionari a chiedere un’estensione dei tagli alla produzione.

Il gruppo ha stimato che la domanda di petrolio diminuirà di circa 9,8 milioni di BPD nel 2020 poiché la persistente pandemia continua a danneggiare la domanda di greggio.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Analisi tecnica: i prezzi scendono

I prezzi del greggio hanno chiuso in rialzo di oltre il 26% a novembre, ma il commercio è stato leggermente inferiore all’inizio di dicembre. Il greggio Brent è sceso di circa lo 0,65% a 47,56 dollari, mentre gli Stati Uniti West Texas Intermediate (WTI) hanno perso l’1,48% raggiungendo quota 44 dollari.

Grafico giornaliero dei prezzi del greggio (TradingView)

L’azione dei prezzi viene scambiata quasi invariata oggi dopo aver registrato 43,94 dollari questa mattina. Una delle principali linee di supporto si trova a 43,80 dollari per gli investitori che desiderano acquistare greggio, mentre gli obiettivi chiave per gli acquirenti si trovano sopra il segno di 50 dollari.

In sintesi

L’OPEC non è riuscita a raggiungere un accordo sui tagli alla produzione, avvertendo che le attuali sfide indotte dal coronavirus potrebbero persistere nel 2021, facendo scendere i prezzi del greggio.