Le crypto hanno un problema di contagio, e non è ancora finita

Di:
su Giu 24, 2022
  • Le liquidazioni a cascata e le insolvenze nei mercati crypto mostrano quanto sia intrecciato il settore.
  • Dan Ashmore avverte che potrebbero esserci ulteriori fallimenti.
  • Celsius, Terra e Three Arrows sono gravi, ma preoccupano anche BlockFi, Tether e altre aziende.

Il crollo dei mercati delle criptovalute continua a fare vittime, poiché questa settimana ci sono state varie notizie di aziende con molte insolvenze. L’angoscia a cascata mette in evidenza quanto sia attualmente intrecciato e intricato un web l’intero settore delle criptovalute.

Per illustrare la situazione, basta un semplice sguardo a Three Arrows Capital (3AC).

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Three Arrows Capital

Three Arrows Capital è un hedge fund fondato nel 2012 e potrebbe in alternativa essere descritto come un fondo di capitale di rischio crypto. Fondata dall’alto profilo Su Zhu, è diventata rapidamente una delle più grandi aziende nel settore delle criptovalute.

Uno dei suoi investimenti è stato in Luna, l’ecosistema algoritmico di stablecoin che è imploso il mese scorso, inviando un progetto da oltre $40 miliardi nell’etere (un gioco di parole). È difficile quantificare esattamente quanto avesse investito 3AC, ma più o meno dai dati on-chain si confermano almeno $200 milioni di esposizione da wallet noti, mentre si sospetta che la cifra sia alta fino a $450 milioni secondo alcuni analisti.

Con le voci che turbinavano e i mercati che continuavano a gonfiarsi, la pressione delle vendite aumenta e la tregua non si vede da nessuna parte. Dopo essere scomparso dai social per tre giorni, il CIO, Zu Shu, ha finalmente rotto il silenzio.

In passato Shu aveva affermato a gran voce che ora ci troviamo in un “superciclo” – in altre parole, la natura storicamente ciclica delle criptovalute appartiene al passato e non si verificheranno più grandi correzioni o mercati ribassisti. Ha persino inserito il simbolo di Luna (emoji della luna) nella sua biografia su Twitter e, proprio come il fondatore di Luna, Do Kwon, bacchettava chiunque dubitasse della validità del modello Terra.

Che cosa è andato storto

3AC è l’ennesima azienda che sembrava fare affidamento sulla leva finanziaria. In molti modi, si legge come una versione digitale più moderna del famigerato salvataggio dell’hedge fund LCTM nel 1998. Quando il mercato rialzista è salito alle stelle, la leva finanziaria è stata liberamente instillata e 3AC stavano stampando rendimenti per divertimento. Ora che la musica si è fermata e le luci sono accese, stiamo vedendo di cosa sono fatte veramente queste aziende.

Il problema a cui stiamo assistendo con le criptovalute, e che rende il sentimento prevalente di estrema paura in questo momento, è l’intreccio tra molte di queste aziende. Lunedì il broker di criptovalute Voyager Digital, quotato alla borsa di Toronto, ha annunciato di aver prestato 15.250 bitcoin e 350 milioni di USDC a 3AC, pari a $666 milioni in base al prezzo attuale del bitcoin.

Voyager ha chiesto che l’intero prestito venga rimborsato entro il 27 giugno, ma con la probabile insolvenza di 3AC, tale richiesta appare ambiziosa. Tuttavia, l’entità del danno è ancora grave e Voyager ha imposto un limite di $10.000 ai prelievi dei clienti. Il prezzo delle sue azioni è sceso del 95% quest’anno.

Il contagio continua

L’effetto domino continua. Alameda Research, che in precedenza aveva investito $75 milioni in Voyager, ha concesso a quest’ultima un prestito di $250 milioni per soddisfare le “esigenze di liquidità dei clienti”, nella speranza di risollevare l’azienda in difficoltà e salvare il proprio investimento.

Alameda è stata fondata da Sam Bankman-Fried, che è anche l’amministratore delegato di una delle principali borse mondiali, FTX. Lunedì la stessa FTX ha concesso un prestito di $250 milioni a BlockFi, che opera nello stesso settore di attività di Celsius, per contribuire a sostenere la liquidità dell’azienda.

I dati finanziari di BlockFi sono trapelati su Twitter, dove è stato rivelato che in qualche modo hanno subito una perdita durante l’esplosiva corsa al rialzo. Ora che siamo in un pericoloso mercato ribassista con un vorticoso contagio, i clienti dovrebbero affidare loro i fondi?

Poi c’è Tether, la controversa stablecoin che si è affermata come la più grande coppia di liquidità per la maggior parte delle criptovalute, portando il maggior volume in tutti gli scambi. Ho scritto la scorsa settimana un’analisi approfondita nella crisi di Celsius come Tether aveva investito in un round di seeding per Celsius nel giugno 2020 (come investitore principale) e ha anche esteso un prestito di $1 miliardo alla società.

L’azienda è stata addirittura costretta a chiarire che “sebbene il portafoglio di investimenti di Tether includa un investimento in (Celsius), che rappresenta una parte minima del nostro patrimonio netto, non vi è alcuna correlazione tra questo investimento e le nostre riserve o la nostra stabilità”.

Ma in realtà non c’è modo di verificare le loro affermazioni, e questo è parte del problema. È difficile quantificare esattamente la portata del contagio. Chi è esposto verso chi? La liquidità di chi è bloccata dove? Nessuno di questi bilanci è pubblico (con l’eccezione di Voyager Digital), e gli investitori sono costretti a prendere per buone citazioni come quella di Tether.

Web

Questi sono solo alcuni degli incidenti di maggior rilievo emersi nell’ultima settimana. Il fatto stesso che io sia seduto e stia scrivendo questo articolo fa capire quanto sia grande il problema. Non dovrebbero esserci speculazioni e congetture su chi è esposto a chi. Ma nessuno sa cosa stia realmente accadendo in tutti questi hedge fund e piattaforme di prestito di criptovalute, poiché non esiste alcuna regolamentazione e la divulgazione è minima.  

Quando Terra è crollata, ho detto che il contagio sarebbe stato imminente e che le insolvenze sarebbero state imminenti. Ora abbiamo visto Celsius e 3AC cadere sull’orlo del baratro. Ci aspettiamo che altre aziende seguano. Se non l’avete ancora fatto, è il momento di essere molto prudenti nei confronti del rischio e di verificare esattamente a cosa siete esposti. Non è ancora finita.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
10/10
67% of retail CFD accounts lose money