Il fiasco di Robinhood mostra che il movimento populista ha ragione

By: Jonah Keri
Jonah Keri
Jonah Keri è un trader e analista che ha trascorso 11 anni presso Investor's Business Daily coprendo i mercati.… read more.
on Gen 29, 2021
  • Robinhood che limita il trading su AMC e GameStop solleva un sospetto di manipolazione del mercato.
  • Decine di persone in tutto il mondo hanno perso i propri averi, mentre i ricchi si arricchivano.
  • La pandemia globale ha peggiorato la disuguaglianza della ricchezza globale, alimentando la rabbia.

L’ultimo decennio è stato definito da un movimento populista diffuso in tutto il mondo. Dalla primavera araba alla Brexit, alle proteste di massa per entrambe le fazioni politiche americane, milioni di cittadini in tutto il mondo hanno visto i ricchi diventare più ricchi mentre i poveri continuavano ad aumentare e ne hanno avuto abbastanza.

Mettendo da parte per un momento le reazioni che i populisti hanno avuto, si può analizzare cosa ha scatenato tutta quella rabbia: l’uguaglianza di reddito in aumento, come abbiamo visto questa settimana, i mercati truccati.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

Se sei rimasto indietro con la situazione attuale, leggi l’eccellente analisi dell’autore di Invezz Charlie Hancox del fiasco di Robinhood che ha visto la piattaforma di trading smettere di accettare ordini di acquisto su titoli in forte aumento come AMC (AMC) e GameStop (GME). La versione breve della storia è che ondate di investitori al dettaglio hanno iniziato a fare strage scambiando azioni su Robinhood oggetto di shorting da parte degli hedge fund. Robinhood ha quindi risposto giovedì limitando il trading su AMC, GameStop e altri per consentire solo la chiusura delle posizioni. Il risultato è stato che gli hedge fund hanno subito una grande interruzione, mentre gli investitori al dettaglio sono stati demoliti mentre queste azioni sono scese di prezzo.

È possibile che il massiccio picco dell’attività commerciale di Robinhood abbia rischiato di causare un’enorme catastrofe di cui non siamo a conoscenza. Ma se vuoi sapere cosa ha innescato l’indignazione globale e un movimento populista, considera cosa è successo all’economia mondiale durante la crisi del COVID-19 e anche cosa è successo negli anni che l’hanno preceduta.

Speri in un aumento? Peccato.

Dimentica gli stipendi medi. Se vuoi misurare la capacità delle persone di vivere e provvedere alle loro famiglie, il salario reale è un parametro migliore. I salari reali si riferiscono ai salari rettificati tenendo conto dell’inflazione, cioè i beni e servizi che possono essere acquistati con i soldi che guadagni. Si scopre che i salari reali sono rimasti fermi in molte delle più grandi economie del mondo per più di 40 anni.

Questo quadro già desolante di suo, è solo un minimo della situazione. Se si scompongono i salari reali medi negli ultimi 40 e più anni, quando si sono verificati i guadagni sono fluiti in modo schiacciante e sproporzionato verso le fasce di reddito più alte. Come ha spiegato Pew Research in un rapporto del 2018:

Nel frattempo, i guadagni salariali sono andati in gran parte ai lavoratori più ricchi. Dal 2000, i salari settimanali abituali sono aumentati del 3% (in termini reali) tra i lavoratori nel decimo più basso della distribuzione salariale e del 4,3% nel trimestre più basso. Ma tra le persone nel decimo superiore della distribuzione, i salari reali sono aumentati complessivamente del 15,7%, a $2.112 a settimana, quasi cinque volte i guadagni settimanali abituali del decimo inferiore ($426).

Studi macro come questi mancano anche di alcuni dei punti più specifici e delle difficoltà più grandi che devono affrontare le persone che stanno solo cercando di guadagnare onestamente. Ad esempio, il prezzo medio di una casa negli Stati Uniti è più che raddoppiato dal 2000 al 2020, impedendo a milioni di famiglie di raggiungere la stabilità abitativa e rendendo uno dei metodi più efficaci di accumulo di ricchezza disponibile solo a coloro che possono permettersi questi alti prezzi.

Il problema COVID

Il divario di ricchezza diventa molto più scioccante se si considera ciò che è accaduto solo nell’ultimo anno. Tra le molte forme di danno che la pandemia ha causato, una delle più devastanti è stata l’impennata della fame nel mondo. La mortalità in aumento che vediamo nei notiziari ogni giorno non tiene conto delle centinaia di milioni di persone in tutto il mondo che affrontano la crescente insicurezza alimentare e del numero in rapida crescita di morti causate dalla fame legate al COVID-19.

Allora come stanno i miliardari del mondo mentre sta succedendo tutto questo? I super ricchi hanno aggiunto migliaia di miliardi in più ai loro patrimoni da quando i lockdown globali hanno iniziato a essere ordinati meno di un anno fa. Non è difficile tracciare una linea dal punto A al punto B: mentre le attività commerciali in tutto il mondo sono andate in rovina durante la pandemia, le mega società come Amazon hanno visto una crescita enorme delle entrate e della propria quota di mercato.

Salari stagnanti. Declino dei diritti per i lavoratori. Perdite di lavoro di massa. Milioni di persone muoiono per un virus mortale e per la povertà e la fame che ne derivano. Il tutto accompagnato da prezzi delle case alle stelle, miliardari che diventano multimiliardari, salvataggi delle società mentre i singoli finiscono in rovina e la classe politica finora non ha fatto quasi nulla per risolvere questi problemi, oltre a esprimere la loro presunta indignazione su Twitter.

Dati tutti questi fattori tossici messi insieme, si capisce quindi perché la gente dovrebbe guardare il crollo di Robinhood e dedurre che è proprio la vita quotidiana ad essere truccata. Si capisce anche perché il movimento populista sta infuriando e perché le persone in tutto il mondo stanno iniziando a ribellarsi.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro