EUR/USD potrebbe scendere del 5% a 1,6 nel 2021 – Danske Bank

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Gen 13, 2021
  • L'EUR/USD potrebbe ridurre i guadagni e scendere a 1,16 secondo gli analisti di Danske Bank.
  • Credono che l'inflazione salirà al 2% mentre il tasso di disoccupazione scenderà sotto il 4%.
  • Anche gli analisti di JP Morgan e Deutsche Bank sono diventati rialzisti sul dollaro.

La coppia EUR/USD è scesa di oltre lo 0,30% poiché gli analisti iniziano a cambiare idea sul dollaro USA. È quotata a 1,2175, che è di pochi pips sopra il minimo di questa settimana di 1,2138.

EUR/USD
EUR/USD pareggia i guadagni

Analisti rialzisti sul dollaro

In una nota di ricerca pubblicata questa settimana, gli analisti di Danske Bank hanno previsto che la coppia EUR/USD avrà un anno difficile. Nella loro previsione a tre mesi, hanno stimato che la coppia scenderà a 1,2200. Tuttavia, nella loro previsione di 12 mesi, hanno affermato che la coppia potrebbe scendere a 1,16, che è circa il 5% inferiore al prezzo corrente.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Hanno sostenuto che una ripresa più forte dell’economia americana metterà la Fed sotto pressione per aumentare i tassi di interesse. Per prima cosa, credono che l’inflazione annuale aumenterà al di sopra del 2% quest’anno, mentre il tasso di disoccupazione scenderà al di sotto del 4%.

Non sono soli a pensarla così. In una dichiarazione odierna, George Saravelos, analista di Deutsche Bank, ha affermato di essere diventato rialzista sul dollaro. Lo stesso vale per gli analisti di William Baer e JP Morgan. Anche alcuni analisti di altri broker forex hanno cambiato idea sul dollaro.

Gli analisti ritengono che le recenti vittorie dei Democratici al Congresso saranno rialziste per il dollaro USA. Questo perché daranno la priorità a una maggiore spesa pubblica, il che a sua volta spingerà la Fed ad aumentare i tassi.

In effetti, alcuni funzionari della Fed hanno già iniziato a parlare di rialzi dei tassi e di allentamento quantitativo. In una dichiarazione di ieri, Raphael Bostic della Fed di Atlanta ha affermato che la banca probabilmente salirà in borsa, nel 2022. Allo stesso modo, Robert Kaplan ha segnalato che la banca inizierà a ridurre gli acquisti di asset quest’anno.

Nel frattempo, la coppia EUR/USD sta reagendo a una dichiarazione di Christine Lagarde, presidente della BCE. Parlando oggi a una conferenza virtuale, ha affermato di mantenere le precedenti stime sulla ripresa dell’UE. Ciò significa che la banca probabilmente non cambierà le sue politiche esistenti anche se il numero di casi di coronavirus continua ad aumentare.

Prospettive tecniche EUR/USD

EUR/USD
Grafico tecnico EUR/USD

Dopo essere salita all’inizio della giornata di trading, la coppia EUR/USD ha ridotto alcuni di quei guadagni dopo il discorso di Lagarde. È quotata a 1,2175, che è al di sotto del massimo intraday di 1,2222.

Sul grafico orario, il prezzo è al di sotto della linea di tendenza in aumento mostrata in nero. Si è anche spostata al di sotto delle medie mobili a 25 e 15 periodi. Il Relative Strength Index (RSI) si è spostato dal livello di ipercomprato di 70 all’attuale 40. Pertanto, la coppia probabilmente continuerà a scendere quest’oggi, poiché i ribassisti puntano al minimo di ieri a 1,2140.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro