Previsione dei prezzi SPX: “non c’è bisogno di essere negativi”

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Set 15, 2021
  • JPMorgan alza il suo obiettivo di fine anno sull'indice S&P 500 a 4.700.
  • Dubravko Lakos della banca di investimento discute la chiamata rialzista su CNBC.
  • L'indice di riferimento è aumentato di circa il 20% da inizio anno.

L’indice di riferimento S&P 500 è aumentato del 20% da inizio anno e JPMorgan afferma che salirà ancora un po’ prima della fine dell’anno.

In una nota di mercoledì, Dubravko Lakos, Head of US Equity Strategy di JPMorgan, ha alzato il suo obiettivo di prezzo di fine anno su SPX a 4700, che rappresenta un rialzo di circa il 5,0% da qui. È probabile che lo slancio continui il prossimo anno, con l’indice di riferimento che dovrebbe raggiungere i 5000 a un certo punto nel 2022, ha aggiunto l’analista.

Le osservazioni di Lakos su “Halftime Report” della CNBC

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La chiamata rialzista di JPMorgan è in contrasto con Morgan Stanley e RBC che hanno recentemente avvertito che SPX potrebbe vedere una correzione fino al 10% nei prossimi mesi. Commentando il “pessimismo”, Lakos ha dichiarato al “Rapporto sulla fine del tempo” della CNBC:

“Penso che dipenda davvero dal COVID che ha ritardato la ripresa del mercato del lavoro, ha colpito un po’ il sentimento dei consumatori e ha rallentato i dati economici e ciclici su vasta scala. Ma se le restrizioni legate alla pandemia si attenuassero nelle prossime settimane, potremmo riaccelerare e potenzialmente una stagione delle vacanze molto più salutare”.

Altri motivi per cui Lakos vede del potenziale in SPX

Altri motivi per cui l’analista JPMorgan vede un rialzo nell’indice S&P 500 includono una ripresa in attesa dell’attività transfrontaliera e del turismo, il ciclo delle scorte ai minimi di 25 anni e il ciclo CAPEX ai minimi successivi al GFC.

“Penso che non sia necessario essere negativi sul ciclo, non è necessario essere negativi sul consumatore,” ha aggiunto Lakos.

L’equity strategist ha convenuto che alcune parti del mercato non erano molto entusiasmanti al momento, ma erano fissate sulle operazioni di riapertura come le compagnie di crociera dove il rapporto rischio/rendimento, ha detto, era “abbastanza interessante”.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro