L’hard fork Mary di Cardano (ADA) fornisce supporto multi-asset

Scritto da: Ali Raza
Gennaio 13, 2021
  • Cardano è al lavoro dopo il "Fund 2 del Progetto Catalyst" e la proiezione di 500.000$ per il "Fund 3".
  • L'hard fork “Mary” sarà il secondo hard fork Cardano collegato a Goguen dopo l'hard fork combinator "Allegra".
  • Le nuove funzionalità della rete Cardano garantiranno la sua interoperabilità per la DeFi.

Charles Hoskinson, il fondatore di Cardano, ha dato un aggiornamento sul prossimo hard fork di Cardano, Mary. Stando alle ultime notizie, il progetto offrirà supporto multi-asset quando sarà finalmente disponibile il mese prossimo.

Ha fatto questo annuncio durante il suo ultimo AMA, poiché la comunità di Cardano (ADA) attende con ansia di sapere cos’è che offre il nuovo hard fork.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Sebbene la funzionalità sia stata sottoposta a un serio aggiornamento sulla testnet, Hoskinson afferma che l’Hard Fork Combinator (HFC) verrà trasferito sulla mainnet. Inoltre, ci sarà più infrastruttura per occuparsi del modello UTXO esteso.

Produzione di blocchi nelle mani della comunità

Hoskinson è stato molto ottimista sulle prospettive della piattaforma nel 2021. Ha affermato che la società ha adottato diversi approcci per assicurarsi che la piattaforma sia completamente pronta per ciò che sta accadendo nel settore.

Ha lasciato intendere che ci sono molti accordi e partnership all’orizzonte, in preparazione delle applicazioni decentralizzate che saranno costruite sulla rete Cardano.

Hoskinson ha anche parlato della riduzione dei parametri decentralizzati della piattaforma da “D to 0” a marzo. Secondo lui, la società è sulla buona strada per quanto riguarda il programma di decentralizzazione. Quando sarà tutto pronto, Cardano raggiungerà presto uno dei suoi obiettivi a lungo termine, ovvero assicurarsi che la produzione di blocchi sia esclusivamente nelle mani della comunità.

Progressi compiuti sulla rete Cardano

L’hard fork “Mary” sarà il secondo hard fork collegato a Goguen sulla piattaforma Cardano dopo l’hard fork combinator “Allegra”.

Le nuove funzionalità sulla rete Cardano avevano lo scopo di rendere la piattaforma interoperabile per i protocolli finanziari decentralizzati (DeFi).

Inoltre, Hoskinson, che è anche l’amministratore delegato di IOHK, ha lodato i progressi del team di sviluppo della piattaforma Plutus. Secondo lui, la piattaforma ospiterà smart contract creati sulla rete Cardano. Secondo Hoskinson, verrà utilizzato dagli utenti insieme alla delega parziale, al portafoglio ibrido e ad altri strumenti.