DXY: previsione dell’indice del dollaro USA in vista del NFP di settembre

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Ott 6, 2021
  • Il rally dell'indice del dollaro USA è proseguito mercoledì.
  • I dati di ADP hanno mostrato che l'economia ha aggiunto più di 568mila posti di lavoro.
  • Ci sono anche preoccupazioni per l'inflazione a livello globale.

L’indice del dollaro USA (DXY) è rimasto stabile mercoledì mentre gli investitori si sono concentrati sui prossimi dati sul libro paga non agricolo (NFP) e sull’inflazione. L’indice è salito a 94,43 dollari, circa il 5% al di sopra del livello più basso di quest’anno.

Dati sui salari non agricoli degli Stati Uniti

Il più grande catalizzatore per l’indice del dollaro USA saranno i numeri del libro paga NFP che sono previsti per venerdì questa settimana. Questi numeri mostreranno se l’economia americana ha continuato ad aggiungere posti di lavoro mentre la riapertura continuava.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Mercoledì, i dati pubblicati dall’ADP Institute hanno mostrato che il settore privato ha aggiunto oltre 568 mila posti di lavoro a settembre dopo aver aggiunto 340 mila posti di lavoro ad agosto. Questo aumento è stato migliore della stima mediana di 428k. Tuttavia, la stima dell’ADP tende ad avere una grande divergenza con i dati ufficiali del Bureau of Labor Statistics.

Giovedì, gli Stati Uniti pubblicheranno gli ultimi dati sui posti di lavoro iniziali e continuativi. Gli economisti si aspettano che i dati mostreranno che le richieste iniziali del paese sono aumentate di 342 mila la scorsa settimana. Questo sarà un calo rispetto ai 362k che hanno presentato reclami la settimana precedente. I sinistri persistenti dovrebbero scendere da 2,8 milioni a 2,78 milioni.

Il più grande motore per l’indice del dollaro saranno i dati NFP ufficiali. Gli economisti si aspettano che i dati mostrino che l’economia ha aggiunto 473k posti di lavoro a settembre. Questo sarà un aumento significativo rispetto ai 235k del mese precedente. Il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere dal 5,2% al 5,1% mentre i salari dovrebbero aumentare del 4,6%.

L’altro catalizzatore per il DXY è l’inflazione. Con i prezzi del gas naturale che salgono ai massimi storici e con i prezzi del petrolio greggio ai massimi da 7 anni, gli analisti prevedono che l’inflazione aumenterà presto. Infatti, il tasso di pareggio a 10 anni supera il 4%, il livello più alto degli ultimi 13 anni.

Previsioni sull’indice del dollaro USA

Dollar index
Indice del dollaro

Il grafico giornaliero mostra che l’indice DXY è stato recentemente in una forte tendenza rialzista. L’indice è riuscito a superare il livello di resistenza chiave a 93,50 dollari, il livello più alto da aprile. La visione rialzista è supportata anche dalle medie mobili a 25 e 50 giorni, mentre l’indice di forza relativa (RSI) è in aumento.

Pertanto, il percorso di minor resistenza per l’indice del dollaro è al rialzo. Questo lo spingerà a un massimo di 96 dollari, che è circa l’1,85% al di sopra del livello attuale.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money