Secondo il Workspace Group le richieste dei clienti sono aumentate a giugno

Scritto da: Wajeeh Khan
Luglio 9, 2020
  • Secondo il Workspace Group le richieste dei clienti sono aumentate notevolmente nel mese di giugno.
  • Il fornitore di spazi per uffici ha 161 milioni di sterline in contanti e di linee di credito non utilizzate.
  • La società britannica ha aperto 2 nuovi business centre il mese scorso.

Il Workspace Group (LON: WKP) ha espresso la fiducia sul fatto che a giugno le richieste dei clienti si riprendendo rapidamente, quando il governo britannico ha iniziato ad allentare le restrizioni per contrastare il Coronavirus. Il fornitore di spazi share-office, tuttavia, prevede ancora che i livelli di occupazione rimarranno sotto pressione a breve termine. Nel primo trimestre conclusosi il 30 giugno, Workspace ha registrato una perdita di 16 milioni di sterline.

Secondo l’amministratore delegato Graham Clemett di Workspace Group:

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

“Mentre i nostri clienti attuali rivedono il loro fabbisogno di spazio, abbiamo visto un calo dell’occupazione simile a quello del trimestre dal 3% al 90%, e ci aspettiamo di vedere una pressione continua sui livelli di occupazione nel breve termine”.

Le azioni della società sono crollate di circa il 2% sul mercato aperto giovedì, ma hanno recuperato la perdita in seguito. Con 628 penny per azione, Workspace Group è attualmente un in calo di circa il 50% rispetto allo scorso anno. Clicca qui per avere maggiori informazioni sul perché i prezzi salgono e scendono nel mercato azionario.

Workspace dispone di 161 milioni di sterline in contanti e di linee di credito non utilizzate

Workspace ha concluso l’ultimo trimestre con 546 milioni di sterline di debito netto e 161 milioni di sterline di liquidità e linee di credito non utilizzate. Quando gli inquilini hanno iniziato a tornare negli uffici, la società ha dichiarato che l’attività è ora a circa il 15% rispetto ai livelli normali.

Il lockdown nazionale iniziato a marzo ha fatto sì che le aziende ricorressero al lavoro da casa. Di conseguenza, negli ultimi mesi i fornitori di spazi per uffici, incluso il Workspace Group, hanno lottato con i tassi di occupazione. Workspace Group ha registrato un calo del 47% dell’utile annuale al lordo delle imposte a causa delle restrizioni per il COVID-19 nella prima settimana di giugno.

Secondo quanto riporta la società londinese, le richieste dei clienti sono passate da 272 in aprile a 765 in giugno. La base clienti di Workspace comprende attualmente più di 3.000 aziende, tra cui nomi di spicco come Nutmeg, Huge Boss e Bloom & Wild. Nel primo trimestre, ha dichiarato il fondo di investimento immobiliare, le richieste dei clienti sono calate di oltre il 50% nel periodo di blocco, mentre le locazioni sono diminuite di circa il 64%.

Workspace offre uno sconto del 50% sugli affitti a marzo

Workspace ha introdotto uno sconto del 50% sugli affitti a marzo, quando il governo ha imposto il lockdown a livello nazionale. L’offerta, ha commentato giovedì, si è conclusa a giugno.

L’azienda quotata in borsa FTSE-250 è un fedele concorrente di Soho, WeWork, con sede a New York. Il gruppo ha evidenziato di aver aperto 2 nuovi business centre il mese scorso. Prevede anche altri tre progetti da completare entro la fine dell’anno fiscale in corso.

Al momento, Workspace Group è quotato a 1,14 miliardi di sterline e ha un rapporto prezzo/utili di 15,81.