EasyJet raccoglie 419 mln di sterline con una vendita di azioni, ma la perdita dell’H1 cresce causa COVID-19

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Giu 25, 2020
  • EasyJet raccoglie 419 milioni di sterline attraverso una vendita di azioni, ma la perdita dell'H1 si allarga.
  • La perdita ante imposte del vettore aereo britannico arriva a 353 milioni di sterline nell'H1.
  • La compagnia aerea low-cost mira almeno al 30% della sua portata di pre-virus nel Q4.

Giovedì, EasyJet (LON: EZJ) ha annunciato di aver raccolto 419 milioni di sterline attraverso una vendita di azioni per aumentare la propria liquidità durante la pandemia del Coronavirus che ha portato il settore aereo globale a un arresto quasi totale negli ultimi mesi. La compagnia aerea britannica aveva l’obiettivo di raccogliere da 400 a 450 milioni di sterline attraverso il collocamento. EasyJet ha recentemente rivisto il suo accordo con Airbus per rinviare la consegna di 24 aerei.

Giovedì, le azioni della società hanno riportato un calo di circa il 3,5%. A 700 pence per azione, EasyJet è attualmente in calo di oltre il 50% rispetto all’anno scorso, dopo aver recuperato da un minimo di 475 pence per azione all’inizio di aprile. Per saperne di più sulla strategia di value investing.

La perdita lorda di EasyJet si allarga a 353 milioni di sterline nell’H1

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

L’offerta di EasyJet comprendeva 59,5 milioni di azioni al prezzo di 703 pence ognuna, cifra che corrisponde a un 5% in meno rispetto al prezzo al quale il titolo ha chiuso la sessione ordinaria di mercoledì scorso. Il collocamento rappresentava il 15% del capitale sociale del vettore aereo.

Secondo EasyJet, è improbabile che la domanda di viaggi aerei ritorni ai livelli pre-virus prima del 2023. Il COVID-19 ha spinto la compagnia aerea economica a mettere a terra la sua flotta il 30 marzo. Nonostante la resistenza del trading sottostante, la perdita ante imposte di EasyJet nei sei mesi che si sono conclusi il 31 marzo è stata pari a 353 milioni di sterline rispetto ai 272 milioni di sterline dello stesso periodo dell’anno scorso. EasyJet ha già annunciato l’intenzione di tagliare 4.500 posti di lavoro.

Il CEO Johan Lundgren aveva precedentemente annunciato un obiettivo di 2 miliardi di sterline in finanziamenti aggiuntivi per la compagnia aerea, dei quali, come aveva già annunciato mercoledì, 1,7 miliardi di sterline sono già assicurati. Prima dell’emissione delle azioni, EasyJet aveva 467 milioni di sterline di debito netto.

EasyJet desidera tornare al 30% della sua portata pre-virus nel Q4

EasyJet ha anche rivelato giovedì che la maggior parte dei suoi clienti ha optato per un voucher o ha prenotato di nuovo i voli cancellati invece di chiedere un rimborso. In combinazione con un prestito garantito dallo Stato, il collocamento della quota di giovedì e altre misure, il vettore aereo low-cost vanta ora un saldo in contanti di poco meno di 3 miliardi di sterline, che è significativamente al di sopra delle aspettative.

EasyJet ha ripreso il servizio minimo all’inizio di giugno e prevede di aumentare il numero di voli nei prossimi mesi. Il vettore britannico sta anche partecipando a una class action contro le norme di quarantena recentemente introdotte nel Regno Unito.

Per il quarto trimestre, la società con sede a Luton ha l’obiettivo di riprendere almeno il 30% della sua capacità di pre-virus. EasyJet ha detto che le prenotazioni stavano lentamente diventando incoraggianti, ma si è astenuta dal fornire una guidance finanziaria mercoledì scorso.

In questo momento, la società ha un market cap di 2,76 miliardi di sterline e un rapporto prezzo/utili di 7,91.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro