La perdita netta di Lyft si riduce a 335,38 milioni di sterline nel Q2 fiscale

By: Wajeeh Khan
Wajeeh Khan
Wajeeh è un seguace attivo degli affari mondiali, della tecnologia, un avido lettore e ama giocare a ping pong… read more.
on Ago 13, 2020
  • La perdita netta di Lyft si riduce a 335,38 milioni di sterline nel secondo trimestre fiscale.
  • Il tribunale della California ordina a Lyft di classificare i suoi conducenti come dipendenti.
  • Lyft supera le stime degli analisti per entrate e perdite per azione nel secondo trimestre.

Lyft Inc. (NASDAQ: LYFT) ha dichiarato nella giornata di ieri che i suoi ricavi trimestrali sono diminuiti del 61% su base annua. La società, tuttavia, si è detta fiduciosa che la sua attività principale di ride-hailing abbia rilevato un enorme aumento del 78% delle corse mensili a luglio rispetto ai valori dello scorso aprile.

Un tribunale della California ha recentemente impedito a Lyft di classificare i suoi conducenti come appaltatori indipendenti. Alla società è stato ordinato di trattarli come dipendenti, cosa che li renderebbe idonei a vari benefici. In risposta, Lyft ha avvertito che dal 21 agosto, potrebbe essere spinto a sospendere il suo servizio di ride-hailing in California. La sentenza del tribunale si applica anche a Uber che ha fatto eco a questa preoccupazione nella giornata di ieri.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La California attualmente rappresenta circa il 16% delle corse totali di Lyft.

Ieri, le azioni della società sono aumentate di circa il 4,5% nel trading after-hours, ma sono crollate del 5% in seguito. Lyft è attualmente quotata a £23,25 per azione, incluso il calo durante l’extended trading. Il titolo era sceso fino a £12,31 per azione lo scorso marzo, quando le misure di distanziamento sociale a livello nazionale hanno gravato pesantemente sul volume delle corse.

Risultati finanziari di Lyft nel Q2 vs. stime degli analisti

Secondo Refinitiv, gli esperti avevano previsto che la società avrebbe incassato 258,57 milioni di sterline di entrate nel Q2 fiscale. In termini di perdita per azione, avevano stimato 75,96 pence. Nel suo rapporto di ieri, Lyft ha superato entrambe le stime riportando entrate per 260,11 milioni di sterline e 66 pence di perdita rettificata per azione.

Ieri, la società di ride-hailing degli Stati Uniti ha anche riferito di aver generato £29.97 di entrate per ciascuno dei suoi 8,7 milioni di conducenti attivi nel trimestre che si è concluso il 30 giugno. In confronto, Lyft aveva segnalato 21,2 milioni di conducenti attivi nel primo trimestre fiscale nonostante le restrizioni del Coronavirus.

Lyft spera di diventare redditizia il prossimo anno

Con £335,38 milioni, Lyft ha affermato che la sua perdita netta nel secondo trimestre è stata significativamente inferiore ai £494,28 milioni rilevati nello stesso trimestre dell’anno scorso.

Secondo la società con sede a San Francisco, si prevede che il prossimo anno diventerà redditizio su base rettificata nel quarto trimestre. Le principali fonti di reddito per Lyft includono la sua attività principale di ride-hailing, lo scooter/bike sharing e unità di noleggio di veicoli che ha lanciato di recente.

La performance di Lyft nel mercato azionario è rimasta sostanzialmente invariata nel 2019. In questo momento, la società americana di ride-hailing ha una capitalizzazione di mercato di £6,98 miliardi.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro