USD/CAD sale dopo le forti vendite al dettaglio negli USA e l’inflazione canadese

By: Crispus Nyaga
Crispus Nyaga
Crispus è un trader attivo, dove è seguito e copiato su Capital.com. Vive a Nairobi con sua moglie, suo… read more.
on Feb 17, 2021
  • L'USD/CAD è salito oggi dopo l'inflazione canadese e i dati sulle vendite al dettaglio USA.
  • Le vendite al dettaglio sono aumentate del 7,43% a gennaio, mentre le vendite principali del 5,9%.
  • In Canada, il CPI principale è aumentato dell'1,0% a gennaio, dopo essere aumentato dello 0,7% a dicembre.

Il prezzo USD/CAD è in rialzo per il secondo giorno consecutivo poiché i trader reagiscono alle ultime vendite al dettaglio negli Stati Uniti e ai dati sull’inflazione canadese. La coppia viene scambiata a 1,2700, che è leggermente superiore al minimo di questa settimana di 1,2617.

USD/CAD
Azione di prezzo USD/CAD

Vendite al dettaglio negli Stati Uniti

Il settore della vendita al dettaglio gioca un ruolo importante nell’economia americana. L’industria impiega direttamente più di 8 milioni di persone e altri milioni indirettamente. Inoltre, il consumo privato è responsabile di più della metà dell’economia americana.

Sei alla ricerca di notizie tempestive, suggerimenti e analisi di mercato? Iscriviti oggi stesso alla newsletter di Invezz.

In un rapporto di oggi, il Bureau of Statistics ha mostrato che le vendite al dettaglio principali sono aumentate del 5,3% a gennaio dopo essere diminuite dell’1% nel mese precedente. Su base annualizzata, le vendite sono aumentate del 7,4%, meglio del precedente 2,5%.

Le vendite al dettaglio principali, che escludono i prodotti alimentari ed energetici volatili, sono aumentate del 5,9% dopo essere scese dell’1,4% a dicembre. Le vendite sono aumentate del 2% su base annua.

Gli economisti ritengono che le vendite al dettaglio del Paese continueranno a crescere nel breve termine mentre l’economia inizierà a riprendersi. Saranno sovralimentati se il governo riuscirà a far passare l’importante pacchetto di stimoli da $1,9 trilioni.

Nel frattempo, i dati del bureau hanno mostrato che i prezzi di fabbrica sono aumentati dell’1,7% a gennaio dopo essere aumentati dello 0,8% a dicembre. L’indice dei prezzi alla produzione di base è aumentato del 2,0% nello stesso periodo. Questi numeri sono arrivati una settimana dopo che il Bureau ha pubblicato dati sull’inflazione statunitense relativamente incoraggianti. L’inflazione nominale è aumentata dell’1,4%, aumentando la possibilità che il tasso salga al 2% entro la fine dell’anno.

L’USD/CAD sta reagendo anche ai dati dell’indice dei prezzi al consumo canadese (CPI). Secondo Statistics Canada, il CPI principale è aumentato dell’1,0% a gennaio dopo essere aumentato dello 0,7% nel mese precedente. Il CPI core è aumentato dell’1,6%. Come negli Stati Uniti, gli analisti prevedono che l’inflazione al consumo salirà al 2% entro la fine dell’anno.

Prospettive tecniche USD/CAD

USD/CAD
Grafico tecnico USD/CAD

Il prezzo USD/CAD è stato recentemente sottoposto a forti pressioni, aiutato da un dollaro più debole e da un aumento dei prezzi del petrolio. Questo lo ha visto scendere a 1,2595, il livello più basso da aprile 2018. Sul grafico settimanale, la coppia è leggermente al di sopra del livello di ritracciamento di Fibonacci del 78,6%. È anche sceso al di sotto delle medie mobili esponenziali a 25 e 50 settimane. Pertanto, nel breve termine, la tendenza al ribasso continuerà probabilmente poiché i ribassisti puntano al prossimo supporto a 1.2500.

Investi in criptovaluta, azioni, ETF & altro in pochi minuti con il nostro broker preferito, eToro
7/10
Il 67% degli account che ricorre ai CFD perde denaro