Performance del settore del capitale di rischio globale nel Q2

Scritto da: Nik Khandelwal
Agosto 8, 2020
  • A livello globale, le società sostenute da VC hanno raccolto $62,9 miliardi tramite 4.502 accordi.
  • Molti investitori di capitale di rischio si concentreranno sulle società in portafoglio esistenti.
  • Si prevede un aumento dell'interesse degli investitori per le società della "nuova normalità".

KPMG Private Enterprise ha recentemente condiviso il suo rapporto Venture Pulse Q2 2020. Il rapporto fornisce una panoramica approfondita del settore del capitale di rischio globale e locale. In questo articolo, abbiamo fornito una versione riepilogativa delle principali tendenze, sfide e opportunità nel mercato globale del capitale di rischio per il secondo trimestre del 2020. Puoi leggere il rapporto KPMG qui.

A livello globale, le società supportate da capitale di rischio hanno raccolto quasi 62,9 miliardi di dollari di fondi attraverso 4.502 accordi per il secondo trimestre del 2020.

Covid-19 e Venture Capital Market

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La pandemia globale in corso ha colpito ogni settore e ogni industria del mondo. Le sfide associate al secondo trimestre del 2020 sono: restrizioni ai viaggi, aumento del tasso di disoccupazione, blocchi nelle principali città, rallentamenti economici e pieno di incertezze economiche.

Il numero di accordi globali di venture capital per il secondo trimestre del 2020 è stato di 4.502, un numero drasticamente inferiore rispetto al periodo precedente. Tuttavia, la buona notizia è che quasi 62,9 miliardi di dollari sono stati investiti in tutta la gamma di finanziamenti VC.

I finanziamenti VC sono rimasti concentrati principalmente nelle opportunità di business in fase avanzata che erano operazioni più stabili e mature con flussi di cassa visibili. Anche i Limited Partners erano più a loro agio nell’impegnarsi con manager affermati e/o rapporti esistenti nel clima attuale. Gli accordi in fase successiva hanno visto migliori valutazioni pre-money rispetto agli accordi in fase seed.

Gli accordi di VC nella fase iniziale hanno visto un calo significativo nel secondo trimestre del 2020, che dovrebbe continuare nel prossimo futuro. A causa della pandemia e delle elezioni presidenziali statunitensi del novembre 2020, gli investitori di VC che avrebbero dovuto uscire tramite le offerte pubbliche iniziali nel 2020 hanno ritardato i piani al 2021.

Investitori VC cautamente ottimisti

Entro il primo semestre del 2020, l’attività di raccolta fondi globale è rimasta ben al di sopra dei numeri dell’anno scorso. Gli investitori esperti si sono concentrati sui migliori rendimenti aggiustati per il rischio a lungo termine rispetto ai segnali di rallentamento economico a breve termine e del COVID-19.

Top 10 Global VC Financing activity in Q2 2020

Geograficamente, gli Stati Uniti e l’Europa hanno mostrato maggiore resilienza negli investimenti in capitale di rischio rispetto alle tendenze economiche più ampie. Per il secondo trimestre del 2020, l’Asia è rimasta relativamente più debole negli investimenti in VC.

Rispetto all’IPO, Merger & Acquisition ha svolto un ruolo migliore nel processo di uscita delle attività garantite da venture capital e nel raggiungimento della liquidità.

Opportunità nel mercato locale

Per la seconda metà del 2020, gli investimenti in capitale di rischio sono rimasti in qualche modo tamponati poiché il completamento degli accordi di VC di solito consiste in tempi di consegna lunghi. Probabilmente, il vero quadro della resilienza del mercato VC sarà mostrato nei numeri di accordi/investimenti futuri nel terzo trimestre del 2020.

Nei prossimi trimestri, è probabile che molti investitori VC si concentrino maggiormente sulle opportunità del mercato locale a causa delle sfide legate ai viaggi internazionali e delle incertezze dovute alla pandemia. Avrà un impatto negativo sui paesi che dipendono dai finanziamenti internazionali di VC.

Si prevede che molti investitori di capitale di rischio rimarranno fortemente concentrati sulle loro società in portafoglio esistenti, valutando l’impatto delle attuali incertezze e assicurandosi di effettuare aggiustamenti di liquidità per i successivi round di finanziamento e probabili piani di uscita ritardata.

Si prevede che la comunità degli investitori di VC vedrà un aumento dell’interesse degli investitori verso le aziende che risponderanno alla “nuova normalità” come il lavoro a distanza, l’e-commerce, la salute e le biotecnologie.