Analisi dei prezzi di argento e oro mentre gli investitori si rivolgono al dollaro USA con le turbolenze in Turchia

By: Michael Harris
Michael Harris
Specializzato in economia dal mondo accademico, con una passione per il trading finanziario, Michael Harris ha collaborato regolarmente a… read more.
on Mar 22, 2021
  • Erdogan ha licenziato il capo della banca centrale innescando una nuova crisi finanziaria in questo Paese.
  • Il dollaro più forte di questa mattina ha fatto scendere i prezzi di oro e argento.
  • I prezzi dell'oro sono ora scambiati tra due livelli importanti: $1,765 (resistenza) e $1,670 (supporto).

I prezzi dell’argento e dell’oro sono scivolati nella sessione di negoziazione di lunedì dopo che le nuove turbolenze in Turchia hanno sollevato l’appello per il dollaro USA.

Analisi fondamentale: le turbolenze in Turchia supportano il dollaro USA

Lunedì i prezzi dell’oro e dell’argento sono calati dopo che gli investitori dei mercati emergenti si sono precipitati verso opzioni rifugio tra cui il dollaro USA e le obbligazioni dopo la decisione inaspettata della Turchia di sostituire il capo della sua banca centrale con un avversario ad alti tassi di interesse, provocando incertezza finanziaria.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Questa mattina, quando la lira turca è caduta fuori offerta, avremmo potuto vedere l’oro trarre vantaggio dal dollaro e dallo yen giapponese, ma chiaramente non è così”, ha detto Michael McCarthy, capo stratega del mercato di CMC Markets.

“Il dollaro più forte sembra essere il principale motore per il mercato dell’oro in questo momento con le mosse valutarie… Sembra che il dollaro USA e lo yen rimangano le scelte preferite,” ha aggiunto.

Sabato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha licenziato il capo della banca centrale e lo ha sostituito con un critico della politica monetaria restrittiva, una decisione sorprendente che ha peggiorato la propensione al rischio, esortando gli investitori ad acquistare il dollaro.

D’altra parte, la Federal Reserve ha annunciato venerdì che non prevede di estendere la temporanea interruzione normativa pandemica sui requisiti patrimoniali prevista per la scadenza questo mese.

Analisi tecnica: Immersione metalli preziosi

I prezzi spot dell’oro sono scambiati di circa lo 0,5% in meno di circa 1,737 dollari l’oncia, dopo essere crollati dell’1% all’inizio della sessione. I prezzi dell’oro sono ora scambiati tra due livelli importanti: 1,765 dollari l’oncia al rialzo (resistenza) e 1,670 dollari l’oncia (supporto) che sembrano più bassi. Qualsiasi movimento al di sotto del valore di 1,700 dollari sarà probabilmente visto come un’opportunità per investire in oro.

Grafico giornaliero dell’oro (TradingView)

I prezzi dell’argento hanno subito un forte impatto dopo essere scesi di circa il 2% arrivando al minimo di 2 settimane a 25,41 dollari. L’azione dei prezzi ha trovato supporto nella 100-DMA a 25,57 dollari, il che ha suscitato un interesse giornaliero più elevato per comprare l’argento. La resistenza intraday si trova a 26,60 dollari.

Grafico giornaliero dell’argento (TradingView)

In sintesi

Lunedì i prezzi dell’oro sono scesi dell’1% dopo che gli investitori si sono rivolti a beni rifugio come il dollaro e le obbligazioni in seguito alla decisione inaspettata della Turchia di sostituire il capo della banca centrale con un avversario di una politica monetaria restrittiva, sollevando preoccupazioni tra gli investitori.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro