Previsioni del prezzo del greggio in vista della riunione OPEC+

By: Stanko Iliev
Stanko Iliev
Stanko si dedica a fornire agli investitori informazioni rilevanti che possono utilizzare per prendere decisioni di investimento. Ama la… leggi di piú.
on Nov 23, 2021
  • Arrivano sul mercato le forniture dalle riserve strategiche.
  • Il gruppo OPEC+ avrà una riunione la prossima settimana.
  • $75 rappresenta il supporto attuale.

Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti e Regno Unito hanno concordato di liberare le forniture dalle loro riserve strategiche, ma gli investitori si concentreranno sull’incontro della prossima settimana del gruppo OPEC+.

Arrivano sul mercato le forniture dalle riserve strategiche

Il prezzo del greggio sta avanzando questo martedì anche se Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti e Regno Unito hanno accettato di liberare le forniture dalle loro riserve strategiche.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti rilascerà 50 milioni di barili di petrolio dalla riserva strategica degli Stati Uniti per combattere i prezzi elevati.

L’aumento del prezzo del petrolio si aggiunge alle pressioni inflazionistiche che, insieme alle interruzioni di corrente, potrebbero portare a una riduzione dell’attività industriale e a un rallentamento della ripresa economica.

L’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio ha annunciato che la domanda di petrolio dovrebbe aumentare nel 2022 ai livelli visti prima della pandemia e gli investitori si concentreranno sulla riunione della prossima settimana del gruppo OPEC+.

Non è ancora chiaro se il gruppo OPEC+ andrà avanti con un aumento programmato della fornitura di 0,4 milioni di barili al giorno, mentre il ministro dell’Energia degli Emirati Arabi Uniti, Suhail Al-Mazrouei, ha dichiarato a Reuters che non vede alcuna logica nell’aggiungere ulteriori forniture. Carsten Fritsch, analista di Commerzbank, ha aggiunto:

L’OPEC+ potrebbe decidere di aumentare la sua produzione in misura minore in risposta al rilascio di riserve strategiche di petrolio negli Stati Uniti e in altri paesi consumatori. Tuttavia, dovrebbe farlo in ogni caso, visto l’eccesso di offerta che si profila l’anno prossimo, quindi la minaccia non è particolarmente credibile.

Gli investitori continueranno a prestare attenzione ai commenti dell’OPEC+ alla ricerca di indizi, ma l’aumento dei casi di COVID-19 potrebbe colpire nuovamente la domanda di greggio.

L’Austria ha imposto un lockdown a livello nazionale da questo lunedì e, secondo il ministro della Sanità tedesco Jens Spahn, anche la Germania non esclude un nuovo lockdown.

La Germania sta affrontando “un’emergenza nazionale” e la cancelliera Angela Merkel ha affermato che l’ultima ondata è peggiore di qualsiasi cosa il Paese abbia vissuto finora.

La battaglia contro il Coronavirus non è ancora finita e il mercato potrebbe facilmente subire un eccesso di offerta, il che rappresenta una minaccia per i prezzi del greggio.

La crisi delle supply chain mondiali rappresenta anche un grave problema per l’economia globale; molte grandi aziende hanno riferito di aver perso le vendite a causa di problemi di approvvigionamento, che potrebbero avere un impatto negativo sul prezzo del greggio.

$75 rappresenta il supporto attuale

Chi è interessato a investire in commodities come il petrolio dovrebbe considerare che il rischio di un altro calo probabilmente non è finito.

Fonte dati: tradingview.com

Il greggio continua a essere scambiato al di sotto della resistenza di 80 dollari, e se il prezzo scendesse al di sotto del supporto di 75 dollari, sarebbe un segnale di “vendita” fermo, e il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno ai 70 dollari.

La pandemia di coronavirus continua a comportare rischi al ribasso insieme al rilascio di nuove forniture, ma se il prezzo dovesse superare la resistenza di 80 dollari, il prossimo obiettivo potrebbe essere intorno agli 82 dollari.

In sintesi

Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti e Regno Unito hanno concordato di liberare le forniture dalle loro riserve strategiche, ma gli investitori si concentreranno sull’incontro della prossima settimana del gruppo OPEC+. L’aumento dei casi di COVID-19 potrebbe colpire nuovamente la domanda di greggio e non è ancora chiaro se il gruppo OPEC+ andrà avanti con 0,4 milioni di barili al giorno di aumento dell’offerta programmato.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money