I prezzi del mais restano prossimi al livello record a fronte dell’aumento della domanda

By: Faith Maina
Faith Maina
Faith si sforza di scomporre gli sviluppi complessi in modo che gli investitori possano prendere decisioni più consapevoli. Quando… read more.
on Feb 3, 2021
  • I prezzi del mais sono scesi dello 0,41%, segnando la seconda sessione consecutiva di perdite.
  • Il rafforzamento del dollaro USA sta creando un ambiente sfavorevole per i prezzi del mais.
  • L'acquisto record dalla Cina, insieme alle vendite in Messico e Giappone, hanno sostenuto i prezzi del mais.

I futures sul mais vengono scambiati al minimo per la seconda sessione consecutiva. Mercoledì, i futures sono scesi dello 0,41% a 542,53 dollari. Le perdite nei prezzi del mais sono una reazione al rafforzamento del dollaro USA. Tuttavia, i prezzi sono ancora in una tendenza al rialzo poiché la domanda per la merce aumenta.

Rafforzamento del dollaro USA

I prezzi del mais stanno diminuendo come reazione al rafforzamento del dollaro USA. Mercoledì, l’indice del dollaro è salito di circa lo 0,09%, attestandosi a 91,279 dollari. DXY tiene traccia della performance del biglietto verde rispetto alle altre principali valute. Il dollaro sta reagendo al rapporto rialzista sull’occupazione nazionale dell’ADP. L’occupazione non agricola negli Stati Uniti è aumentata di 174,000 rispetto ai 49,000 previsti. La lettura è anche superiore al precedente calo di 78,000 posti di lavoro.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Anche la coppia di valute USD/EUR è aumentata dello 0,22%, mentre l’USDGBP è scambiato a + 0,17%. Come la maggior parte delle altre commodities, i prezzi del mais hanno una relazione inversa rispetto al dollaro USA. Ciò significa che un rafforzamento del dollaro si traduce in un calo dei prezzi del mais.

Dollaro USA

Crescente domanda di mais negli Stati Uniti

Su un grafico giornaliero, i futures sul mais sono stati scambiati al minimo per il secondo giorno consecutivo. Tuttavia, i prezzi sono ancora vicini al livello record stabilito la scorsa settimana. L’elevata domanda di mais americano dalla Cina ha contribuito a contenere le perdite.

La scorsa settimana, l’USDA ha riferito che la Cina aveva acquistato 1,36 milioni di tonnellate di mais statunitense da esportatori privati. L’acquisto è stato il più alto da luglio 2020. Questa settimana, l’agenzia ha indicato che gli esportatori privati statunitensi hanno venduto 125,730 e 110,000 tonnellate di mais rispettivamente in Messico e Giappone. Gli ordini devono essere consegnati entro la stagione 2020/21.

Previsioni tecniche sui prezzi del mais

Da metà dicembre 2020, i prezzi del mais hanno registrato una dinamica ascendente. Tra il 11 dicembre e il 3 febbraio 2021, i prezzi hanno registrato un’impennata di circa il 22,87%. Il 1 2021 febbraio i prezzi del grano erano ad un massimo di 555,56 dollari, che è il livello più alto dal giugno 2013. Successivamente, gli investitori hanno preso profitto, da qui il declino negli ultimi due sessioni.

Tuttavia, la merce viene ancora scambiata al di sopra delle medie mobili esponenziali a 20 e 50 giorni. Inoltre, i fondamentali indicano un mercato rialzista. In quanto tale, sono dell’opinione che i prezzi continueranno a salire. Per quanto riguarda la resistenza, i livelli a cui prestare attenzione sono i massimi della scorsa settimana di 555,56 e 550,14 dollari. Nella fascia più bassa, è probabile che i prezzi del mais trovino supporto intorno al livello della scorsa settimana di 540,04 dollari.

Prezzi del mais
Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro