USD/CAD pronto per un breakout ribassista; i colloqui OPEC+ continuano

Scritto da: Crispus Nyaga
Dicembre 2, 2020
  • Il prezzo USD/CAD è vicino a un breakout ribassista poiché i leader OPEC+ non sono d'accordo sui tagli.
  • La maggior parte dei membri dell'OPEC vuole estendere i tagli, ma un gruppo guidato dagli EAU si è opposto.
  • La coppia sta anche reagendo al rimbalzo record del PIL canadese.

Il prezzo USD/CAD sta vacillando poiché gli investitori forex si concentrano sul conflitto in corso tra l’OPEC+ e le forti cifre del PIL canadese. La coppia è quotata a 1,2940, il minimo dal 1 novembre.

USD/CAD
USD/CAD has been falling

In attesa della coalizione OPEC+

Il Canada è il quinto produttore di petrolio greggio al mondo, esportando oltre 3,8 milioni di barili al giorno. Ciò rende il dollaro canadese altamente sensibile agli avvenimenti nel settore energetico. In effetti, negli ultimi mesi, il loonie ha guadagnato oltre l’11% rispetto al dollaro poiché il prezzo del petrolio è aumentato di oltre il 300%.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Questa settimana, il dollaro canadese vacilla mentre gli operatori si concentrano sulle divergenze chiave nella coalizione OPEC+. Lunedì, una riunione convocata per deliberare sull’estensione dei tagli all’offerta è fallita poiché alcuni Paesi si sono opposti all’idea.

Mentre l’Arabia Saudita e la Russia preferiscono estendere i tagli, altri Paesi come gli Emirati Arabi Uniti (EAU) e la Nigeria si sono opposti alle misure.

Di conseguenza, il prezzo del petrolio greggio ha vacillato. Il Brent è quotato a 47$, in calo dal massimo della scorsa settimana di 49$, mentre il West Texas Intermediate (WTI) è quotato a 44,10$.

Un consiglio: cerchi un'app per investire oculatamente? Fai trading in tutta sicurezza iscrivendoti alla nostra preferita, eToro: visita e crea un account

Il PIL canadese si riprende

L’USD/CAD sta reagendo anche ai dati relativamente forti del PIL dal Canada. In un rapporto pubblicato ieri, l’ufficio statistico del Paese ha affermato che l’economia è rimbalzata del 40,5% nel terzo trimestre. Questa è stata la migliore performance trimestrale da quando l’ufficio ha iniziato a raccogliere i dati.

La buona performance, che ha deluso le aspettative, è arrivata dopo un crollo del 38,1% nel terzo trimestre. Inoltre, l’economia è ancora più piccola di dove era prima del virus.

Questa crescita è avvenuta con l’aumento dei consumi privati, delle esportazioni e della spesa pubblica. Come abbiamo visto in altri paesi, gli investimenti in asset fissi sono stati relativamente più deboli poiché le società si sono concentrate nuovamente sulla conservazione della liquidità.

Tuttavia, gli analisti ritengono che l’economia rallenterà nell’ultimo trimestre mentre il Paese affronta la nuova ondata del virus. Proprio ieri la nazione ha confermato il record di 7.860 nuovi contagi, spingendo il totale a oltre 383.000.

Nel frattempo, lunedì, il governo di Justin Trudeau ha svelato un deficit di bilancio di $381 miliardi, il più alto mai registrato. Ha anche promesso altri $100 miliardi per rilanciare l’economia.

Prospettive tecniche USD/CAD

USD/CAD
Grafico tecnico USD/CAD

Sul grafico giornaliero, vediamo che l’USD/CAD ha toccato il doppio fondo al livello di 1,2940. Inoltre, la coppia ha registrato una forte tendenza al ribasso, supportata anche dalla linea di tendenza nera discendente. È anche leggermente inferiore alla media mobile esponenziale a 25 giorni. Pertanto, sembra che i ribassisti siano vicini a prevalere, il che significa che la coppia potrebbe continuare a scendere. Se supera il livello corrente, il livello successivo da tenere d’occhio sarà 1,2900.