Ad

Cosa può significare il rapporto del World Gold Council sull’aumento degli OTC per la fiducia nei mercati dell’oro?

Di:
su Aug 6, 2023
Listen
  • La domanda di oro della banca centrale nel secondo trimestre del 2023 è leggermente diminuita rispetto ai livelli di un anno fa.
  • La domanda di investimenti è stata significativamente più alta.
  • La domanda della banca centrale H1 è stata al massimo dal 2000.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Il World Gold Council ha pubblicato all’inizio di questa settimana il suo rapporto sulle tendenze della domanda di oro nel secondo trimestre del 2023.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

Dal punto di vista della domanda, l’appetito della banca centrale si è leggermente indebolito dopo gli acquisti record dello scorso anno, portando a un calo del 2% su base annua a 921 tonnellate.

Tuttavia, se considerata insieme alle transazioni OTC, la domanda aggregata è aumentata del 7% su base annua a 1.255 tonnellate nel secondo trimestre del 2023.

Gli OTC sono operazioni over-the-counter che avvengono direttamente tra le parti e non in borsa.

I flussi di investimento in oro sono notevolmente migliorati rispetto all’anno precedente, mentre le vendite di gioielli e la domanda di monete sono rimaste robuste.

La produzione totale delle miniere è ancora al di sotto dei livelli del quarto trimestre 2022 di 948,5 tonnellate, ma è aumentata del 4% rispetto all’anno a 923,4 tonnellate.

Driver della domanda

Copy link to section

La domanda chiave del mercato è stata suddivisa tra banche centrali, domanda di investimenti, consumo di gioielli e tecnologia.

Banche centrali

Copy link to section

Gli acquisti netti da parte delle banche centrali sono rallentati del 35% rispetto al secondo trimestre del 2022, dopo l’impennata storica dell’attività di acquisto dello scorso anno.

I volumi netti di acquisto sono scesi a 102,9 tonnellate rispetto alle 158,6 tonnellate di dodici mesi fa.

Tuttavia, gli acquisti della banca centrale nel terzo trimestre del 2022, nel quarto trimestre del 2022 e nel primo trimestre del 2023 sono stati notevolmente superiori, rispettivamente a 458,8 tonnellate, 381,8 tonnellate e 284 tonnellate.

Tuttavia, la domanda della banca centrale nel primo semestre ha raggiunto livelli record, registrando la più alta domanda del primo semestre dal 2000, a 387 tonnellate.

La resilienza degli acquisti del primo semestre 2023 segue l’esplosione della domanda della banca centrale nel secondo semestre del 2022, aggiungendo il 60,4% alle scorte nel primo semestre del 2022.

Combinando i dati della seconda metà del 2022 e della prima metà del 2023, vediamo un enorme aumento del 235% su base annua degli acquisti della banca centrale.

Source: World Gold Council

Nel secondo trimestre del 2023, i maggiori acquirenti sono stati la banca centrale polacca con 48,4 tonnellate, seguita dalla PBoC con 45,1 tonnellate.

I primi tre acquirenti per il 2023 YTD sono stati Cina, Singapore e Polonia, con acquisti rispettivamente di 102,95 ton, 72,6 ton e 48,4 ton.

Le autorità polacche hanno accelerato gli acquisti di oro alla luce dell’incertezza geopolitica regionale e internazionale, nel tentativo di bilanciare le consistenti riserve di dollari del paese e sostenere una più ampia stabilità finanziaria.

Nel 2021, il presidente della Banca di Polonia Adam Glapiński ha annunciato un piano per aumentare le riserve auree di 100 tonnellate, il che sembra alimentare l’appetito della Polonia.

Glapiński ha notato,

Dopotutto, l’oro è esente dal rischio di credito e non può essere svalutato dalla politica economica di nessun paese. Inoltre, è estremamente resistente, praticamente indistruttibile.

Inoltre, l’oro è spesso associato a un senso di orgoglio e forza nazionale in molti paesi, inclusa la Polonia.

Se viste dal 2000, le banche centrali sono passate da forti venditori netti a forti acquirenti netti di oro fisico, una tendenza che probabilmente continuerà.

Source: World Gold Council

Tacchino

Infatti, il calo della domanda può essere in gran parte attribuito all’inversione di tendenza in Turchia, che ha venduto 132,3 tonnellate nel secondo trimestre, dopo aver stoccato 30,2 tonnellate nel primo trimestre del 2023.

Il World Gold Council osserva che questo passo è stato compiuto tra i divieti di importazione di lingotti d’oro nel paese, che hanno portato a un mercato fortemente inasprito.

Inoltre, questa mossa della massima autorità monetaria del paese ha rifornito i canali di vendita al dettaglio tra un’inflazione alle stelle e una lira debole.

La riduzione delle riserve combinate da Kazakistan, Uzbekistan, Cambogia, Russia, Germania e Croazia è stata di 73 tonnellate, indicando che la Turchia è stata un valore anomalo considerevole durante il trimestre.

Investimenti e gioielli

Copy link to section

La domanda di investimenti è aumentata di un significativo 20% rispetto al secondo trimestre del 2022, mentre il consumo di gioielli è aumentato del 3% su base annua.

Sotto gli investimenti, la domanda di lingotti e monete è aumentata del 6% su base annua raggiungendo le 277,5 tonnellate per il trimestre.

Ciò è stato guidato dall’aumento del 25% su base annua delle vendite di monete ufficiali a 88,9 tonnellate rispetto ai lingotti fisici che hanno registrato un calo dalle 183,4 tonnellate dello scorso anno a 162,9 tonnellate, con un calo del 6%.

Ciò potrebbe indicare un aumento della domanda di lingotti fisici con una propensione verso opzioni relativamente poco costose, poiché i prezzi continuano a essere a una distanza notevole dal limite di $ 2.000.

Risposte regionali

Gli investimenti fisici, tradizionalmente dominati da India e Cina, hanno registrato rispettivamente un calo del 3% su base annua e un aumento del 32% su base annua.

L’enorme crescita del mercato cinese è in gran parte dovuta alla revoca di rigide restrizioni sanitarie.

La domanda statunitense di lingotti e monete fisiche è salita al massimo degli ultimi 13 anni a 32,2 tonnellate, ovvero l’11,6% della domanda globale nel secondo trimestre, a seguito della crisi bancaria regionale e della crescente ansia per un possibile atterraggio duro.

L’Europa è stata il principale valore anomalo, poiché la domanda fisica ha subito un forte calo, registrando un calo del 62%, in parte a causa della BCE aggressiva, dei prezzi elevati e dell’ottimismo che la crisi bancaria sarebbe rimasta contenuta.

La Germania, che era stata in cima alla lista della domanda fisica per il primo semestre del 2022 con acquisti combinati di 96,4 tonnellate l’anno scorso, è scesa al minimo di 15 anni, crollando del 15% su base annua.

In un articolo precedente per Invezz, ho descritto alcuni dei fattori unici che hanno contribuito al fallimento del mercato tedesco delle monete d’argento nel 2023.

Consumo di gioielli

Copy link to section

Nel segmento della gioielleria, la domanda è aumentata del 3% su base annua, ma è stata frenata da un calo dell’8% negli acquisti indiani dati i prezzi record, mentre il consumatore cinese ha esercitato un rimbalzo del 28% su base annua.

OTC vs ETF

Copy link to section

Il segmento degli investimenti OTC, che si riferisce alle transazioni avvenute al di fuori dello scambio formale, è stato spinto in avanti ed è aumentato di circa 335 tonnellate nel secondo trimestre del 2023.

Ciò equivale a uno straordinario aumento del 427% rispetto al primo trimestre del 2023 e del 43,9% rispetto al secondo trimestre del 2022.

Source: World Gold Council

Al contrario, gli ETF hanno continuato a svendere, in gran parte a causa della liquidazione delle posizioni dei fondi quotati in Europa tra mercati azionari forti e retorica aggressiva, sebbene i deflussi siano stati meno gravi rispetto ai trimestri precedenti.

Per il primo semestre del 2023, gli afflussi di ETF del Nord America di 19,7 tonnellate (guidati dalle preoccupazioni bancarie regionali e dal caos sul tetto del debito) sono stati sopraffatti dai deflussi europei di 69 tonnellate per un valore di 210,8 miliardi di dollari.

Tuttavia, va notato che poiché il segmento OTC si trova al di fuori delle borse principali ed è relativamente opaco, stime di mercato accurate possono essere difficili.

Di conseguenza, il segmento OTC viene inserito come “OTC e altri” che include,

…modifiche alle scorte sulle borse merci, eventuali variazioni non osservate nelle scorte di fabbricazione e qualsiasi residuo statistico.

Data la forte tendenza al rialzo della domanda di lingotti fisici da parte delle banche centrali negli ultimi due anni, i pesanti deflussi fisici aggregati dalle borse e l’impennata dei dati OTC, è altamente probabile che il supporto per le negoziazioni fisiche stia aumentando in modo significativo.

Tecnologia

Copy link to section

La domanda di tecnologia ha sofferto del 10% su base annua, scendendo a 70,4 tonnellate per il trimestre da 78,3 tonnellate nel secondo trimestre del 2022, trainata dai consumatori più deboli nel settore dell’elettronica e della produzione correlata all’odontoiatria.

La domanda di elettronica è diminuita da 64,3 tonnellate nel secondo trimestre 2022 a 56,4 tonnellate nel secondo trimestre 2023, mentre per scopi odontoiatrici è scesa da 2,6 tonnellate a 2,4 tonnellate

Oltre all’attuale difficile situazione delle catene di fornitura di semiconduttori, il segmento dell’elettronica è stato colpito dall’inflazione elevata che ha frenato la domanda globale.

Accettazione dei metalli fisici?

Copy link to section

La cosa più interessante è che gli OTC nettamente più alti possono suggerire una tendenza verso una maggiore accettazione delle negoziazioni di lingotti fisici piuttosto che su LBMA o Comex.

Inoltre, il balzo degli OTC potrebbe essere solo l’ultimo indicatore che suggerisce che la fiducia negli scambi di metalli sta cominciando a frantumarsi.

Perché potrebbe accadere?

Copy link to section

I prezzi della carta che vengono scambiati nelle principali borse di lingotti sono i prezzi dei derivati metallici e non il metallo reale.

Fondamentalmente, i derivati cartacei, che vengono scambiati al posto dell’oro, non rappresentano riserve auree con un rapporto 1 a 1.

A partire dal 1° agosto 2023, i dati CME mostrano che l’open interest sul Comex (il totale dei contratti futures detenuti dai partecipanti al mercato) è più di tre volte e mezzo l’oro registrato che può essere consegnato.

In primo luogo, questi derivati vengono utilizzati come strumento di copertura o svenduti quando è necessario sbloccare ulteriore liquidità.

Pertanto, il prezzo scambiato di questi certificati è stato separato dalla dinamica del metallo stesso.

Andrew Lane, uno scrittore di metalli preziosi ha osservato,

Circa il 95% dell’oro posseduto (non scambiato) posseduto in tutto il mondo è oro non allocato. Questa è una statistica sbalorditiva.

L’oro non allocato è dove l’oro fisico non è effettivamente detenuto dalla borsa e, il più delle volte, gli investitori che desiderano ritirare le proprie partecipazioni riceveranno l’equivalente monetario al prezzo di mercato corrente come pagamento.

Ciò aggiunge un rischio sostanziale per i partecipanti al mercato dei lingotti che vorrebbero mantenere riserve di metallo, in particolare come copertura contro l’indebolimento delle valute di riserva.

Di conseguenza, i mercati della carta hanno registrato consistenti deflussi nell’ultimo anno, con la fiducia degli investitori che sembra aver raggiunto nuovi minimi tra inflazione galoppante, contagio bancario e preoccupazioni per la stabilità finanziaria.

Il salto senza precedenti nel segmento OTC potrebbe indicare che una parte crescente di grandi proprietari di oro preferisce effettuare transazioni al di fuori degli scambi consolidati.

Inoltre, la reputazione degli scambi cartacei nel settore delle materie prime è stata notevolmente intaccata a causa della controversa decisione della LME di ordinare la cancellazione delle negoziazioni di nichel lo scorso anno.

I lettori interessati possono saperne di più sulla debacle del LME e sulla successiva causa legale qui.

Diffusione degli scambi fisici

Copy link to section

Nel 2022, l’India ha annunciato l’apertura dell’India International Bullion Exchange (IIBX) a GIFT City, Gujarat, come mercato per il commercio fisico di oro e argento.

Altre potenziali alternative a LBMA e Comex includono il Moscow World Standard russo, proposto circa un anno fa; e il cinese Shanghai International Gold Exchange, una piattaforma di trading fisico che è diventata operativa nel 2014.

Sotto la possibilità di sanzioni, come nel caso del Venezuela, il rimpatrio dell’oro da caveau rispettati a livello internazionale si è talvolta rivelato impegnativo.

Altri paesi, in particolare i grandi produttori di oro, hanno preso atto di questi sviluppi e potrebbero lavorare sui propri meccanismi commerciali.

Veduta

Copy link to section

Nel corso del 2023, è probabile che la domanda delle banche centrali rimanga relativamente robusta, dato il forte impulso delle autorità monetarie a costituire le proprie riserve.

Gli analisti del World Gold Council prevedono un rallentamento della domanda di investimenti per l’intero anno nel secondo semestre rispetto al 2022.

Tuttavia, date le preoccupazioni per le ricadute della crisi bancaria statunitense, nonché le proiezioni di una crescita più lenta e un’inflazione ostinata in mezzo a una retorica aggressiva, la domanda di investimenti fisici potrebbe potenzialmente registrare un aumento.

Nel lungo periodo, con altri grandi produttori di oro come il Perù che si interessano ad avviare il proprio scambio o a sostenerne uno esterno, è probabile che il controllo dei mercati cartacei del Comex e della LBMA venga distribuito in modo più ampio, mentre le tendenze globali potrebbero spostarsi verso maggiore insediamento fisico.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Argento India Optimism Oro Commodities