Prezzi del legname in crescita per l’aumento della spesa edile

Scritto da: Faith Maina
Dicembre 3, 2020
  • La spesa in costruzioni negli Stati Uniti è aumentata dell'1,3% rispetto allo 0,8% previsto a ottobre.
  • Gli investitori puntano su progetti di ricostruzione dopo la fine ufficiale della stagione degli uragani.
  • I bassi tassi di interesse e l'indebolimento del dollaro USA hanno aiutato il rialzo dei prezzi del legname.

I prezzi del legname sono al livello più alto da settembre 2020. Dopo aver chiuso ottobre in calo, i Random Length Lumber Futures sono aumentati di circa il 23,44% arrivando a 649$. L’indebolimento del dollaro USA e l’aumento delle attività di costruzione hanno catalizzato il rally.

Prezzi del legname

La spesa per l’edilizia negli Stati Uniti aumenta vertiginosamente

L’1 dicembre, il Dipartimento del Commercio statunitense ha indicato che la spesa per l’edilizia nel Paese era aumentata dell’1,3% nel mese di ottobre. Gli analisti avevano previsto un aumento dello 0,8%. I guadagni hanno seguito la correzione al ribasso di settembre a un calo dello 0,5%.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La costruzione di case unifamiliari ha ampiamente contribuito ai guadagni di ottobre. Da mesi ormai, la carenza di nuove case unifamiliari ha spinto i costruttori ad intensificare tali progetti. Successivamente, la costruzione di queste case è aumentata del 5,6% nel mese di ottobre. È stato uno dei fattori che ha facilitato l’aumento del 2,9% nelle costruzioni private residenziali.

Il COVID-19 ha provocato una maggiore migrazione verso i sobborghi degli Stati Uniti. Inoltre, la Federal Reserve ha mantenuto i tassi di interesse minimi record compresi tra lo 0% e lo 0,25%. I bassi tassi di interesse hanno migliorato l’accessibilità del credito; un aspetto che ha aumentato la domanda di case residenziali da qui l’aumento dei prezzi del legname.

L’indebolimento del dollaro favorisce i prezzi del legname

Per chiunque desideri investire in commodities, un indebolimento del dollaro USA è un segnale rialzista. Il valore del biglietto verde ha una relazione inversa con i prezzi delle diverse materie prime. L’indice del dollaro USA (DXY) è quotato a 90,97$, il livello più basso da aprile 2018. Questo contesto di debolezza del dollaro ha sostenuto il rally dei prezzi del legname.

Gli analisti hanno previsto che la tendenza al ribasso continuerà nel 2021. Parlando di Bloomberg Markets, Julio Callegari, lead portfolio manager di JPMorgan, ha dichiarato: “Siamo ancora prevenuti per un indebolimento del dollaro, in particolare con il passaggio al 2021. Fondamentalmente, pensiamo di avere gli elementi chiave per una certa debolezza del dollaro”.

Il clima degli Stati Uniti favorisce le attività di costruzione

Il mercato del legname sta reagendo ulteriormente alla notizia che la grave stagione degli uragani atlantici è ufficialmente terminata. Delle 30 tempeste registrate, 12 hanno colpito le coste degli Stati Uniti. Il numero è superiore al record di 9 stabilito nel 1916. La stagione ha avuto 13 uragani e Laura è stato quello più violento. L’uragano ha provocato danni per circa $14 miliardi.

Ora che la stagione degli uragani è ufficialmente finita, le attività di ricostruzione dovrebbero iniziare. Di conseguenza, ci sarà una forte domanda di legname; un fattore che spingerà i suoi prezzi più in alto.

Allo stesso tempo, la maggior parte degli stati degli Stati Uniti centrali e orientali ha registrato un clima caldo da agosto. Con le alte temperature che continuano a novembre, i costruttori sono stati attivi per tutta la stagione. Le continue attività nei cantieri hanno offerto supporto ai prezzi del legname.