Analisi dei prezzi di Bitcoin (BTC) dopo che la CBRT ha vietato i pagamenti crypto

Scritto da: Michael Harris
Aprile 16, 2021
  • La banca centrale turca ha vietato i pagamenti crypto per beni e servizi nel Paese.
  • La decisione della banca centrale è il risultato di danni "irreparabili" e rischi di transazione.
  • Questa mattina, il prezzo di Bitcoin è sceso di oltre il 3% per questa notizia, sotto i $61.000.

Il prezzo di Bitcoin (BTC) è sceso di oltre il 3% oggi dopo che la Banca centrale della Repubblica di Turchia (CBRT) ha vietato i pagamenti in criptovalute per beni e servizi nel Paese.

Analisi fondamentale: preoccupazioni normative

La decisione della banca centrale è il risultato di danni “irreparabili” e rischi di transazione che le criptovalute possono comportare. Ha introdotto una nuova legislazione e annunciato che le criptovalute e altri asset basati su blockchain sono vietati come metodo di pagamento in Turchia.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il mercato degli asset digitali è cresciuto in modo significativo in Turchia negli ultimi mesi, poiché gli investitori turchi si sono uniti al rally mondiale di Bitcoin, alla ricerca di protezione contro il deprezzamento della lira e l’inflazione, che hanno raggiunto il 16% a marzo.

La CBRT ha affermato in una dichiarazione secondo la quale le criptovalute “non sono soggette ad alcun meccanismo di regolamentazione e supervisione né a un’autorità di regolamentazione centrale”.

“I fornitori di servizi di pagamento non saranno in grado di sviluppare modelli di business in modo che i crypto asset vengano utilizzati direttamente o indirettamente nella fornitura di servizi di pagamento e nell’emissione di moneta elettronica”, ha affermato la banca centrale.

“Il loro utilizzo nei pagamenti può causare perdite non recuperabili per le parti delle transazioni … e includere elementi che possono minare la fiducia nei metodi e negli strumenti utilizzati attualmente nei pagamenti”, ha aggiunto.

La mossa è stata tuttavia criticata dal principale partito di opposizione. Kemal Kilicdaroglu, presidente del Partito popolare repubblicano, ha condannato la decisione della banca. Proprio il mese scorso, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha licenziato il governatore della banca centrale.

Analisi tecnica: Bitcoin in calo per tali notizie

Questa mattina il prezzo del bitcoin è sceso di oltre il 3% per toccare livelli al di sotto dei $61.000. Una correzione arriva solo due giorni dopo che la più grande criptovaluta del mondo ha toccato nuovi massimi record vicino a $65.000 dopo il debutto in borsa di Coinbase.

Grafico giornaliero di Bitcoin (BTC) (TradingView)

Il movimento al ribasso di oggi ha anche spinto il prezzo al di fuori del cuneo ascendente, segnalando una potenziale correzione più profonda nel prezzo di BTC. Il successivo supporto inferiore è il precedente massimo record a $58.500. Al rialzo, l’area intorno a $68.000, definita dalla linea di estensione di Fibonacci del 161,8%, è il prossimo obiettivo per i trader di criptovalute che cercano di comprare Bitcoin.

In sintesi

La banca centrale turca ha vietato l’uso di criptovalute e altri asset basati sulla tecnologia del registro digitale come mezzo di pagamento a livello nazionale. Il prezzo del bitcoin è sceso di oltre il 3% a causa della notizia.