USD/CHF scivola ai minimi del 2015 mentre la SECO aumenta le previsioni economiche svizzere

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo figlio e… read more.
on Dic 15, 2020
  • La coppia USD/CHF è scesa al livello più basso da febbraio 2015.
  • La coppia stava reagendo all'ultima previsione della SECO.
  • L'agenzia prevede che l'economia si contrarrà del 3,0% nel 2020.

Il prezzo USD/CHF si avvicina al livello più basso da febbraio 2015 mentre i trader reagiscono alle robuste previsioni economiche della Svizzera. Questo calo è anche dovuto al dollaro USA complessivamente più debole. Viene scambiato a 0,8857, che è del 10% inferiore al massimo di quest’anno di 0,9900.

USD/CHF
USD/CHF scivola ai minimi del 2015

La SECO rafforza la previsione svizzera

In un rapporto diffuso oggi, la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha affermato che l’economia probabilmente scenderà del 3,3%, in miglioramento rispetto alla precedente stima del 3,8%. Questa sarà la peggiore contrazione dal 1975.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

La SECO ha citato la seconda ondata del virus come motivo principale della contrazione generale dell’economia. Tuttavia, il fatto che la Svizzera non abbia implementato alcun blocco importante contribuirà a rendere la contrazione meno grave.

Il Paese si riprenderà quindi del 3,0% nel 2021, inferiore alla stima precedente del 3,8%. La revisione al ribasso è dovuta all’impatto dell’ondata in corso del virus. Si prevede inoltre che l’economia crescerà del 3,1% nel 2022.

Inoltre, il tasso di disoccupazione svizzero salirà probabilmente al 3,2% mentre il tasso di inflazione rimarrà al di sotto dell’obiettivo della BNS del 2,0%.

Il prezzo USD/CHF sta reagendo anche agli ultimi dati dell’indice dei prezzi alla produzione (PPI). Secondo l’ufficio statistico del Paese, l’indice dei prezzi alla produzione (PPI) è diminuito dello 0,1% a novembre dallo 0,0% del mese precedente. Ciò ha portato a un calo su base annua del 2,7%. L’Ufficio di presidenza ha attribuito questo calo alla debolezza complessiva del petrolio e dei prodotti farmaceutici.

I trader stanno anche guardando l’imminente decisione sui tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Nella sua decisione finale dell’anno, gli economisti ritengono che la banca lascerà invariati i tassi e le politiche di allentamento quantitativo.

Prospettive tecniche USD/CHF

USD/CHF
USD/CHF grafico tecnico

Il prezzo USD/CHF ha subito un forte calo, come mostrato nel grafico giornaliero sottostante. Questa tendenza è supportata dalle medie mobili esponenziali di 50 e 100 giorni. È anche al di sotto dell’importante supporto di 0,900, dove aveva faticato a scendere al di sotto in agosto e novembre.

Inoltre, le due linee dell’oscillatore stocastico sono al di sotto del livello di ipervenduto, il che significa che è possibile un’inversione a lungo termine. Pertanto, mentre la coppia probabilmente continuerà a muoversi verso il basso, c’è una probabilità che subirà un’inversione poiché sta diventando ipervenduta. Quindi, fai attenzione e considera prima di fare pratica utilizzando un account demo forex.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro