McBride aumenta gli utili annuali stimati per la forte domanda di prodotti per la pulizia

Scritto da: Wajeeh Khan
Dicembre 4, 2020
  • McBride aumenta le prospettive di utili poiché il COVID-19 alimenta la domanda di prodotti per la pulizia.
  • Il produttore di prodotti per la pulizia prevede forti vendite a novembre e dicembre.
  • Primark stima un calo delle vendite di £430 milioni questo autunno a causa della crisi COVID-19.

Nella giornata di oggi, McBride plc (LON: MCB) ha alzato la sua previsione per gli utili annuali mentre la pandemia di Coronavirus in corso ha alimentato la domanda di prodotti per la pulizia negli ultimi mesi. La crisi del COVID-19 ha finora contagiato più di 1,6 milioni di persone nel Regno Unito e causato oltre 60.000 morti.

L’attuale stima di mercato per l’utile ante imposte di McBride per l’intero anno che si concluderà il 30 giugno 2021 è pari a £25,2 milioni. Il produttore britannico, tuttavia, si aspetta che il suo utile ante imposte per l’intero anno sia superiore di almeno il 10% rispetto alle stime.

La performance di McBride nel mercato azionario

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Oggi, McBride ha aperto con un rialzo di circa l’8% in borsa. Su base annuale, è in calo del 20% nel mercato azionario nonostante una ripresa del 25% rispetto al minimo della prima settimana di aprile. In confronto, McBride si era comportato in modo piuttosto negativo nel mercato azionario, con un calo annuo di circa il 30%.

Al momento, McBride ha un valore di £129 milioni e un rapporto prezzo/utili di 19,35.

Il proprietario di marchi importanti come Hospec, Clean N Fresh, Ovenpride e Surcare, ha dichiarato oggi che il trading a novembre e dicembre dovrebbe essere migliore rispetto agli stessi mesi dell’anno scorso. A novembre e dicembre 2019, la performance di McBride era rimasta sotto pressione.

Secondo la società con sede a Londra:

“Questa migliore performance dei ricavi, insieme alle continue efficienze degli stabilimenti, al limitato impatto operativo di COVID-19, ai costi operativi inferiori al previsto e ai costi dei fattori produttivi per alcune materie prime su base annua, hanno determinato un miglioramento dei risultati del primo semestre”.

Nell’anno fiscale precedente, McBride aveva registrato un calo del 33% dei guadagni annuali attribuito alla domanda più debole per i prodotti di lavanderia dell’azienda.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Primark stima un calo delle vendite di £430 milioni in questo autunno

In notizie separate dal Regno Unito, Associated British Foods (LON: ABF) ha stimato, per questo autunno, un calo di £430 milioni rivisto al rialzo per le vendite presso la sua filiale di abbigliamento, Primark, a causa della pandemia di Coronavirus in corso.

La società, tuttavia, ha espresso la fiducia che lo shopping fenomenale nel periodo prima di Natale contribuirà a compensare le ripercussioni del COVID-19 sulle vendite. Il mese scorso, AB Foods ha dichiarato che i suoi guadagni per l’intero anno sono stati inferiori del 40% a causa delle interruzioni del COVID-19.

Su base annuale, Associated British Foods è attualmente in calo dell’8% dall’inizio dell’anno nel mercato azionario. Al momento, la multinazionale britannica ha un valore di £18,76 miliardi e un rapporto prezzo/utili di 41,15.