Il prezzo del greggio resta sotto pressione per le preoccupazioni di una nuova ondata in Cina

Scritto da: Stanko Iliev
Gennaio 24, 2021
  • Il prezzo del greggio resta sotto pressione.
  • Se il prezzo scende al di sotto di $50, il prossimo target potrebbe essere a circa $45.
  • L'American Petroleum Institute ha riferito che l'offerta di greggio statunitense è aumentata.

Venerdì, il prezzo del greggio si è indebolito di oltre l’1,7%, a causa di un aumento delle scorte di greggio statunitensi e delle preoccupazioni per una nuova ondata pandemica in Cina. Il prezzo del petrolio greggio continua a essere quotato al di sopra del livello di supporto di $50, ma l’aumento dei casi di Covid-19 e le nuove misure restrittive potrebbero ridurne significativamente la domanda.

Analisi fondamentale: l’aumento del numero di contagi in Cina è un problema enorme

Nuovi lockdown in tutto il mondo e preoccupazioni per nuovi focolai di COVID-19 in Cina continuano a turbare gli investitori. Le recenti restrizioni pandemiche in Cina ridurranno la domanda di carburante nel più grande importatore di petrolio del mondo, e tutte queste potrebbero far tornare i prezzi del greggio al di sotto del supporto di $50.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il mondo intero sta affrontando la crisi del COVID-19 da quasi un anno ormai; l’attività commerciale nell’Eurozona continua a diminuire mentre la situazione negli USA non è molto migliore. La proposta di aiuto COVID da $1,9 trilioni del presidente Biden mantiene ancora il mercato in uno stato d’animo positivo, ma la domanda principale è per quanto tempo.

“Se siamo costretti a mantenere l’economia chiusa, e ci vuole più tempo di quanto vogliamo per ottenere vaccinazioni per il coronavirus, quindi la situazione sarà leggermente più difficile sul mercato di quanto le persone apparentemente prevedessero”, ha detto Rob Haworth, senior stratega degli investimenti presso la US Bank Wealth Management a Seattle.

Un aumento del numero di contagi in Cina è un grosso problema per il prezzo del petrolio greggio e, se continua, la domanda di petrolio diminuirà ulteriormente nel primo trimestre del 2021.

È anche importante dire che l’American Petroleum Institute ha riferito che l’offerta di greggio statunitense è aumentata di 2,6 milioni di barili per la settimana terminata il 15 gennaio. Questo è il primo aumento dall’inizio di dicembre, e questo influenza negativamente anche il prezzo del greggio.

L’OPEC ha consentito di aumentare la produzione di 500.000 barili al giorno da gennaio perché sperava che un vaccino aumentasse in modo significativo la domanda, ma nuovi lockdown hanno probabilmente interrotto nuovamente la situazione. L’Arabia Saudita ha annunciato un taglio a sorpresa della produzione due settimane fa e la decisione saudita riflette probabilmente i segni di indebolimento della domanda con il ritorno dei lockdown.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Analisi tecnica: il prezzo del greggio resta sotto pressione

Le nuove misure restrittive potrebbero ridurre ulteriormente la domanda di petrolio in modo significativo e, per questo motivo, possiamo concludere che non esiste ancora una chiara tendenza dei prezzi del petrolio.

Fonte dei dati: tradingview.com

Il petrolio greggio si è indebolito dai suoi massimi di dieci mesi e se il prezzo scende al di sotto di $50, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e il prossimo obiettivo potrebbe essere di supporto intorno a $45. Il primo livello di resistenza si attesta intorno a $55, e se il prezzo supera questo livello, sarebbe un segnale per comprare petrolio greggio, e abbiamo la strada aperta a $60.

In sintesi

Il prezzo del greggio rimane sotto pressione, e se il prezzo scende al di sotto di $50, sarebbe un segnale di “vendita” deciso e il prossimo obiettivo potrebbe essere di supporto intorno a $45. Un aumento del numero di contagi in Cina è un problema molto grosso per il prezzo del petrolio greggio, mentre l’American Petroleum Institute ha riferito che l’offerta di greggio statunitense è aumentata di 2,6 milioni di barili per la settimana terminata il 15 gennaio.