L’utile di Amigo Holdings scende di oltre l’80% nel Q1

Scritto da: Wajeeh Khan
Agosto 28, 2020
  • L'utile di Amigo Holdings scivola di oltre l'80% nel Q1.
  • L'ex CEO dell'istituto di credito, James Benamor, desidera essere reintegrato nel suo ruolo.
  • Amigo Holdings è attualmente oggetto di indagine da parte della FCA britannica.

Amigo Holdings (LON: AMGO) è balzata di oltre il 30% in borsa venerdì quando il suo fondatore, James Benamor, si è rivolto a investitori privati per sostenere la sua reintegrazione nella società come amministratore delegato. Benamor è stato coinvolto in un battibecco con l’azienda britannica dallo scorso anno.

Dopo il balzo iniziale, venerdì le azioni di Amigo sono scese di oltre il 10%. Il prestatore di prestiti garantiti è attualmente scambiato a 13,16 penny per azione, il che rappresenta un massiccio calo dell’80% rispetto al suo prezzo per azione di 70 penny per azione all’inizio del 2020. La scelta di un agente di cambio affidabile per fare trading online può essere complicata. Qui puoi fare un confronto tra i principali per iniziare.

Benamor cerca di estromettere il CFO di Amigo e un membro del consiglio

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

In un tweet, giovedì Benamor ha rivelato un’offerta irrevocabile per il 29% di Amigo Holdings a un prezzo per azione di 20 penny. L’offerta, ha aggiunto, verrà eseguita se assumerà il ruolo di amministratore delegato. Con il voto degli azionisti, Benamor desidera anche estromettere Nayan Kisnadwala (attuale CFO) e Roger Lovering (membro del consiglio).

Benamor si è dimesso dalla carica di amministratore delegato dell’istituto di credito con sede nel Regno Unito a seguito della sua offerta pubblica iniziale (IPO) nel 2018. Alla fine del 2019, ha avuto un aspro litigio con la direzione di Amigo sulla strategia. All’inizio di agosto, la società ha nominato il veterano dei servizi finanziari Gary Jennison come direttore esecutivo.

Venerdì, Amigo Holdings ha anche pubblicato i suoi risultati finanziari per il primo trimestre fiscale che hanno evidenziato che la società ha registrato un calo dei profitti di oltre l’80%. La società ha attribuito il declino a un’indagine in corso lanciata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito che mira a valutare come Amigo giudica l’affidabilità creditizia dei clienti.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Amigo sospende tutti i prestiti durante la pandemia di Coronavirus

L’azienda britannica ha inoltre riferito di aver sospeso tutti i prestiti negli ultimi mesi a causa della pandemia di Coronavirus che ha finora contagiato più di 330mila persone in Gran Bretagna e causato oltre 41mila morti, che hanno pesato ulteriormente sul suo profitto nel primo trimestre.

Citando l’indagine e l’incertezza causata dal COVID-19, Amigo si è astenuto dal fornire la sua guida finanziaria per l’intero anno venerdì. Nelle notizie correlate, il collega di Amigo, Provident Financial plc, ha rivelato di essere passato in perdita nel primo semestre fiscale mercoledì.

Al momento, Amigo Holdings ha una capitalizzazione di mercato di 62,55 milioni di sterline.