Apple conquista uno dei suoi ultimi ribassisti dopo che Goldman rimuove il rating “sell”

By: Jayson Derrick
Jayson Derrick
Jayson vive a Montreal con sua moglie e sua figlia, ama guardare l'hockey ed è alla ricerca di una… read more.
on Apr 30, 2021
  • Apple ha riportato ottimi risultati nel FQ2 che hanno convinto Goldman Sachs ad aggiornare il titolo.
  • Rod Hall di Goldman Sachs dà alle azioni di Apple una valutazione neutra.
  • Altri analisti restano tuttora in disaccordo.

Una delle conseguenze più importanti al rapporto sugli utili di mercoledì di Apple Inc. (NASDAQ: AAPL) è stata che uno dei suoi pochi ribassisti rimasti ha ammesso la propria sconfitta. Giovedì, Rod Hall, analista di Goldman Sachs, ha aggiornato il rating delle azioni di Apple da “Sell” a “Neutral”.

Goldman era dalla parte sbagliata

Hall ha detto in una nota di giovedì che un cambiamento nel sentiment è giustificato dopo che il rapporto sugli utili del produttore di iPhone è arrivato migliore del previsto, secondo il responsabile finanze di Yahoo!, Brian Sozzi. L’analista si aspettava che il nuovo ciclo di iPhone avrebbe sottoperformato durante la pandemia ed è evidente che questa visione “era chiaramente sbagliata”.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Apple non solo ha venduto più dispositivi iPhone del previsto, ma ha “praticamente sovraperformato” in termini di vendite di Mac e iPad nel trimestre.

La società di ricerca aveva incluso le azioni Apple nella sua “America Sell List” dal 16 aprile dello scorso anno. Da allora, le azioni di Apple hanno guadagnato oltre l’85% rispetto all’indice S&P 500 che è aumentato di quasi il 50% nello stesso periodo di tempo.

Cramer: Hall non sta solo gettando la spugna

Hall non sta solo “gettare la spugna” ammettendo la sconfitta nella sua posizione di Apple, sta ammettendo la sconfitta, ha detto Jim Cramer della CNBC a “Squawk on the Street”. La posizione di Hall sulla prospettiva di un calo delle azioni di Apple da circa $133 a $80 è strana dato il continuo successo di Apple.

Guardando il quadro generale, Apple ha superato le aspettative sulla linea di fatturato di $12 miliardi nell’ultimo trimestre e questa cifra è superiore ai ricavi finali di 12 mesi di 330 società S&P 500. Inoltre, i ricavi dei servizi hanno raggiunto il massimo storico di $16,9 miliardi nel trimestre, il che implica che l’unico segmento da solo è più grande della maggior parte delle aziende.

“Credo che le persone stanno giudicando Apple in modo completamente sbagliato. Penso che Apple sia stata un titolo straordinario e un’azienda straordinaria nei servizi”, ha detto Cramer. “Il ribassista Goldman ha dovuto gettare la spugna”.

Non tutti gli analisti sono ottimisti

Hall è in compagnia tra gli altri analisti di Wall Street che non si sentono a proprio agio nel consigliare le azioni di Apple ai livelli attuali. Wamsi Mohan, nel settore Securities della BofA, resta fedele al suo rating neutro e ha detto a “Squawk Box” della CNBC di essere preoccupato per il 2022.

Apple ha riportato un trimestre “stellare” mercoledì, ma questo è stato sulla scia del suo precedente trimestre “scoppiettante” tre mesi fa, ha scritto l’analista.

Dopo due trimestri di prestazioni eccezionali, ciò solleva seri interrogativi su come Apple mostrerà una crescita su base annua nel 2022. In effetti, la crescita degli utili di Apple fino al 2023 sarà nella migliore delle ipotesi piatta e potrebbe persino diminuire rispetto ai livelli attuali.

“È molto difficile giustificare un valore più alto su questo”, ha detto l’analista.

Infine, il profilo di rischio/ricompensa per le azioni Apple è molto più equilibrato ai livelli attuali, ha affermato l’analista. Pertanto, gli investitori dovrebbero cercare di ottenere un’esposizione in nomi che potrebbero trarre vantaggio dai catalizzatori associati alla riapertura economica. Ad esempio, con la ripresa della spesa aziendale, nomi come Seagate Technology PLC (NASDAQ: STX) potrebbero sovraperformare.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro