Il mercato del greggio reagisce alle notizie sui vaccini e ai prossimi dati sugli inventari USA

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando Faith non… read more.
on Dic 8, 2020
  • La vaccinazione contro il COVID-19 è iniziata oggi nel Regno Unito.
  • I prezzi del petrolio hanno esteso le perdite per il 2° giorno per i casi di coronavirus elevati.
  • Gli investitori stanno tenendo d'occhio i dati di domani sulle scorte di petrolio greggio negli USA.

I prezzi del petrolio greggio hanno esteso le perdite di questa settimana. Il WTI è in calo dello 0,33% a 45,47$ e, allo stesso modo, il Brent è sceso dello 0,14% a 48,52$. Il continuo ottimismo indotto dalla vaccinazione ha mantenuto i petroli di riferimento rispettivamente al di sopra dei livelli di prezzo psicologico di 45$ e 48$. Tuttavia, l’aumento dei casi COVID-19 ha un impatto sul mercato. Gli investitori attendono con impazienza i prossimi dati sulle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti.

Prezzi del petrolio greggio

Il petrolio greggio dipende dal virus

Il mercato del greggio ha risentito in egual misura dell’impatto dell’ottimismo sui vaccini e del pessimismo indotto dal virus. Da un lato, Brent e WTI sono ancora al di sopra del livello psicologico dei prezzi rispettivamente di 45$ e 48$. La spinta è in gran parte dovuta al sentimento positivo del mercato, innescato dalle notizie sulla vaccinazione contro il coronavirus.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La vaccinazione è iniziata nel Regno Unito. Margaret Keenan, una signora di 90 anni, è stata la prima persona ad essere vaccinata. Ha ricevuto l’iniezione alle 06:31 GMT proprio oggi, l’8 dicembre.

Secondo il vice amministratore delegato dei fornitori del NHS, Saffron Cordery, 50 ospedali in Inghilterra hanno ricevuto il vaccino contro il coronavirus. Il mondo sta osservando attentamente come il Paese sta gestendo le sfide logistiche.

Il Regno Unito è diventata così la prima nazione ad autorizzare il vaccino contro il coronavirus. La sua lista di priorità include gli anziani, gli operatori sociali e sanitari in prima linea e coloro le cui condizioni di salute li mettono ad alto rischio di malattie gravi.

Negli Stati Uniti, Pfizer ha iniziato la spedizione il suo vaccino da Bruxelles a Chicago il 27 novembre. La mossa sarà comunque soggetta all’approvazione della FDA prevista per il 10 dicembre. Le notizie positive sui vaccini dal Regno Unito e dagli Stati Uniti hanno offerto supporto ai prezzi del petrolio greggio.

D’altra parte, l’ondata di casi di coronavirus ha preoccupato gli investitori interessati al trading di petrolio. Gli Stati Uniti hanno stabilito un nuovo record di morti per COVID-19 negli ultimi sette giorni. In precedenza, il 17 aprile il Paese ha raggiunto il picco delle morti legate al coronavirus con 2.232 individui; il massimo attuale è ora di 2.249 morti. Il 7 dicembre, il Paese ha riportato circa 200.000 nuovi casi.

Mentre i Paesi europei stanno allentando con cautela le misure di blocco, il numero di casi è ancora relativamente alto. Il 7 dicembre, la Germania ha registrato circa 15.000 nuovi casi. Lo stesso giorno, Italia, Regno Unito e Russia hanno registrato rispettivamente 13.720, 14.718 e 28.142 nuovi casi. Le cifre indicano che il continente non è ancora fuori pericolo.

Durante questo periodo natalizio, i politici sono desiderosi di non revocare le restrizioni in fretta. Lo status quo in Europa e negli Stati Uniti ha avuto un impatto negativo sulla domanda di petrolio greggio.

Gli investitori terranno d’occhio le scorte di petrolio greggio degli USA

Nel pomeriggio, il mercato del greggio reagirà ulteriormente ai dati dell’American Petroleum Institute sulle azioni del petrolio greggio della scorsa settimana. L’ultimo comunicato stampa ha indicato un aumento dell’offerta poiché le scorte di petrolio sono aumentate di 4,146 milioni di barili rispetto al rialzo di 3,800 milioni di barili della settimana scorsa. Gli analisti avevano previsto una variazione di -2,272 milioni di barili.

Inoltre, mercoledì l’Energy Information Administration (EIA) pubblicherà i dati sulle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti. Nell’ultima versione, la quantità di petrolio greggio in deposito era scesa di -0,679 milioni di barili. Gli esperti si aspettano una rilevazione di -1,514 milioni di barili nell’aggiornamento di domani.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro