Gennaio 2023 è un buon mese per acquistare azioni Ford?

Di:
su Jan 1, 2023
Listen to this article
  • Le azioni Ford rimangono sotto pressione
  • Il livello di supporto si trova a 10$
  • Ford aumenterà nuovamente il prezzo del suo camion elettrico F-150 Lightning Pro

Le azioni Ford Motor (NYSE: F) si sono indebolite da 14,36$ a 10,90$ dall’inizio di dicembre 2022 e il prezzo attuale è di circa 11,63$.

Ford ha registrato ottimi risultati sugli utili del terzo trimestre a ottobre, ma l’aumento dei tassi di interesse, un contesto macroeconomico sempre più cupo e costi di input più elevati hanno nuovamente messo sotto pressione le azioni automobilistiche a dicembre 2022.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Ford aumenterà nuovamente il prezzo del suo camion elettrico F-150 Lightning Pro

Gli affari della Ford hanno registrato miglioramenti durante tutto il terzo trimestre fiscale e la società ha registrato ottimi risultati di utili in ottobre. I ricavi totali sono aumentati del 12% su base annua a 37,2 miliardi di dollari, mentre l’EPS GAAP è stato di 0,30 dollari.

Il management dell’azienda rimane ottimista sui prossimi trimestri in termini di crescita e prevede che il flusso di cassa nel futuro periodo di pianificazione sarà più che sufficiente a finanziare le priorità di crescita.

Il flusso di cassa libero rettificato per l’intero anno dovrebbe essere compreso tra 9,5 miliardi e 10 miliardi di dollari, in aumento da 5,5 miliardi a 6,5 miliardi di dollari grazie alla forza nelle operazioni automobilistiche dell’azienda.

È anche importante notare che il management dell’azienda prevede un EBIT rettificato per l’intero anno di circa 11,5 miliardi di dollari, che è circa il 10% in più rispetto al 2021.

Nonostante ciò, le azioni Ford Motor rimangono sotto pressione principalmente a causa della politica monetaria aggressiva della banca centrale statunitense, dell’incertezza geopolitica e dei maggiori costi di produzione.

Gli investitori continuano a temere che una Federal Reserve aggressiva spingerà l’economia in una profonda recessione che potrebbe intaccare gli utili societari e i mercati azionari.

Secondo Deloitte Insights, esiste una correlazione del 45% tra la profondità di una recessione e la riduzione della produzione manifatturiera nell’industria automobilistica.

Ford Motor continua a concentrarsi sull’accelerazione dell’adozione dei veicoli elettrici e i costi stanno accelerando particolarmente rapidamente per quelle case automobilistiche che investono pesantemente nelle rispettive transizioni EV.

La società ha già annunciato che aumenterà il prezzo del suo camion elettrico F-150 Lightning Pro nel 2023 tra l’aumento dei costi dei componenti e le persistenti sfide della catena di approvvigionamento.

Il fatto positivo è che Ford ha la capacità di mitigare la pressione sui costi rispetto ai concorrenti più piccoli e, con una capitalizzazione di mercato di 46 miliardi di dollari, le azioni di questa società hanno un valore ragionevole.

Ford viene scambiata a meno di tre volte l’EBITDA TTM e, rispetto a Toyota Motor Corporation (NYSE: TM), Ford è più economica in base al prezzo di vendita.

In base al rapporto prezzo/vendite (capitalizzazione di mercato/ricavi), le azioni Ford sono scambiate a 0,32, che è quasi tre volte inferiore al rapporto prezzo/vendite di Toyota Motor Corporation, che è scambiato a un P/S di 0,87 .

Nonostante ciò, gli investitori dovrebbero considerare che se il mercato azionario statunitense entrasse in una fase di correzione più significativa, le azioni Ford potrebbero trovarsi a livelli di prezzo ancora più bassi.

Analisi tecnica

Le azioni Ford Motor si sono indebolite del 50% dal 13 gennaio 2022 e il rischio di un ulteriore calo non è ancora finito.

Fonte dati: tradingview.com

L’importante livello di supporto si trova a 10$, mentre 14$ rappresenta il primo livello di resistenza. Se il prezzo scendesse sotto i 10$, sarebbe un segnale di “vendita” e avremmo la strada aperta a 8$ o anche meno.

Al contrario, se il prezzo supera i 14$, il prossimo obiettivo potrebbe essere la resistenza a 16$.

Riassumendo

Le azioni Ford Motor si sono indebolite del 50% dal 13 gennaio 2022 e il rischio di un ulteriore calo non è ancora finito. L’aumento dei tassi di interesse, uno scenario macroeconomico sempre più cupo e costi di input più elevati continuano a pesare sull’industria automobilistica.