Upgrade di dicembre: acquistare o vendere azioni Microsoft?

Scritto da: Stanko Iliev
Dicembre 3, 2020
  • Microsoft ha riportato risultati migliori del previsto per il Q1 di questo ottobre.
  • Questo titolo rimane costoso per gli investitori a lungo termine.
  • Microsoft sta espandendo l'attività, e l'azienda rileverà un aumento delle entrate in questo anno fiscale.

Le azioni Microsoft (NASDAQ: MSFT) hanno esteso la correzione dai recenti massimi sopra i 227$, registrati nella seconda settimana di novembre. Finché il prezzo è superiore a 200$, questo titolo rimane in un mercato “rialzista” e la pandemia ha solo consolidato ulteriormente la posizione di Microsoft.

Analisi fondamentale: Microsoft ha riportato risultati del Q1 migliori del previsto

Nonostante la pandemia COVID-19, gli affari di questa società stanno andando bene, ma la mia opinione è che le azioni Microsoft siano ancora costose. Microsoft ha riportato risultati Q1 migliori del previsto lo scorso ottobre: il fatturato totale è aumentato del 12% su base annua arrivando a $31,7 miliardi, mentre il GAAP EPS del Q1 è stato di 1,82$ (battuto di 0,28$).

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“La domanda per le nostre offerte cloud ha determinato un buon inizio dell’anno fiscale con il nostro fatturato cloud commerciale che ha generato $15,2 miliardi, in aumento del 31% su base annua. Continuiamo a investire contro la significativa opportunità che ci attende per guidare la crescita a lungo termine”, ha detto il CFO Amy Hood.

La pandemia ha solo consolidato ulteriormente la posizione di Microsoft e la società ha restituito $9,5 miliardi agli azionisti in riacquisti e dividendi durante il trimestre. Microsoft ha lanciato Azure Communication Services e due nuovi modelli di Xbox questo novembre nel tentativo di incassare l’attuale boom dei giochi.

La società ha nominato Christopher Young EVP dello sviluppo aziendale e sarà responsabile dello sviluppo di strategie aziendali globali. È essenziale ricordare che Christopher Young era il CEO del pioniere della sicurezza informatica McAfee e la sua esperienza è un’aggiunta inestimabile per Microsoft.

Ci sono alcuni rischi evidenti quando si tratta di investire in azioni Microsoft e alcuni analisti vedono ancora la valutazione di Microsoft a livelli di bolla. Le azioni Microsoft continuano a essere scambiate in un mercato rialzista, ma con una capitalizzazione di mercato di $1,63 T, questo titolo rimane costoso per gli investitori a lungo termine.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Analisi tecnica: le azioni Microsoft rimangono in zona di acquisto

Questo titolo si è mosso in rialzo dall’inizio di aprile, ma il prezzo non può ancora consolidarsi al di sopra del livello di resistenza di 230$. L’attuale rapporto rischio/rendimento non è buono per gli investitori a lungo termine, ma finché il prezzo è superiore a 200$, questo titolo rimane in una zona di “acquisto”.

Fonte dei dati: tradingview.com

I livelli di supporto critici sono 200$ e 180$, mentre invece 220$ e 230$ rappresentano i livelli di resistenza. Se il prezzo salta sopra i 220$, sarebbe un segnale per acquistare azioni Microsoft, ma se il prezzo scende al di sotto del livello di supporto di 200$, sarebbe un forte segnale di “vendita”.

In sintesi

Microsoft è un’azienda sana e stabile, ma con una capitalizzazione di mercato di $1,63 T, questo titolo è sopravvalutato e l’attuale rapporto rischio/rendimento non è buono per gli investitori a lungo termine. Microsoft ha riportato risultati nel Q1 migliori del previsto lo scorso ottobre; il fatturato totale è aumentato del 12% su base annua a $31,7 miliardi, mentre il GAAP EPS del Q1 è stato di 1,82$ (battuto di 0,28$). Le azioni di questa società continuano a essere scambiate in un mercato rialzista e fintanto che il prezzo di Microsoft è superiore a 200$ di supporto, non vi è alcun rischio di inversione di tendenza.