Ad

Indice Nikkei 225: l’analisi del metodo Wyckoff urla, vendi

Di:
su Oct 19, 2023
Listen
  • Nelle ultime settimane le azioni giapponesi si sono ritirate.
  • Quest’anno è crollato di oltre il 7% rispetto al punto più alto.
  • Il modello Wyckoff indica ulteriori svantaggi nelle prossime settimane.

Segui Invezz su TelegramTwitter e Google Notizie per restare aggiornato >

Le azioni giapponesi hanno continuato la loro notevole svendita mentre i rendimenti dei titoli di stato sono aumentati. Mercoledì l’indice Nikkei 225 è crollato di oltre l’1,50% e ha raggiunto un minimo di ¥ 31.500. È crollato di oltre il 7% rispetto al massimo da inizio anno.

Stai cercando segnali e avvisi da parte di trader professionisti? Iscriviti a Invezz Signals™ GRATIS. Richiede 2 minuti.

I bond giapponesi crollano

Copy link to section

Le azioni giapponesi si sono unite a quelle dei loro omologhi globali in un’importante svendita mentre le preoccupazioni sull’economia peggioravano. Mercoledì i principali indici americani come il Dow Jones e l’S&P 500 sono scesi di oltre l’1%.

Una delle preoccupazioni principali tra gli investitori riguarda il mercato obbligazionario. Le turbolenze sul mercato obbligazionario iniziate alcuni mesi fa continuano. Il rendimento dei titoli del Tesoro trentennali, attentamente monitorato, è salito al 5%, il livello più alto dal 2007.

La stessa crisi obbligazionaria si sta verificando in Giappone, dove la BoJ ha modificato il suo programma di controllo della curva dei rendimenti in agosto. I dati mostrano che giovedì il rendimento del decennale è aumentato del 3,21% e ha raggiunto un massimo dello 0,83%, il livello più alto dal 2012.

Allo stesso modo, i rendimenti delle obbligazioni trentennali del Giappone sono aumentati dall’1,13% all’1,78%, il livello più alto dal 2013. Di conseguenza, la Banca del Giappone è stata costretta a intervenire sul mercato aperto per evitare una svendita più profonda del mercato obbligazionario.

Anche l’indice Nikkei 225 è crollato dopo che il Giappone ha pubblicato dati economici contrastanti. Secondo l’agenzia statistica, a settembre le esportazioni nazionali sono balzate al 4,3% dal precedente 0,8%. Le importazioni sono diminuite del 16,3%, portando ad un surplus commerciale di oltre 62,4 miliardi.

Ulteriori dati hanno mostrato che gli stranieri hanno acquistato obbligazioni giapponesi per un valore di oltre 794 miliardi di yen in previsione che la Banca del Giappone inizi ad aumentare i tassi di interesse nei prossimi mesi. Nel corso del mese gli stranieri hanno investito oltre 1.200 miliardi di yen in azioni giapponesi.

https://www.youtube.com/watch?v=OOAUIvGhdlA

Previsioni per l’indice Nikkei 225

Copy link to section
Nikkei 225

Grafico dell’indice Nikkei di TradingView

Il modo migliore per osservare l’indice Nikkei 225 è utilizzare il concetto del metodo Wyckoff. Come mostrato sopra, vediamo che l’indice è rimasto in una fase di consolidamento tra marzo 2022 e marzo di quest’anno. Possiamo considerarla la fase di accumulazione del metodo.

Successivamente è entrato nella fase di markup, che avviene quando la domanda è superiore all’offerta. Ora, l’indice è entrato nella fase di distribuzione e ha formato un pattern a doppio massimo. È anche crollato al di sotto delle medie mobili a 50 e 100 giorni.

Pertanto, le prospettive per l’indice sono ribassiste poiché ora entra nella fase di ribasso. Il prossimo livello chiave da tenere d’occhio sarà a ¥ 30.500, il punto più basso del 4 ottobre. Una rottura al di sotto di questo livello lo vedrà scendere a ¥ 29.216.

Questo articolo è stato tradotto dall'inglese con l'aiuto di strumenti AI, e successivamente revisionato da un traduttore locale.

Bank of Japan Curve DAO Token Dow Jones Giappone Nikkei 225 Index Borsa Obbligazioni Trading Tips