Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq in vista del job report negli Stati Uniti

Di:
su Nov 28, 2022
Listen to this article
  • La settimana scorsa l'S&P 500 è salito dell'1,5%, il Dow ha aggiunto il 2,2% e il Nasdaq ha perso lo 0,2%
  • Gli Stati Uniti pubblicheranno i dati mensili sull'occupazione per novembre questo venerdì
  • Il job report dovrebbe mostrare che il paese ha perso 30.000 posti di lavoro

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) e l’S&P 500 (SPX) si attestano ai livelli più alti degli ultimi quattro mesi, sostenuti dalle speranze che la Federal Reserve diventi meno aggressiva con gli aumenti dei tassi di interesse statunitensi.

Il Nasdaq Composite (COMP) ha perso -0,2% la scorsa settimana di trading, ma anche con questa perdita, il Nasdaq è salito di oltre 600 punti rispetto al 9 novembre.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’inflazione ha iniziato a dare segnali di allentamento negli Stati Uniti e, per questo motivo, gli investitori sono più ottimisti, il che significa che piccoli aumenti dei tassi potrebbero essere sufficienti per combattere l’inflazione.

È molto probabile che i politici della Fed possano decidere di aumentare i tassi di 50 punti base quando si riuniranno a dicembre invece di 75 punti base.

Il tasso sui fondi federali è ora compreso tra il 3,75% e il 4%, che è il livello più alto dal gennaio 2008. Ellen Zentner, analista di Morgan Stanley, ha dichiarato:

Dalla riunione del FOMC di novembre, l’indice dei prezzi al consumo ha sorpreso al ribasso e la Fed potrebbe rivedere al ribasso il suo percorso di inflazione, o per lo meno vedere che i rischi al rialzo per l’inflazione non sussistono più.

Nei prossimi giorni, il mercato azionario statunitense sarà ipersensibile a qualsiasi tipo di commento della FED e gli investitori continueranno a osservare attentamente ogni dato che potrebbe influenzare la decisione della Federal Reserve.

La prossima settimana, gli Stati Uniti pubblicheranno la seconda stima del prodotto interno lordo (PIL) del terzo trimestre, l’indice principale dei prezzi delle spese per i consumi personali per ottobre e il PMI manifatturiero ISM di novembre.

Infine, venerdì, gli Stati Uniti pubblicheranno i dati sull’occupazione mensile per novembre. Il job report dovrebbe mostrare che il paese ha perso 30.000 posti di lavoro a novembre, mentre si prevede che il tasso di disoccupazione sia al 3,6%, in calo rispetto al precedente 3,7%.

Il concetto alla base di tutto questo è che il mercato del lavoro si sta indebolendo, che è anche uno dei motivi per cui la Federal Reserve potrebbe suggerire di rallentare il ritmo degli aumenti dei tassi.

Se la Fed rallenta il ritmo degli aumenti dei tassi di interesse, i tre principali indici di Wall Street potrebbero superare i livelli attuali; tuttavia, gli investitori dovrebbero tenere presente che l’economia statunitense non è ancora sfuggita a una recessione che potrebbe intaccare gli utili societari e, quindi, i prezzi delle azioni.

S&P 500 di nuovo sopra i 4.000 punti

Per la settimana, l’S&P 500 (SPX) ha registrato un aumento dell’1,5% e ha chiuso a 4.026 punti. Il prezzo si è anche spostato al di sopra della media mobile a 10 giorni, il che è sicuramente un segnale positivo.

Fonte dati: tradingview.com

Se il prezzo supera l’attuale livello di resistenza, che si trova a 4.200 punti, potrebbe raggiungere molto presto i 4.400 punti.

D’altra parte, se il prezzo scende sotto i 3.800 punti, sarebbe un segnale di “vendita”, e avremmo la strada aperta a 3.600 punti.

DJIA in aumento del 2,2% su base settimanale

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è avanzato del 2,2% durante la settimana e ha chiuso a 34.347 punti.

Fonte dati: tradingview.com

Il prezzo continua a muoversi al di sopra della media mobile a 10 giorni, che è certamente un segnale positivo, e se salta sopra i 34.500 punti, il prossimo obiettivo potrebbe essere di circa 35.000 punti.

L’attuale livello di supporto è di 33.000 punti e se il prezzo scende al di sotto di questo livello, il prossimo obiettivo potrebbe essere di 32.000 punti.

Nasdaq Composite in calo del -0,2% su base settimanale

Il Nasdaq Composite (COMP) ha perso il -0,2% la scorsa settimana di trading e ha chiuso a 11.226 punti.

Fonte dati: tradingview.com

L’attuale livello di supporto per il Nasdaq Composite è di 11.000 punti e se il prezzo scenderà al di sotto di questo livello, il prossimo obiettivo potrebbe essere di 10.500 punti.

Riepilogo

Gli Stati Uniti pubblicheranno i dati sull’occupazione mensile per novembre questo venerdì e il job report dovrebbe mostrare che il paese ha perso 30.000 posti di lavoro a novembre. Il mercato del lavoro si sta indebolendo, che è anche uno dei motivi per cui la Federal Reserve potrebbe suggerire di rallentare il ritmo degli aumenti dei tassi.