I prezzi del Brent toccano i massimi di 13 mesi mentre la BofA alza le prospettive

Scritto da: Michael Harris
Febbraio 25, 2021
  • La ricerca della Bank of America (BofA) ha aumentato le sue prospettive per i prezzi del Brent per il 2021.
  • I prezzi del Brent potrebbero salire fino a $70 al barile nel Q2, scrivono gli analisti della BofA.
  • Il prezzo del greggio Brent è salito del 23% a febbraio, raggiungendo il massimo di 13 mesi.

I prezzi del greggio Brent sono aumentati del 23% a febbraio, raggiungendo i livelli più alti da gennaio dello scorso anno.

Analisi fondamentale: BofA alza le prospettive

La ricerca globale della Bank of America (BofA) ha aumentato le sue prospettive per i prezzi del greggio Brent per il 2021 sulla scia della diminuzione delle forniture a seguito del congelamento del Texas e dei tagli alla produzione dell’OPEC+, nonché dello stimolo monetario senza precedenti delle banche centrali globali.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La nuova previsione della BofA prevede che i prezzi del greggio Brent quest’anno raggiungeranno in media $60 al barile, rispetto alla precedente previsione di $50. Inoltre, la banca prevede che i prezzi del greggio West Texas Intermediate (WTI) quest’anno raggiungeranno in media $57 al barile.

In una nota inviata ai clienti, gli analisti della BofA hanno affermato che i prezzi del Brent potrebbero salire fino a $70 al barile ad un certo punto nel secondo trimestre dell’anno.

I prezzi del petrolio sono aumentati grazie all’allentamento delle misure restrittive indotte dal coronavirus in tutto il mondo, nonché alla produzione più debole poiché le forniture americane non sono riuscite a risalire dopo che il congelamento in Texas ha chiuso la produzione di greggio.

“Il grande congelamento del Texas della scorsa settimana dovrebbe ridurre le scorte globali di altri 50 milioni di barili, sostenendo ulteriormente i prezzi (del petrolio)”, ha dichiarato la banca.

Inoltre, la BofA ha affermato che ulteriori tagli alla produzione in Arabia Saudita a febbraio e marzo e la decisione dell’OPEC+ di mantenere una produzione stabile sono stati anch’essi favorevoli.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Analisi tecnica: livello di resistenza raggiunto

Il prezzo del greggio Brent è salito del 23% a febbraio poiché la tendenza rialzista, iniziata a novembre, continua a produrre dividendi per gli acquirenti. Il prezzo del greggio Brent è quasi raddoppiato dall’inizio della tendenza rialzista.

Grafico mensile del greggio Brent (TradingView)

L’azione dei prezzi ha raggiunto la 100-MMA, che offrirà una resistenza cruciale per i trader di petrolio in futuro. Ha toccato per l’ultima volta questo indicatore nell’ottobre 2018, provocando una rotazione inferiore. L’azione dei prezzi non si è chiusa al di sopra della 100-MMA da quando si è spostato al di sotto di esso nel 2014. La 200-MMA arriva a $74,00 nel caso in cui il livello di $68,00 ceda.

In sintesi

La BofA ha alzato le sue previsioni per i prezzi del greggio Brent quest’anno, a causa del congelamento profondo in Texas, dei tagli alla produzione da parte dell’OPEC+ e di uno stimolo monetario senza precedenti in tutto il mondo. Nel frattempo, i prezzi del greggio Brent hanno toccato il massimo di 13 mesi.