L’exchange Kraken introduce politiche KYC più rigorose per i trader con margine

By: Jinia Shawdagor
Jinia Shawdagor
Jinia è un'appassionata di criptovalute e blockchain con sede in Svezia. Ama tutto ciò che è positivo, viaggiare ed… read more.
on Giu 10, 2021
  • La mossa di Kraken di implementare politiche rigorose si basa su nuove linee guida.
  • La nuova politica impedirà ai clienti di livello Starter non verificati di aprire nuove posizioni di margine.
  • Le modifiche entreranno in vigore il 23 giugno e non influiranno sui clienti dei livelli Intermedio e Pro.

L’exchange crypto con sede negli Stati Uniti Kraken sta apportando modifiche al suo programma di trading a margine. L’exchange ha svelato questa notizia tramite un post sul blog il 9 giugno, rilevando che prevede di interrompere il trading con margine per i clienti americani che non soddisfano i nuovi requisiti KYC prima del 23 giugno. il livello Starter per verificare le proprie informazioni personali per accedere al livello Intermediate. In caso contrario, l’exchange impedirà loro di fare trading.

Secondo il post del blog, queste modifiche non influiranno sui client non americani che si trovano ai livelli Intermedio e Pro. Kraken ha spiegato che questi cambiamenti sono ispirati dalle linee guida normative sulle transazioni di risorse digitali con leva finanziaria. Kraken ha affermato che invierà un’e-mail a tutti i clienti statunitensi e ai clienti di livello Starter che si impegnano nel trading a margine su queste nuove restrizioni per evitare inconvenienti.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Per i clienti di livello Starter degli Stati Uniti che non soddisfano i nuovi requisiti entro il 23 giugno, Kraken consentirà loro solo di ridurre l’esposizione della posizione di margine esistente. Eventuali posizioni aperte o non liquidate entro il termine indicato scadranno 28 giorni dal momento in cui sono state aperte. I clienti di livello iniziale che attualmente non hanno posizioni aperte e non desiderano partecipare al trading con margine non devono intraprendere alcuna azione.

Impegnarsi per proteggere i partecipanti al mercato

Secondo Kraken, questi cambiamenti sono in linea con la sua missione di accelerare l’adozione delle criptovalute in modo che tutti in tutto il mondo possano ottenere libertà e inclusione finanziaria. Per raggiungere questo obiettivo, l’exchange ritiene di dover introdurre regole di buon senso che proteggano i partecipanti al mercato consentendo loro di acquistare, vendere, detenere e utilizzare liberamente le valute digitali. L’exchange ha continuato a notare che, nonostante questi cambiamenti, sostiene ancora la libertà finanziaria.

Questa notizia arriva mentre i watchdog finanziari di tutto il mondo continuano a rafforzare le misure restrittive sulle criptovalute. A parte la Cina, che non solo ha vietato il trading crypto, ma ora anche il mining di Bitcoin (BTC), gli Stati Uniti stanno attivamente cercando di trovare modi per regolamentare la fiorente asset class. Secondo quanto riferito, l’amministrazione di Biden sta attualmente lavorando su approcci per tenere a freno lo spazio crypto.

La Corea del Sud ha anche annunciato che sta rimuginando un divieto assoluto sugli exchange crypto per impedire ai suoi cittadini la natura speculativa delle criptovalute. Mentre il Paese ha rivisto questo approccio, il watchdog finanziario ora ha bisogno di exchange crypto per collaborare con le banche per aprire conti con nomi reali per i propri utenti. Questo si è rivelato un requisito difficile per gli exchange del Paese, poiché le banche temono di essere ritenute responsabili per il riciclaggio di denaro legato alle criptovalute.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro